Come viaggiare sicuri – Trucchi e consigli

«Ti senti al sicuro quando viaggi? E quando sei solo non hai paura?» Queste sono solo alcune delle domande che mi vengono fatte quando la gente viene a sapere che amo viaggiare, da solo e in posti lontani.

Ho conosciuto persone da ogni angolo del mondo con questa mia stessa passione. Tante sono donne che da sole, con lo zaino in spalla, sono partite alla scoperta. In molte mi hanno confessato che spesso si sono sentite più al sicuro in posti considerati “pericolosi” dalla maggior parte della gente, piuttosto che nel proprio Paese.

Sì, è possibile viaggiare e essere al sicuro. Anche se si dorme in posti non a cinque stelle. In Paesi in fase di sviluppo. Anche se non si parla la lingua del luogo e si è soli.

Certo, ci sono Paesi che vengono caldamente sconsigliati a causa delle situazioni governative che stanno attraversando e lì, al sicuro, non vi sentirete e sarete per niente. Se decideste di partire per la Siria domani, vi darei anch’io del pazzo. Scegliere la meta dove andare comporta anche un minimo di studio e documentazione riguardo al pezzo di mondo che si vuole esplorare. Mai partire impreparati e rispettare sempre alcune regole per viaggiare in tutta sicurezza.

Viaggio in maniera indipendente e con lo zaino in spalla e per questo motivo alcuni dei consigli che leggerai di seguito sono indirizzati a persone che prediligono questo modo di muoversi, ma molti dei consigli che andrai a leggere valgono per qualsiasi tipo di viaggio.

PRIMA DI PARTIRE

 

1. Visita il portale viaggiare sicuri della Farnesina

La Farnesina – Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale – mette a disposizione viaggiaresicuri.it, un portale dove puoi trovare informazioni aggiornate riguardanti la sicurezza di ogni Paese. Aprendo la scheda di un Paese specifico è inoltre possibile avere accesso a informazioni davvero utili, quali ad esempio vaccinazioni consigliate o obbligatorie, aree da evitare, condizioni del visto, numero dell’ambasciata, moneta, lingua parlata.

2. Registrati sul sito dovesiamonelmondo.it

Dove siamo nel mondo è un altro servizio offerto dalla Farnesina che permette di registrare il tuo viaggio in modo tale che, nel caso di calamità naturali, crisi politiche o altre situazioni, il Ministero possa fornirti tutta l’assistenza necessaria.

Stipulare un'assicurazione viaggio per gli sport invernali per viaggiare sicuri.

3. Stipula un’assicurazione viaggio

Avere una buona assicurazione viaggio è fondamentale per muoversi in sicurezza. Scegline una che, oltre a offrire assistenza sanitaria, copra anche la responsabilità civile e verifica che tutte le attività che andrai a fare siano comprese (immersioni, trekking sopra una certa altitudine, sport invernali).

Qui puoi trovare un articolo estremamente dettagliato su come scegliere un’assicurazione viaggio completa ed economica. La mia preferita è World Nomads.

4. Assicurati di essere in salute e fai le dovute vaccinazioni

Specialmente per viaggi di lunga durata è bene darsi una “controllatina”. Fai gli esami del sangue, fatti dare un’occhiata a quel ginocchio che ti da fastidio da tempo ecc ecc. Viaggiare può essere estremamente estenuante dal punto di vista fisico, quindi assicurati di essere al cento per cento!

Ancora più importanti sono le vaccinazioni. Per molti Paesi in via di sviluppo è consigliabile fare l’antiepatite A e B. Alcuni Paesi, inoltre, richiedono vaccinazioni obbligatorie come per esempio il vaccino per la febbre gialla. È bene informarsi prima di partire.

In ogni caso ti consiglio di portare con te un kit di primo soccorso. Comprane uno di già pronto o componilo da solo. Qui puoi trovare la lista completa delle cose da portare in viaggio.

5. Supera i ladri in astuzia

Troppo spesso ho visto viaggiatori girare con il classico marsupio nascosto sotto i pantaloni di cui tutti conoscono l’esistenza – sì, proprio tutti! Usa dei metodi alternativi come una cintura con tasca segreta non ancora così nota!

Non tenere mai tutti i tuoi soldi in un unico posto e considera l’idea di portare con te un secondo portafoglio con pochi contanti, una carta di credito scaduta – così da salvare le apparenze – mentre il resto dei contanti riponilo al sicuro da qualche altra parte.

Idealmente dovresti avere i tuoi contanti in almeno due o tre posti diversi.

6. Porta con te almeno due carte e dei contanti di emergenza

Porta con te almeno due carte e tienile in posti separati. Preferibilmente scegli una Visa e una Mastercard e assicurati di abilitarle per l’utilizzo all’estero. Cerca sempre di avere dei contanti di emergenza. Ricorda che i dollari americani sono la moneta internazionale per eccellenza, ma anche gli euro vanno bene.

Le migliori carte per viaggiare

Per viaggiare sicuri conviene sempre portare dei contanti di emergenza.

7. Lascia a casa gli oggetti di valore

Non portare con te collane, anelli e orologi di valore. Capita di sentire anche qui in Italia di persone alla quali vengono strappate collane dal collo. Le probabilità che questo succeda a una persona bianca palesamente straniera che cammina per le strade di qualche Paese in via di sviluppo sono ovviamente più alte.

In generale, evita di portare con te qualsiasi cosa possa attirare l’attenzione di malintenzionati e viaggia il più leggero possibile.

9. Salva i tuoi documenti online

Crea una copia di tutti i tuoi documenti – passaporto o carta d’identità, tessera sanitaria e carte di credito o debito – e salvala online in un servizio di cloud: Dropbox, Google drive o Icloud, Camscanner (disponibile sia per android che per ios è completamente gratuito e fa un ottimo lavoro).

Ti consiglio inoltre di creare un nota utilizzando Google Keep (puoi accederci anche tramite browser senza bisogno dell’app) dove inserire tutti i numeri utili di cui potresti aver bisogno; per esempio i numeri da chiamare per bloccare le carte o quello della tua assicurazione viaggio.

10. Visita la sezione ‘stay safe’ di Wikitravel

Wikitravel è indubbiamente il mio sito preferito quando si tratta di accumulare informazioni su un determinato Paese. La sezione ‘stay safe’ di ogni Paese è sempre ricchissima di consigli su zone da evitare, leggi di cui dovresti essere a conoscenza, tipi di truffe frequenti e molto altro. Dacci un’occhiata e arriva preparato.

DURANTE IL VIAGGIO

 

11. Lascia al sicuro tutto quello che puoi

Se dormi in hotel avrai una camera privata che potrai chiudere a chiave. Mentre se dormi in ostelli usa gli armadietti dove è possibile lasciare al sicuro documenti, contanti, carte, dispositivi elettronici e qualsiasi oggetto di valore, assicurati di portare un lucchetto (meglio se con la combinazione).

Appena arrivi a destinazione metti tutto quello di cui non hai bisogno dentro l’armadietto e porta con te solo i pochi contanti di cui avrai bisogno durante il giorno.

In sostanza, non girare mai con molti soldi in tasca, ma prendi solo il minimo indispensabile in modo tale che se dovesse succedere l’irreparabile le perdite saranno minime.

12. Non lasciare mai i tuoi bagagli incustoditi

Viaggio sempre con uno zaino grande – dove tengo principalmente i miei vestiti – e uno piccolo dove, quando mi sposto, tengo tutte le cose di valore e non perdo mai di vista.

Ti capiterà spesso di separati dallo zaino grande, in autobus per esempio quando dovrai caricarlo separatamente, ma non dare mai a nessuno il tuo zaino piccolo. Tienilo sempre con te, e quando cammini in zone affollate o ti trovi all’interno di una metropolitana posizionalo sul davanti.

Per viaggiare sicuri in metropolitana non perdere mai di vista il tuo bagaglio.

13. Fai attenzione quando prelevi

Evita di prelevare denaro di notte e in zone poco raccomandabili, meglio se lo sportello si trova all’interno di un banca o di un centro commerciale dove la sicurezza è sempre più alta.

Alcuni – forse un po’ troppo paranoici! – mi hanno consigliato di fingere frustrazione all’uscita della banca così, nel caso qualcuno ti stesse osservando, sembrerà che la tua transazione non sia andata a buon fine.

14. Attenzione alle truffe

Fai particolare attenzione ai taxi non ufficiali perché potrebbero portarti in zone dove ti aspetta qualcuno pronto a derubarti di tutto quello che hai o addirittura costringerti a prelevare dei soldi per poi lasciarti in mezzo al nulla.

Il mio consiglio è quello di usare applicazioni come Uber o GrabCar, oppure fai chiamare il taxi direttamente dal personale dell’alloggio dove soggiorni, o nel caso tu sia fuori, da ristoratori o negozianti.

Spesso esiste un tipo di sistema per riconoscere i taxi ufficiali, informati.

Due consigli per viaggiare sicuri in Sud America evitando le truffe:

  • In autobus, diffida di chi per qualsiasi ragione ti chiede di spostare lo zaino piccolo che tieni con te fuori dalla tua vista. Se mentre cammini per strada qualcuno si offrisse di pulire il tuo zaino dopo che ci è magicamente caduto sopra qualcosa di viscido e puzzolente, tienilo ben stretto perché è quasi sicuramente una truffa!
  • Un’altra truffa di cui è stato vittima un mio amico austriaco, è quella della polizia in borghese. Se dovessi essere avvicinato da tizi che si spacciano per tali, rifiutati di seguirli a meno che non venga mandata una pattuglia ufficiale. Fingi di non capire, inventati qualcosa ma stai all’occhio, qualunque sia il Paese nel quale stai viaggiando, la polizia in borghese difficilmente si interessa dei turisti.

15. Trekking ed escursioni

Cerca sempre di essere accompagnato da qualcuno quando ti avventuri in zone isolate, una semplice caduta senza nessuno che ti possa aiutare potrebbe costarti davvero cara.

Comunica sempre a qualcuno le tue intenzioni così se non dovessi rientrare la sera questa persona potrebbe indirizzare i soccorsi nelle giusta direzione.

Un ultimo consiglio che mi sento di dare, è quello di scaricare Maps.me. Questa applicazione, interamente gratuita, ti permette di scaricare le mappe e utilizzarle offline sul tuo smartphone. Le mappe sono in continuo aggiornamento e resterai piacevolmente sorpreso dalla quantità di sentieri tracciati.

Fare escursioni da soli e rimanere sicuri.

16. Attento all’acqua del rubinetto

In molti Paesi l’acqua del rubinetto non è potabile, chiedi alla gente del posto se è consigliabile berla o in alternativa compra dell’acqua in bottiglia.

Per chi ama viaggiare spendendo il minimo indispensabile consiglio di portare una borraccia con il filtro. Nonostante l’investimento iniziale, alla lunga risparmierai un bel po’ di soldi.

Spesso ostelli e hotel mettono a disposizione dei boccioni di acqua potabile.

17. Quando esci la notte

Purtroppo quando ti trovi in un Paese straniero sei l’obiettivo preferito per tutti i tipi di crimini proprio perché sei un turista. Essere ubriaco o sotto effetto di droghe aumenta esponenzialmente il rischio, non esagerare e tieni sempre d’occhio il tuo bicchiere, cosa che può risultare ancora più pericolosa per le ragazze, che potrebbero diventare vittime di molestie.

Se esci da solo cerca di camminare a poco distanza da qualche altro passante, evita di ritrovarti da solo in una zona completamente deserta e considera l’idea di prendere un taxi se non ti senti sicuro.

Se mentre cammini pensi di essere seguito, allora entra in qualche locale o negozio, aspetta e se la sensazione rimane, fatti chiamare un taxi.

In ogni caso, quando esci la sera, porta con te solo pochi contanti, niente carte o documenti importanti. Porta con te l’indirizzo dell’alloggio nel caso dovessi perdere la strada… dimenticarlo è più facile di quello che pensi.

18. Rispetta le leggi e la cultura del luogo

Potresti ritrovarti in grossi guai senza neanche sapere il perchè. Paese che vai, usanze che trovi. Informati prima di partire e nel dubbio se ti è lecito fare o non fare una determinata cosa, evita. Questi ragazzi per esempio sono stati accusati di danza pornografica in Cambogia e ora rischiano fino a un anno di carcere.

Fai particolarmente attenzione all’uso di droghe e alcol. In molti Paesi potresti avere la sensazione che tutto sia tollerato ma appena è il turista a sgarrare la polizia è subito pronta a intervenire e probabilmente a lasciarti andare dopo aver intascato una somma di denaro, spacciata come multa.

Rispetta la cultura del paesi dove ti trovi per

19. Non opporre resistenza

Nel caso qualcuno dovesse tentare di derubarti con la forza, non opporre resistenza per nessun motivo. Solitamente i ladri di strada vogliono solo i tuoi soldi o il tuo cellulare e una buona assicurazione viaggio coprirà il danno subito.

Lo scorso anno, mentre mi trovavo a Medillin in Colombia, un ragazzo giapponese è stato ucciso con un colpo di pistola dopo aver rincorso la persona che gli aveva appena rubato il cellulare. Mantieni la calma, la tua vita è più importante di qualsiasi cosa ti possa venire rubata.

20.Usa il buon senso e segui il tuo istinto

Viaggiare sicuri è soprattutto una questione di buon senso. Quando sei parte di un gruppo o hai bevuto qualche bicchiere di troppo è facile farsi convincere a fare qualcosa di stupido, quindi cerca di essere ludico e non lasciarti condizionare.

È brutto da dire, ma diffida delle persone troppo gentili o di quelle troppo interessate alla tua presenza, cerca sempre di essere diffidente e muoviti con cautela: segui il tuo istinto.

Per concludere, spero di non averti spaventato, le truffe e tutte le possibili situazioni di cui ti ho parlato in questo post purtroppo sono cose reali che accadono tutti i giorni e in ogni parte del mondo, anche qui in Italia.

Non scoraggiarti e non lasciare che la paura freni la tua voglia di esplorare.

Ti è piaciuto il post? Pinnalo!
Come viaggiare sicuri | 20 trucchi e consigli



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

*