Viaggiare spendendo poco – 40 consigli

Ciò che trattiene molte persone dal viaggiare è la mancanza di soldi. Ciò che molti non sanno è che per viaggiare non devi essere necessariamente ricco. Con la giusta pianificazione, spirito d’avventura e disciplina è possibile viaggiare a lungo spendendo davvero poco. Di seguito trovi tutti i miei trucchi e consigli per viaggiare più a lungo spendendo meno!

Prima di partire

 

1. La flessibilità prima di tutto

I prezzi, come ben saprai, variano enormemente in base al periodo in cui si viaggia. Parti in bassa stagione quando possibile, non solo avrai prezzi più vantaggiosi ma anche meno turisti in luoghi particolarmente popolari. Se proprio non puoi essere flessibile con le date allora cerca di esserlo con la destinazione, insomma non andare a Ibiza in pieno Agosto e pretendere di spendere poco. Sii curioso e cerca mete alternative.

2. Crea un itinerario intelligente

Evita di spostarti a zig-zag e costruisci un itinerario che ti permetta di spostarti nel modo più efficiente possibile. In questa guida trovi tutti i miei consigli per organizzare un viaggio al meglio.

3. Non comprare una guida

Il web è sempre più ricco di informazioni, i blog di viaggi sono tantissimi così come i forum. Trovare tutte le informazioni di cui hai bisogno non è più così difficile come una volta. Un sito estremamente utile che mi sento di consigliare specialmente se mastichi un pò di inglese è wikitravel, oltre al mio blog, ovviamente!

Bene, ora che hai letto tutti questi consigli, cerca di metterne in pratica il più possibile e vedrai immediatamente scendere le tue spese. Come avrai capito, il segreto sta nell’usare metodi non convenzionali ma soprattutto sta nello sbarazzarti della mentalità da vacanziero ed entrare in quella da viaggiatore.

4. Risparmia sui biglietti aerei

Spesso il biglietto aereo è una spesa che influenza enormemente il costo totale di un viaggio, leggi la mia guida su come trovare voli low cost e diventa un ninja dei voli a basso prezzo!

Un biglietto areo economico è l'inizio di ogni viaggio low cost

5. Viaggia leggero

Può sembrare strano ma viaggiare leggero può farti risparmiare davvero un sacco di soldi. L’ideale sarebbe riuscire a viaggiare con il solo bagaglio a mano in modo da evitare sovrattasse inutili da parte delle compagnie aeree. Ricordati di pesare il tuo bagaglio prima di partire. In più se il tuo bagaglio sarà pesante, sarà tanta anche la tentazione di prendere un taxi piuttosto di camminare. Io credo che un buon zaino sia la soluzione definitiva per chi viaggia low cost.

6. Porta sempre una borraccia

Anche il costo dell’acqua può avere un impatto sul costo del tuo viaggio. Porta sempre con te una borraccia o una bottiglia vuota da riempire. In alcuni Paesi è sconsigliabile bere l’acqua del rubinetto ma vale comunque la pena avere una borraccia perché molti ostelli/hotel mettono a disposizione dei boccioni di acqua potabile per i propri ospiti. La soluzione adatta a tutte le situazioni è la borraccia con filtro integrato.

Qui trovi la lista completa delle cose che porto in viaggio per essere pronto a tutto e allo stesso tempo viaggiare leggero.

7. Combatti gli imprevisti costosi

Per viaggi al di fuori dell’Europa stipula una buona assicurazione viaggio che ti copra perlomeno le spese mediche e la responsabilità civile. In questo articolo metto a confronto quelle che secondo me sono le migliori come rapporto qualità prezzo. Per viaggi all’interno dell’Unione Europea, sconsiglio di stipulare una polizza perché godi degli stessi diritti delle persone assicurate nel Paese in cui ti trovi. È spiegato qui.

Se cerchi ulteriori consigli su come viaggiare sicuri allora ti consiglio questo articolo.

8. Lo sconto studente

Sei un studente? C’è la possibilità che tu abbia diritto a un sconto anche all’estero, ricordati solo di portare la tua carta studente, con foto.

Gestione dei soldi

 

9. Usa una carta senza commissioni di cambio valuta

Le commissioni di cambio valuta sono espresse in percentuale e possono raggiungere anche il 3%, questo significa che se stai prelevando in una valuta diversa dall’euro, oltre al costo del prelievo che potrebbe già essere di qualche euro dovrai pagare un ulteriore 3% sul totale della cifra prelevata.

Per operazione all’interno della zona euro il problema non esiste ma fai comunque attenzione al costo fisso del prelievo al di fuori dell’Italia.

Le migliori carte per viaggiare all’estero

10. Paga con la carta

Ogni qualvolta ti rechi allo sportello, le commissioni bancarie si accumulano, specialmente fuori dall’Unione Europea. Cerca quindi di pagare con la carta quando possibile ma evita di farlo in luoghi sospetti e chiedi sempre se è presente una commissione.

11. Attento alle isole

Se stai per partire verso una destinazione remota come per esempio un’isola di piccole dimensioni, allora cerca di portare con te tutto quello di cui avrai bisogno, cibo compreso! Le isole ma più in generale tutte le aree remote di un Paese hanno prezzi maggiorati e spesso non sono presenti sportelli automatici quindi assicurati di avere abbastanza contanti con te.

I luoghi isolati sono sempre cari.

12. Cambia i tuoi soldi senza pagare commissioni

Gli uffici di cambio valuta, specialmente in aeroporto, hanno dei tassi di cambio non sempre favorevoli. La soluzione migliore è quella di cambiare il tuo denaro con altri viaggiatori che magari stanno viaggiando nella direzione opposta alla tua, utilizzando il tasso di cambio ufficiale.

13. Prova più banche

Oltre alla commissione di prelievo da pagare alla tua banca, può essere che anche la banca locale voglia la sua fetta (in Argentina e Thailandia può superare i 5€!). Cerca quindi di capire se ci sono banche locali che offrono prelievi gratuiti o comunque cerca la meno cara. La commissione, se presente, viene normalmente mostrata prima di portare a termine il prelievo.

14. Attenzione agli aeroporti

Evita di comprare cibo e cambiare denaro in aeroporto. Anche gli sportelli automatici sono da evitare perché hanno sempre delle commissioni altissime per prelevare. In linea di massima evita di spendere i tuoi soldi in aeroporto.

Il trasporto

 

15. Utilizza il trasporto pubblico

Utilizza il trasporto pubblico il più possibile. In città, la metropolitana, se presente, è normalmente estremamente economica ed efficiente, informati sull’esistenza di pass giornalieri o settimanali e fatti due conti per capire se ne vale la pena. Ricorda inoltre che è quasi sempre possibile utilizzare il trasporto pubblico per spostarti dall’aeroporto al centro città.

Il trasporto locale è sempre la forma più economica per spostarsi

16. Evita i taxi

Evita i taxi e cammina il più possibile. Se non hai alternative allora considera applicazioni come Uber, GrabCar (molto popolare nel Sud Est asiatico) o BlaBlaCar. Le prime due per un servizio taxi economico mentre la seconda per lunghe distanze. Nel caso fossi costretto a prendere un taxi normale, allora assicurati di decidere il prezzo prima di salire a bordo Specialmente in Paesi in via di sviluppo, il tassometro non viene utilizzato.

17. Spostati di notte

Prendi autobus o treni notturni per lunghe distanze, risparmierai i soldi della notte per l’alloggio e non avrai la sensazione di aver sprecato tutto il giorno per spostarti da un luogo all’altro.

18. Car relocation

Car relocating non da molta flessibilità ma resta pur sempre un’opzione low cost. Consiste nel riportare in sede una macchina che era stata noleggiata per un tragitto di sola andata. La compagnia di noleggio copre praticamente tutti i costi fissando però le date per effettuare il trasferimento.

19. Pedala

Pedalare da un posto all’altro ovviamente non fa per tutti ma se la cosa non ti spaventa le spese del trasporto si riducono alla manutenzione della bicicletta stessa.

20. Prova l’autostop

L’autostop è la soluzione definitiva per il viaggiatore low cost. Oltre e essere completamente gratis è relativamente sicuro quasi ovunque. Per molti Paesi dove avere una macchina non è da tutti, fare l’autostop è assolutamente normale. Fai attenzione però perché in alcuni Paesi è illegale e ci sono regole precise da rispettare nel caso si voglia richiedere un passaggio.

Fare l'autostop è in assoluto il modo più economico per spostarsi

L’ alloggio

 

 21. Dormi in ostello

Snobbi gli ostelli? Dai un’occhiata a questa pagina. Dormire in ostello ti farà risparmiare un sacco di soldi. In alcuni Paesi una notte in ostello può costare meno di 5€ e poi sempre più ostelli offrono camere private a prezzi molto competitivi che sono ottime soluzioni per coppie e famiglie o semplicemente chi cerca più privacy di quella che avrebbe in un dormitorio.

22. Airbnb per appartamenti, case e stanze

Se proprio non vuoi dormire in ostello allora considera Airbnb, una soluzione economica per affittare stanze o interi appartamenti/case direttamente da privati.

23. Considera la posizione

Scegli il tuo ostello o comunque il tuo alloggio considerando la posizione. Specialmente in città, la vicinanza a punti di interesse e snodi del trasporto pubblico, ti può far risparmiare un sacco di tempo e denaro.

24. Non prenotare sempre online

Siti di prenotazioni come Booking e Hostelworld intascano una commissione minima del 15%. Dopo aver fatto le tue ricerche, contatta la struttura per email o presentati di persona, molto probabilmente ti verrà offerta una tariffa più vantaggiosa.

Alla peggio pagherai lo stesso prezzo dove aver avuto la possibilità di vedere il luogo di persona. Evita di farlo solo nel caso tu stia viaggiando in alta stagione o in concomitanza di festività, per evitare di rimanere senza un posto dove stare.

25. Prova il couchsurfing

Couchsurfing è la soluzione definitiva per il viaggiatore low cost, ti dà la possibilità di essere ospitato gratuitamente da qualche altro membro del sito e allo stesso tempo conoscere la gente del luogo.

26. Dormi sotto le stelle

Campeggia! Una tenda o una amaca possono fornire un posto dove dormire gratuitamente praticamente ovunque o comunque a un prezzo davvero abbordabile nel caso di campeggi a pagamento.

Campeggiare spesso è gratis.

27. House sitting e House exchange

Può capitare che alcune famiglie partano per le vacanze e non vogliano lasciare per settimane la casa incustodita. Oppure che abbiano una seconda casa che rimane chiusa e disabitata per molti mesi all’anno. Un ottimo modo per trovare alloggio senza spendere e poter trascorre un periodo più o meno lungo in un posto.

House sitting consiste nel prendersi cura di una casa, e spesso degli animali, per un periodo più o meno lungo, potendoci soggiornare gratuitamente. Mentre House exchange è più semplicemente qualcosa del tipo “Tu dai la casa a me e io la dò a te per un certo periodo”. Senza scambio di denaro né problemi burocratici.

Il cibo

 

28.Cucina i tuoi pasti

Specialmente in Paesi non esattamente low cost cucinare ti farà risparmiare moltissimo! La maggior parte degli ostelli ha una cucina e nel caso non ci fosse potresti prepare dei panini praticamente ovuque. Ricorda che se stai viaggiando non c’è nulla di male nel cucinare, non sarà di certo il tempo speso a prepare del cibo a rovinare il tuo viaggio!

29. Non cucinare sempre

Quando, invece, il Paese che stai visitando te lo concede, allora non cucinare! In alcune zone mangiare fuori può essere estremamente economico – parliamo di 1-2 € a pasto. Specialmente a pranzo, prova il cibo di strada ed evita i ristoranti pieni di turisti o quelli con scritto “We speak english”, mangia dove mangia la gente del luogo e punta sempre al menù del giorno.

30. La colazione inclusa

La colazione inclusa a parità di prezzo è ovviamente un bonus, leggi le recensioni per capire di che colazione si tratta, una colazione abbondante e qualche snack a pranzo ti faranno arrivare fino alla cena.

La colazione inclusa è sempre un bonus in ostello o in hotel.

31. Bin diving

Ok, qui parliamo di tattiche a dir poco interessanti. Il Bin-diving consiste nell’andare a pescare nei bidoni dei supermercati i prodotti scaduti, non l’ho mai fatto personalmente ma è una pratica relativamente comune tra i viaggiatori estremi e aiuta anche a evitare gli sprechi. Circa un terzo del cibo prodotto a livello mondiale viene sprecato.

32. Visita il mercato locale

Visita il mercato locale che spesso offre prezzi estremamente competitivi, rispetto ai supermercati, specialmente su prodotti freschi come frutta e verdura. Sono inoltre luoghi estremamente interessanti da visitare dove puoi entrare in contatto con la gente e la cultura del Paese in cui ti trovi.

Altri consigli utili

 

33. Partecipa alle attività gratuite del tuo ostello

Se dormi in ostello allora partecipa alle attività gratuite che vengono proposte! Spesso gli ostelli organizzano attività per far socializzare i propri ospiti – corsi di ballo, lezioni di cucina e molto altro ancora.

34. Unisciti a un free walking tour

Questi tour sono diventati estremamente popolari negli ultimi anni e si trovano in quasi tutte le grandi città. Si tratta di un tour a piedi guidato da parte di una persona del luogo. Quest’ultima si aspetta una mancia, ovviamente non obbligatoria, ma decisamente consigliata nel caso tu abbia gradito il percorso. Per trovare informazioni a riguardo digita su Google il nome delle città e l’aggiunta “free walking tour”.

35. Smettila di buttare i tuoi soldi in fumo e alcol

L’alcol e le sigarette uccidono il budget. Se proprio non sai resistere a qualche drink in compagnia allora compralo al supermercato. Spesso gli ostelli consentono di bere il proprio alcol a patto che non sia presente un bar all’interno della struttura, in quel caso, fatti furbo!

36. Spesso il prezzo è trattabile

Negozia il prezzo! Specialmente in Paesi in via di sviluppo, tutti i prezzi sono trattabili, dalle tariffe dei taxi, ai souvenir, dai tour a molte altre cose! Non essere timido ma soprattutto non farti troppi problemi, per molte culture il “negoziare” non è visto come segno di maleducazione. Un consiglio? Fingi sempre di essere vagamente interessato e gli sconti non tarderanno ad arrivare.

negoziare il prezzo in alcuni paesi è normale.

37. Visita l’ufficio turistico

Gli uffici turistici che puoi trovare in molte città mettono a disposizione mappe ed informazioni in abbondanza, il tutto completamente gratis.

38. Fai volontariato

Lavorare in cambio di vitto e alloggio in qualche comunità, fattoria o semplicemente dietro qualche reception di un ostello in cambio di un letto gratis sono pratiche estremamente comuni. Workaway è probabilmente la piattaforma più usata per questo tipo di offerte, wwoofing è un altro sito che mi sento di consigliare.

39. L’unione fa la forza

Che tu stia viaggiando con un gruppo di amici, il tuo partner o semplicemente con persone conosciute il giorno prima, approfittane! Noleggiare un auto, condividere un taxi, chiedere uno sconto per il tuo alloggio o semplicemente cucinare, se fatto in gruppo alla lunga ti farà risparmiare un sacco di soldi.

40. Evita i tour organizzati

Evita qualsiasi tour a meno che non sia l’unico modo per fare una determinata attività. Mi è capitato spesso di sentirmi dire “hai bisogno di una guida per fare questo o quello”, spesso si tratta solo di puro marketing.

Uno dei mille esempi che potrei farti è l’escursione al Pico do Papagaio a Ilha Grande in Brasile per vedere l’alba. Il tour costa 135 reais (32€ al cambio attuale) inutile dire che con la mia torcia e il supporto di maps.me l’ho fatto per 0€ dopo che mi era stato sconsigliato perché avrei potuto perdermi nella giungla di notte.

Se hai qualche altro consiglio utile, o hai bisogno di qualche delucidazione, lascia un commento!

Ti è piaciuto il post? Pinnalo!
40 Consigli per viaggiare spendendo poco.



2 commenti
  • mary lou

    40 consigli per viaggiare da barboni … 🙁

    • ilbackpacker

      Meglio viaggiare da barboni che non viaggiare affatto 🙂 In ogni caso sono il primo a dire che alcuni consigli non facciano per tutti ma altri sono validi per qualsiasi tipo di viaggiatore. Buon viaggio 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

*