Come scegliere la migliore assicurazione viaggio per te

Visti i costi, la tentazione di non fare un’assicurazione di viaggio è alta, tanto non succederà nulla, giusto?

Oppure si cerca di risparmiare il più possibile scegliendo l’opzione più economica senza preoccuparsi di ciò che l’assicurazione realmente copre.

Purtroppo gli imprevisti sono sempre dietro l’angolo e per quelli che dicono: “si ma io sono una persona prudente” rispondo “anch’io lo sono, ma purtroppo non possiamo controllare la gente che ci sta attorno”.

L’assicurazione di viaggio è la cosa più importante da avere prima di partire per un viaggio, con la speranza di non doverla usare mai.

Ti rimborserà le spese mediche in caso di malattia o infortunio, in caso di furti, voli cancellati, bagagli smarriti, e nei casi più estremi pagherà per il rimpatrio della salma o nell’eventualità che un familiare muoia ti rimborserà la spese per tornare a casa.

Mi rendo conto che parlare di queste cose non fa piacere a nessuno e nel 99% dei casi restano solo ipotesi campate in aria, ma se sfortunatamente ti ritrovi ad essere parte di quell’uno per cento allora di certo non ti pentirai di aver scelto una buona assicurazione di viaggio.

L’assicurazione è indubbiamente uno degli aspetti più complessi e intricati di un viaggio, cerchiamo di fare chiarezza cercando di scegliere l’assicurazione più adatta e vantaggiosa.

Passa subito alle assicurazioni viaggio consigliate.

Cosa copre una buona assicurazione viaggio?

Due aspetti imprescindibili:

  • Rimborso delle spese mediche: Tipicamente vengono coperte tutte le spese di ospedalizzazione, spese per visite mediche o farmaceutiche, le spese di trasporto al centro medico e quelle di rientro sanitario.
  • Responsabilità civile: Copre i danni causati involontariamente a terzi.

Come andremo a vedere ci sono altri pregi nell’avere un’assicurazione viaggio, come per esempio il rimborso in caso il tuo volo sia in ritardo o ti venga rubato il bagaglio. Ciò che può far veramente paura sono i costi altissimi in caso di ospedalizzazione in Paesi come gli Stati Uniti, o il rimborso nel caso investiate qualcuno causando delle lesioni gravi. Ecco perché sulle spese mediche e la responsabilità civile non transigo.

Come scegliere la migliore assicurazione viaggio.

Altri aspetti da tenere in considerazione:

Lavoro: I vincoli sono davvero tanti. Dal lavoro esclusivamente non manuale a quello non retribuito (volontariato). Se hai intenzione di lavorare o anche semplicemente fare volontariato assicurati di essere coperto.

Spese di ricerca e salvataggio: possono essere estremamente costose (per darvi un’idea gli elicotteri possono costare più di 100€ al minuto). A volte sono incluse nelle spese mediche mentre altre volte sono una voce a parte. Tieni questo dato in considerazione se parti per un viaggio-avventura in zone remote, percorsi a piedi ecc ecc.

Rimorso per bagagli e oggetti rubati o dispersi: utile specialmente in caso di furti visto che normalmente è la compagnia aerea a emettere un rimborso nel caso il bagaglio venga perso in aeroporto. Non sempre i dispositivi elettronici sono coperti.

Anche se spesso l’unica distinzione geografica viene fatta tra USA/Canada e resto del mondo, fai attenzione perché a volte anche i Caraibi e il Giappone rientrano nell’area geografica USA/Canada. Verifica sempre.

Cosa non viene normalmente incluso?

Essere consapevoli di cosa non include la tua polizza è altrettanto importante.

  • Gli sport estremi come parapendio e bungee jumping
  • Gli sport invernali come lo scii
  • Danni ai veicoli noleggiati
  • Incidenti in stato di ebbrezza o sotto effetto di droghe
  • Cure per condizioni / malattie preesistenti

Domande frequenti sulle assicurazioni viaggio

Assistenza sanitaria per viaggio all’interno dell’Unione Europea?

Se il viaggio è all’interno dell’Unione Europea ti sconsiglio di acquistare un’assicurazione viaggio che preveda l’assistenza sanitaria. Come puoi vedere qui, in quanto cittadino italiano hai gli stessi diritti delle persone assicurate nel Paese in cui ti trovi. Se proprio vuoi qualche copertura extra assicurati di scegliere un’assicurazione che ti dia l’opzione “Europa” come area geografica, così facendo il costo non sarà assolutamente alto. In questo caso io consiglio Columbus.

Quando tempo prima stipulare un’assicurazione di viaggio?

Se sei intenzionato ad acquistare una polizza che preveda un rimborso in caso di annullamento del viaggio, allora fallo il prima possibile così da risparmiarti delle spese che avresti potuto evitare in caso di imprevisti.

La spese mediche sono pagate in anticipo o devo pagare di tasca mia ed effettuare una richiesta di rimborso in seguito?

Compagnie diverse hanno politiche diverse ma se si tratta di vere emergenze e ricoveri prolungati/costosi in ospedale la compagnia assicurativo si fa praticamente sempre carico delle spese in modo diretto a patto che ovviamente si tratti di qualcosa coperto della polizza.

In ogni caso, in caso di incidente consiglio fortemente di contattare la propria compagnia assicurativa il prima possibile in modo da velocizzare le pratiche per i pagamenti / rimborsi ed evitare problemi.

È possibile stipulare una polizza quando si è già all’estero?

Per quanto ne so io le uniche due compagnie a permetterlo sono World Nomads e Globelink (quest’ultima solo nella versione “Already Travelling” che trovi al link) mentre World Nomads non fa alcuna distinzione, qualsiasi assicurazione stipulata con loro vale anche se si è già in viaggio. A grandi linee, per estensioni fino alle tre settimane, World Nomads (che offre una copertura più ampia) è anche più economica mentre sopra le 3 settimane Globelink offre prezzi nettamente più competitivi ma la copertura seppur ottima non è altrettanto completa.

È possibile estendere un polizza mentre si è in viaggio?

In sostanza, come visto sopra le uniche due compagnie a permetterlo sono World Nomads e Globelink.

Assicurazioni viaggio a confronto

Ho messo a confronto le assicurazioni viaggio fornite da 14 compagnie diverse: Europe Assistance, Allianz, Coverwise, World Nomads, Columbus, AXA, Globelink, ERV, Viaggisicuri e Intermundial.

Qui puoi trovare un foglio excel dove le metto a confronto.

Altre assicurazioni viaggio delle quali ho tenuto conto ma non sono presenti nel foglio excel sono: Frontier, Amerigo, Travel Easy e America Express.

Visti i dati e le ricerche effettuate, questi sono i giudizi personali che mi sento di dare:

  • Europe Assistance – Davvero cara rispetto alla concorrenza, senza offrire nulla di più. Io la sconsiglio.
  • Allianz – Niente responsabilità civile, quindi per me è un no a prescindere e sinceramente i prezzi non sono molto competitivi.
  • Coverwise – Massimali davvero bassi per quanto riguarda ricerca/salvataggio e la responsabilità civile. Le spese mediche però sono illimitate e i prezzi sono estremamente competitivi per viaggi di durata fino ad 1 mese.
  • World Nomads – A mio parere è la più completa ma di certo non la più economica, credo però che se parti per un “viaggio avventura” questa è di gran lunga la soluzione migliore. Per quanto ne so io è inoltre l’unica compagnia che permette di assicurare trekking fino a 6000 metri (va aggiunta come attività extra), particolarmente utile per viaggi in Nepal, Bolivia e Perù solo per citare alcuni paesi. Per una recensione completa dai un’occhiata a questo articolo.
  • Columbus – Ottima assicurazione e prezzi competitivi, consigliata.
  • AXA – Senza infamia e senza lode, credo ci siano opzioni migliori a parità di prezzo.
  • Globelink – È un’assicurazione inglese che permette a tutti i residenti dell’Unione Europea di sottoscrivere le loro polizze che personalmente credo siano di gran lunga le migliori sul mercato per rapporto qualità/prezzo. La versione “Backpacker” seppur non assicuri il bagaglio ha tutto quello che una buona assicurazione deve offrire a prezzi semplicemente pazzeschi mentre la versione “Comprehensive” che copre anche il bagaglio, per viaggi più lunghi di un mese, a parità di copertura ha prezzi imbattibili. Se non bastasse è l’unica assicurazione ad offrire una copertura superiore all’anno, arriva infatti a 15 mesi.
  • ERV – Assicurazione non esattamente economica con massimali bassi rispetto alla concorrenza. A parità di prezzo c’è di meglio.
  • Intermundial – Assicurazione completa ma davvero cara rispetto ad altre compagnie.
  • Viaggisicuri – Anche in questo caso assicurazione abbastanza cara. A parità di prezzo c’è di meglio.
  • Frontier – Niente responsabilità civile. Spese di ricerca e salvataggio solo 1500€.
  • Amerigo – Niente responsabilità civile. Spese di ricerca e salvataggio solo 1500€.
  • Travel Easy – Niente responsabilità civile. Spese di ricerca e salvataggio solo 1500€. Queste ultime tre assicurazioni hanno condizioni talmente simili che penso offrano tutte la stessa copertura offerta da qualche grossa compagnia straniera.
  • American Express – Non offre la responsabilità civile.

Assicurazioni viaggio consigliate

Le tre compagnie assicurative che mi sento di consigliare sono:

World Nomads: È indubbiamente la miglior assicurazione per viaggi avventurosi a lungo termine. L’unica nota “negativa” è che le richieste di rimborso sono gestite in lingua inglese il che potrebbe essere un problema per qualcuno, la compagnia mi ha però garantito che il team di assistenza per le emergenze  è invece “multi lingua” e parla quindi italiano. Questo mi è stato ulteriormente confermato da un’amica che mi ha scritto quanto segue:”Ho usato il servizio di assistenza Facebook (cioè scritto su messenger) mentre ero a Singapore e sono stati super disponibili e si, scrivevano in italiano! Il sito è però quasi completamente in inglese.

Columbus: offre prezzi più competitivi, specialmente per viaggi di breve durata ma non è altrettanto completa. Resta comunque un’ottima opzione che mi sento di consigliare. L’unica nota negativa è che per avere la responsabilità civile bisogna scegliere l’opzione assistenza più bagaglio che però non offre copertura su smartphone e tablet. Fai inoltre attenzione perché tutti i Paesi del Centro America fanno parte dell’area geografica USA, Canada e Caraibi.

Coverwise: è un’ottima opzione low cost per viaggi fino a un mese (superato il mese i prezzi schizzano). Le spese mediche sono illimitate, copre la responsabilità civile fino a €25,000.00 e le spese di ricerca e soccorso fino a €5,000.00. In sostanza è perfetta per chi cerca una soluzione economica per un viaggio breve e senza troppe attività “rischiose”.

Globelink : Per viaggi superiori al mese, a parità di copertura ha prezzi semplicemente imbattibili in tutte le sue versioni ma anche sotto il mese ha prezzi estremamente competitivi. Credo fortemente che sia la migliore assicurazione per rapporto qualità/prezzo presente sul mercato. Il sito è interamente in inglese ma anche in questo caso la compagnia mi ha garantito che il team di assistenza per le emergenze è invece “multi lingua” e parla quindi italiano tanto che esiste un numero di emergenza specifico per l’Italia.

Per concludere

Con Worlds Nomads e Globelink non ti puoi sbagliare ma vale sicuramente la pena considerare altre opzioni come Columbus o Coverwise, dipende tutto dal livello di copertura che desideri, dalla destinazione e dalle attività che andrai a fare durante il periodo assicurato.

P.S. Se hai trovato questo articolo utile allora considera l’idea di acquistare la tua assicurazione viaggio tramite uno dei link presenti in questa pagina, facendolo supporti il sito senza alcun costo aggiuntivo per te. Grazie

Ti è piaciuto il post? Pinnalo!

Come scegliere un'assicurazione viaggio economica ed affidabile | polizza viaggio economica | assistenza sanitaria viaggio.



76 commenti
  • mimmo

    esaustivo , indicazioni invitanti….

  • alessandra

    Ciao, grazie per questo bellissimo post e il foglio excel, unico!
    Siamo residenti in Italia ma viviamo in Australia da un anno.
    Faremo 2 mesi in viaggio (Giappone, Filippine, Australia) prima di rientrare a casa (Italia). Anche in questo caso l’unica assicurazione disponibile è World Nomads? I prezzi sono davvero esorbitanti…
    Non capisco se il requisito necessario sia partire dall’Italia o avere la residenza in Italia.

    • ilbackpacker

      Ciao Alessandra, ti confermo che basta avere la residenza in Italia e puoi quindi stipulare l’assicurazione anche quando ti trovi già all’estero, qualche anno fa quando anch’io vivevo in Australia ho avuto lo stesso problema prima di partire per il mio viaggio nel sud est asiatico e ho risolto stipulando la polizza con World Nomads che in effetti è più cara rispetto alla concorrenza ma è anche vero che offre una copertura più completa. Spero di essere stato utile e ti ringrazio per i complimenti. Buon viaggio 😀

  • Stefano

    Buongiorno, Trovandomi a prolungare il soggiorno negli Usa, ho dovuto sottoscrivere una nuova polizza assicurativa, questa volta con World Nomads,
    (Una delle poche disponibili, tra tutte quelle che ho cercato, se ci si trova gia’ in viaggio).
    Dopo circa 10 giorni mi sono ammalato, con raffreddore e dolore all’orecchio sinistro.
    Anche nella prospettiva del volo di ritorno con un orecchio dolorante (un eventuale rottura del timpano in volo non e’ il massimo dalla vita…),
    ho contattato World Nomads: mi hanno risposto che avrebbero FORSE considerato di coprire le spese di una visita medica
    a condizione che gli avessi spedito una copia del mio passaporto. Online ? Senz’altro..alla faccia della sicurezza.
    (E quali altri documenti servono,….. una copia del certificato di battesimo, no ?)
    Paghero’ di tasca mia la visita medica e in futuro staro’ ben lontano da World Nomads

    • ilbackpacker

      Non voglio assolutamente mancarle di rispetto e mi dispiace abbia avuto questa esperienza “negativa” ma personalmente non vedo alcun problema nel mandare una copia del passaporto online alla propria compagnia assicurativa. Se anche dopo averlo fatto si fossero rifiutati di coprire le spese mediche senza una valida motivazione allora a mio parere si potrebbe parlare di esperienza negativa.

  • Silvia

    Ciao e grazie per la guida!
    A metà aprile faremo un viaggio di 2 settimane in Perù con il mio ragazzo. Ho visto i preventivi per Columbus e non sembrano male. Hai indicazioni particolari anche su quando stipularla? Grazie

    • ilbackpacker

      Ciao Silvia! Se volete solo assicurazione medica + bagaglio allora il quando non fa molta differenza se però volete includere anche l’annullamento viaggio (cancellazione) allora fatela subito così se dovesse succedere qualcosa da oggi al giorno della partenza perlomeno siete tutelati.

  • Enrico Vitali

    Complimenti.

    Informazioni complete!!! Mi sento più sicuro nel partire…

  • camelia

    Ciao! Mi trovo attualmente in Canada! Mi sono dimenticata di fare l’assicurazione. Sarei tentata per la Columbus. Non capisco però se posso farla se sono già all’estero. Mi sapresti indicare? oppure se ci sono anche altre assicurazioni da fare se ti trovi già all’estero? Grazie mille

    • ilbackpacker

      Ciao Camelia, per quello che so io le uniche due assicurazioni che puoi stipulare quando ti trovi già all’estero sono World Nomads e Globelink nella versione “Already Travelling”. Nell’articolo c’è scritto ma immagino ti sia sfuggito, buon viaggio 🙂

  • Rosario

    Complimenti, ottima recensione!
    Io mi troverò a fare un MBA di 12 mesi con campus di 4 mesi ciascuno a Dubai, Sydney e Singapore a partire da maggio 2019. Finora ho visto che AXA potrebbe essere interessante e vorrei segnalare che AXA mi ha appena fatto fare un preventivo di un anno multi-viaggio a differenza di quanto riportato nell’excel allegato (che comunque è interessantissimo e, occhio, il tuo link di AXA non ha l’advertisement ;)). Leggendo la recensione mi viene in mente di considerare anche Globelink ma mi chiedo cosa succederà dopo la Brexit. Sul sito di Globelink viene riportato che attraverso dei syndacates di Lloyds tutto resterà immutato se si sottoscrive prima del 29/03, e rimandano al sito di Lloyd’s per i dettagli, ma poi andando lì non trovo nulla. Hai delle info a riguardo? Ammesso che i contratti verranno onorati come indicato, ci sono recensioni di utenti italiani che hanno avuto bisogno di contattare la Globelink in viaggio? Vorrei essere particolarmente cauto visto che porto con me moglie e 2 figli sotto 4 anni.
    Grazie e complimenti ancora.

    • ilbackpacker

      Ciao Rosario, innanzitutto grazie per il tuo commento 😉 Allora, per quanto riguarda Axa, la polizza a cui fai riferimento dura si un anno ma è valida solo per viaggi non superiori ai 31 giorni consecutivi, in sostanza saresti costretto a rientrare in Italia una volta al mese per mantenerla valida. Per quanto riguarda Globelink invece, come hai detto tu per le polizze fatte prima del 29/03 non ci sono sicuramente problemi, poi si vedrà come scritto in questo articolo https://www.globelink.co.uk/articles/travel-insurance-tips/the-countdown-continues-what-does-brexit-mean-for-travel-insurance.html che probabilmente hai già letto. Loro sono decisamente chiari nel dire che non c’è nessun tipo di problema prima di questa data ma se non ti convince ti consiglio di contattarli direttamente e chiedere garanzie.

  • Rosario

    Il numero italiano di Globelink redireziona direttamente in UK e da li mi hanno appena detto che sì, è tutto ok, ma dopo il 29/03 se cambia qualcosa ai termini assicurativi avviseranno per email…. Quindi consiglierei caldamente di non stipulare niente al momento.

    • ilbackpacker

      Ti ringrazio per la segnalazione, manterrò la situazione sott’occhio dopo il 29/03 e modificherò l’articolo se necessario.

  • Rosario

    Ciao, escludendo Globelink, e considerando che siamo una famiglia di 4 persone con 2 bimbi piccoli (niente sport o attività particolari), vorrei chiederti qualche consiglio per un viaggio di 12mesi senza mai rientrare in Italia fra Dubai, Sydney e Singapore? Se possibile, sarebbe bello non svenarsi, visto il preventivo di 2700€ che mi hanno appena fatto da EuropeAssistance, anche se probabilmente, oltre ai prezzi, tu riesci a vedere delle caratteristiche interessanti che me in questo momento sfuggono (vedi p.e. i 31g di AXA…). Condivido con te l’idea che dovrebbe esserci la RC perchè non si sa mai cosa possa succedere in giro per il mondo. Grazie ancora!

    • ilbackpacker

      Ciao Rosario 🙂 Se si trattasse di un singolo individuo la soluzione migliore sarebbe sicuramente Columbus ma trattandosi di una famiglia di 4 non lo posso affermare con certezza in quanto potrebbe essere che a quel punto qualche altra polizza diventi più conveniente anche se personalmente lo dubito. In futuro potrei fare delle ricerche e aggiornare l’articolo/foglio excel ma per il momento posso solo tirare ad indovinare dicendo Columbus.

  • Giovanni

    Ciao Nicola, hai fatto un ottimo lavoro con questo blog, complimenti. Sarà il mio punto di riferimento per i miei prossimi viaggi. Vorrei chiederti se tra le assicurazioni che hai analizzato qualcuna di queste copre anche da eventuali furti durante il viaggio o in hotel o scippo per strada. Grazie

    • ilbackpacker

      Ciao Giovanni! Grazie mille per i complimenti! World nomads copre sicuramente i furti ma solo sotto determinate circostanze, per esempio quando si tratta di un furto dalla camera di hotel devono esserci le prove di uno scasso e la denuncia all’autorità competente. In generale, per quanto riguarda i furti / scippi tutte le compagnie assicurative hanno dei paletti davvero stretti e inoltre mettono sempre un massimale per singolo articolo, se questo è il tipo di copertura a cui sei particolarmente interessato ti invito a leggere con estrema attenzione i fogli informativi.

  • elena

    Ciao, mi suggerisci qualche polizza annullamento all risk? Non riesco a trovare una polizza annullamento che vada oltre i motivi gravi (infortunio/morte/malattia/altre cose gravi certificate). Ho letto che adesso qualcuna aggiunge la anche il motivo “ferie annullate dall’azienda” ma cercavo qualcosa di più easy tipo semplicemente “cambio idea”.

    • ilbackpacker

      Ciao Elena! Mi dispiace ma non sono a conoscenza di nessuna assicurazione che ti rimborsi il viaggio solo in caso di “cambio idea”.

  • Sanczo

    Ottimo confronto !

  • luca

    ciao, grazie dell’articolo dettagliato. Presto partirò per un viaggio (periodo indefinito,qualche mese/un anno) destinazione “mondo” (USA, canada /asia) , la maggior parte delle compagnie di assicurazioni che ho contattato mi hanno detto che non hanno un opzione adatta in quanto le loro “annuali multiviaggio” hanno un limite di circa un mese per viaggio e poi sarei costretto a fare rientro in italia… da quanto ho capito l unica soluzione è world nomads, è corretto?

    • ilbackpacker

      ciao! Anche Columbus e Globelink offrono ottime coperture per viaggi fino a un anno di durata. Columbus però a differenza di Globelink e World Nomads non permette il rinnovo dopo i 12 mesi senza rientrare in Italia.

  • Linda

    Ciao,
    grazie per l’articolo. io e il mio futuro marito ci recheremo in australia e cook per il nostro viaggio di nozze ad ottobre. l’agenzia al momento ci ha proposto la multiasistance plus della intermundial come assicurazione completa, annullamento viaggio con copertura totale più la sanitaria . sinceramente non ho ancora capito se sia buona oppure no in quanto per esempio una cosa che non vedo specificata è la copertua delle spese mediche in particolare dell’ambulanza, essendo queste escluse dall’accordo italia-australia.
    queste assicurazione sembra che ti coprano tutto tranne quello che effettivamente potrebbe succedere. sono molto indecisa e confusa. hai qualche consiglio.
    grazie
    ciao
    Linda

    • ilbackpacker

      Ciao Linda! Ora sono senza pc ma se non ricordo male come dici tu intermundial non include il trasporto ospedaliero o comunque ha massimali ridicoli. Ti consiglio una tra Columbus, world nomads e globelink. Buon viaggio 🙂

  • Giulio

    ciao Nicola, veramente ben fatto questo articolo e soprattutto la tua tabella excel con la comparazione di tutte le polizze. volevo chiederti per un viaggio di coppia da Bali in agosto (1-18) cosa mi consigli? Columbus o AXA? che ho visto che hanno dei buoni prezzi nella versione tutto compreso.

    Grazie per una tua eventuale risposta.
    Saluti,
    Giulio

    • ilbackpacker

      Ciao Giulio, in linea di massima, a mio parare Columbus è un’assicurazione migliore. Grazie per i complimenti 🙂

      Nicola

  • Pier

    Ciao, complimenti per il blog.
    Sono in partenza per Singapore per 3 mesi e vorrei un consiglio su quale assicurazione sottoscrivere considerando che effettuo il viaggio con tanto di valigia rigida contenente bicicletta da corsa in carbonio. Mi sapresti dire se ce un’assicurazione che copre eventuali danni etc..
    Grazie

    • ilbackpacker

      Ciao! Sinceramente non saprei, immagino si tratti di una bicicletta molto costosa e difficilmente le assicurazioni viaggio coprono più di 500€ per singolo oggetto quindi il mio consiglio è di assicurarla a parte ma non ho esperienza in merito.

  • Giada

    Ciao Nicola,

    Grazie per il tuo post molto chiaro ed esaustivo. Io e il mio ragazzo partiremo a meta giugno per il Sud-Est Asia con prima destinazione Vietnam. Da lì in poi abbiamo diverse opzioni possibili, principalmente o proseguire nel nostro viaggio nel Sud-Est Asia o andare in Australia o fare entrambi. Non avendo ancora un itinerario preciso e dovendo ancora prenotare il volo, secondo te quale sarebbe l’assicurazione più adatta a noi e quale le tempistiche migliori per farla (prima di prenotare volo o dopo)?

    Inoltre seguiremo dei progetti sia pagati che come volontari, quindi ci interesserebbe capire cosa copre e non copre l’assicurazione in tema lavoro.

    Grazie mille in anticipo.
    Cari saluti,
    Giada

    • ilbackpacker

      Ciao Giada! Consiglio di stipulare l’assicurazione solo dopo aver prenotato il volo così da avere una data precisa per far partire la polizza. Vi consiglio una tra world nomads e globelink in quanto sono le uniche che potete rinnovare anche se vi trovate già all’estero, la prima copre solo il lavoro non manuale nella versione base e anche il lavoro manuale nella versione Explorer mente la seconda copre qualsiasi lavoro non retribuito. Per quanto riguarda i furti di oggetti elettronici, l’unico modo per dimostrare l’accaduto è tramite una denuncia all’autorità competente del paese in cui vi trovate, entrambe le assicurazioni coprono gli oggetti elettronici ma i massimali per singolo oggetto non sono mai alti.

  • Rocky

    Ciao grazie per la guida. Ho una polizza. Europassistance stipulata dalla societá. Lavoro in Africa – Congo e sto trovando davvero snervante l’approccio della compagnia assicurativa ovvero prima di una consultazione presso la clinica di riferimento devo avvisare prima la mia societa che avvisa l’assicurazione che invia una email alla clinica che fa procedere alla visita solo dopo la ricezione dell’e-mail di Europ assistance. L’altra sera ho deciso di fare un test per la malaria avendo dolori e febbre a 39. Come capirai in certe condizioni hai giusto la forza per recarti in clinica e non il tempo per le email. Risultato pago di tasca mia per fare prima. Per questo vorrei un’assicurazione con la quale ho le “porte aperte” in clinica per i casi urgenti salvo poi fornire tutte le indicazioni all’assicurazione. Mia moglie mi raggiungerá e sará 2 mesi in italia e 2 in Congo. Grazie per la tua opinione e per la polizza che mi consiglierai. Ciao

    • ilbackpacker

      Ciao! Grazie per i complimenti, purtroppo quanto da te descritto è la prassi di tutte le compagnie assicurative. Almeno che non si tratti di una vera e propria emergenza durante la quale non hai fisicamente modo di contattare la centrale operativa, per evitare di pagare di tasca tua devi praticamente sempre ricevere il via libera da parte della compagnia assicurativa. Se stipuli la polizza personalmente perlomeno eviti un passaggio e spesso si tratta solo di passare qualche minuti al telefono/ chat ma non so se ti sia possibile farlo.

  • Gian

    Ciao, grazie per il confronto che hai fatto tra le varie polizze assicurativi. Un’altro criterio che potrebbe essere interessante aggiungere potrebbe essere la franchigia. Mi sembra di capire che non tutte le assicurazioni permettano di avere una franchigia a 0 (dietro pagamento di un quota aggiuntiva) e questo potrebbe essere utile per qualcuno che voglia viaggiare senza dover pagare quei 50-70€ solitamente richiesti come franchigia.

    • ilbackpacker

      Ciao! Ottima idea, appena ho modo di aggiornare l’articolo sarà qualcosa che terrò sicuramente in considerazione. Grazie per il suggerimento 🙂

  • Germana

    Aiutooo! Mio figlio e la ragazza sono studenti in Galles ma residenti in Italia, partiranno da Manchester la prossima settimana per il Messico e non trovo nessuna compagnia che gli stipula una polizza viaggio. Hai qualche consiglio? Grazie mille. Il tuo sito è veramente molto utile e facile anche per una “carampana” come me! Germana

    • ilbackpacker

      Ciao Germana! In questo caso ti consiglio una tra globelink e world nomads. Entrambe posso essere stipulate quando ci si trova già all’estero. Nell’articolo c’è un breve sezione dedicata proprio a questa casistica ma penso ti sia sfuggita 😉 in ogni caso grazie per i complimenti 🙂

  • Marta

    Mi è servito tanto il tuo post! Andavo a prenotare con europ assistance ma visto che è il primo sconsigliato ho guardato Coverwise ed è più economico ancora!! L’ unica cosa è che europ assistance copre anche attentati terroristi. Visto che vado in Egitto….cosa mi consiglieresti?. Grazie mille!

    • ilbackpacker

      Ciao Marta! Personalmente è una voce (il terrorismo) a cui non ho mai fatto attenzione quindi non saprei verso quale assicurazione indirizzarti!

  • Graziano

    Ciao. Notizie e recensioni su AssiVia? Pare l’unica che comprende anche la copertura dell’autonoleggio (ovvero la copertura dell’eventuale quota di franchigia).

  • Graziano

    Assivia nelle condizioni contrattuali è indicata come ERV italiana. Conosci altre assicurazioni che comprendano l’eliminazione della franchigia autonoleggio?

    • ilbackpacker

      No. So che World Nomads nella versione explorer copre i danni nel caso si superino i massimali dell’assicurazione della compagnia di noleggio ma per quanto riguarda l’eliminazione della franchigia non sono informato.

  • fabio

    Ciao e complimenti per l’articolo, davvero bravo, io mia moglie e 2 bambini di 8 e 12 anni faremo ad agosto un viaggio in giro per la Grecia con traghetto e auto al seguito da Bari di 18 giorni , per piacere sapresti indicarmi un assicurazione valida (senza postilli) senza badare al prezzo… dove hai assistenza in italiano e tutto quello che ti serve, perché sui forum se ne leggono di tutti i colori ….. te ne sarei veramente grato. grazie

    • ilbackpacker

      Ciao Fabio! A che scopo ti serve l’assicurazione? La Grecia fa parte dell’Unione Europea quindi siete coperti per quanto riguarda l’assistenza sanitaria.

  • fabio

    in caso di furto, in caso di rimpatrio, non saprei, ho 2 bambini piccoli e mi preoccupo, sapresti consigliarmi?

  • Alberto

    Buongiorno Nicola e complimenti per il tuo articolo e per le utili informazioni.
    Andiamo a Bali tra il 10 e il 25 e stiamo soppesando 2 assicurazioni all inclusive comprensive di cancellazione CoverWise e Worlds Nomad.
    in soldoni Coverwise sembra costare 60/90 euro in più rispetto alla explorer di World Nomad, inoltre WN sembra avere copertura anche in caso di eventi naturali (terremoto, tsunami, ..) e sembra già coprire sport come Surf, Snorkeling, Diving base.
    Invece per Coverwise c’è una parte interessante legata a assicurazione per casa quando sei via (inteventi fabbro, falegname elettricista) e per Familiare (residente nello stesso paese) che abbia problemi di salute. Sulla franchigia si equivalgono, circa 80 € su entrambe senza opzione di annullabilità.
    La tentazione è di scegliere World Nomad, ma anche se io me la cavo con l’inglese, la mia ragazza meno, e poi in caso di emergenze c’è da chiamare un numero australiano, eventualmente con chiamata a carico del destinatario (reverse charge) o ti rimborsano eventuai spese telefoniche sostenute per contattarli.
    Rispetto alle altre assicurazioni le altre sembrano molto poco chiare nei termini e con un’offerta di coperture e messimali inferiore.
    Diciamo che sono frenato dal fatto che non c’è sede legale e call center italiano (magari per questioni di fuso, è però meglio che rispondano dall’australia, quando saremo a Bali).
    Cosa mi consigli? Devo scegliere in fretta per via delle condizioni di annullamento.

    • ilbackpacker

      Ciao Alberto! Io sceglierei World Nomads e per quanto riguarda la lingua inglese non preoccuparti! Il team di emergenza ha persone che parlano italiano, mi è stato confermato sia dalla compagnia che da una cara amica, tra l’altro li puoi pure contattare su facebook senza nessun problema così eviti i costi della chiamata.

  • Michela

    Ciao
    grazie mille per queste informazioni sulle assicurazioni. Noi andremo in Kenya e alla fine abbiamo deciso di optare per Columbus.
    Domanda: se la compagnia aerea dovesse spostarci il volo, e non potremmo più partire per questo motivo, verremmo comunque rimborsati? Inoltre, c’è un tempo massimo entro il quale fare l’assicurazione o si può fare anche una settimana prima di partire?
    Grazie mille

    • ilbackpacker

      Ciao Michela! Di solito pagano il costo di un nuovo volo, in ogni caso leggi il foglio informativo. Potete farla anche il giorno prima ma se volete inserire anche l’annullamento del viaggio allora fatela il prima possibile visto che coprirebbe anche in caso di incidenti o altri imprevisti.

  • Beppe

    Ciao! Sinceri complimenti per l’articolo, non capita frequentemente su Internet una chiarezza e trasparenza tale! Mia figlia 21enne deve soggiornare in Francia per un approfondimento di francese per un mese. Cosa mi consiglieresti? Grazie e ancora complimenti!

    • ilbackpacker

      Ciao! A che scopo ti serve l’assicurazione? La Francia fa parte dell’Unione Europea quindi si è coperti per quanto riguarda l’assistenza sanitaria. Se vuoi qualche copertura extra, dai un’occhiata a Columbus che offre un’opzione solo Europa.

  • Elena

    Ciao! Innanzitutto grazie per il tuo ottimo lavoro e le informazioni dettagliate, i tuoi consigli sono veramente presioni!
    A fine settembre partirò per il Perù per 3 settimane con il mio ragazzo. Volevamo fare il solito tour del sud del Perù, includendo qualche trekking nelle zone del Colca Canyon, Cuzco (montagne arcobaleno etc..). Pensavamo di escludere la foresta amazzonica per motivi di tempo. Dal momento che si tratterà di fare delle camminate in quota, consigli World Nomads a prescindere o pensi che andare con Columbus sia rischoso? Ti ringrazio molto!

    • ilbackpacker

      Ciao Elena! Grezie per i complimenti 🙂 Personalmente opterei per world nomads, è più cara ma almeno vi copre in ogni momento del vostro viaggio, 3500 metri, limite di Columbus, lì superate sicuramente alle montagne arcobaleno e potrebbe accadere anche in altre situazioni,

  • Beatrice

    Bellissimo articolo ed excel utilissimo, stavo per farne uno io per la disperazione! Grazie mille!

  • antonio

    ciao sono antonio volevo sapere se la globelink copre anche gli eventuali incidenti in motorino, e fino a che cilindrata? io dovrei partire ad ottobre, cambiera’ qualcosa con la brexit? grazie attendo risposta

  • Ercole

    Ciao, bellissimo articolo e veramente utile. siamo famiglia (4) tutti adulti, che andra’ a breve in Cambogia per 3 wk. copertura annullamento volo aihme’ gia’ fatta con Europ Assistance. Ho bisogno di quella sanitaria, e smarrimento bagagli. Cosa consigli? (Ps. mi hanno proposto una Globy rosso plus, ma mi sembra estremamente costosa..). Grazie 1000 per un tuo feedback

    • ilbackpacker

      Ciao! Potresti fare Columbus assistenza più bagaglio. Grazie per i complimenti e buon viaggio 🙂

  • chris

    Ottimo post. Vorrei qualche consiglio per una assicurazione viaggio, incentrata sulle cure mediche, valida per l’Italia, per due nipotini italiani (10 e 12 anni), nati e residenti all’estero, Giappone, iscritti all’ AIRE e che non hanno ovviamente la tessera sanitaria nazionale. Allianz ed AXA hanno prodotti Schengen con massimali bassi da 30mila o 100mila euro.
    Grazie

    • ilbackpacker

      Ciao! L’articolo è pensato per cittadini italiani quindi non ho la più pallida idea di quali siano le migliori opzioni nel tuo caso.

  • valeria

    ciao grazie per lo sbattimento che ti sei fatto, ho trovato davvero completa la pagina!
    al momento sono indecisa tra columbus e world nomads.. sarebbe per il mio viaggio di nozze, 3 settimane a novembre tra usa e isole cook.
    l’unica cosa su cui ho il dubbio è l’anticipo delle spese mediche per infortuni che non richiedono ricovero; so che con columbus le spese vanno anticipate ma per world nomads non ho trovato questa informazione… tu hai info in merito?
    un’altra cosa, leggevo nei commenti che potrebbero esserci problemi per la brexit, adesso si sa qualcosa?

    grazie mille!

    • ilbackpacker

      Ciao! Grazie per i complimenti 🙂 Anche world nomads richiede l’anticipo in caso di spese modeste, il discorso della brexit vale solo per globelink non world nomads. Se non hai in programma nessuna attività particolare che World nomads copre e Columbus no, scegli Columbus, è più economica.

  • Natalie

    Ciao! Sto organizzando il mio viaggio di 3/4 mesi nel sud est asiatico ovviamente low cost e grazie al tuo articolo ho dato un’occhiata a world nomads e globelink. La seconda è di gran lunga più economica ma non riesco a capire se anche a livello di copertura è nettamente inferiore rispetto alle altre o se comunque ciò che offre è sufficente.

    • ilbackpacker

      Ciao! Globelink è un’ottima assicurazione, a mio parere la migliore per rapporto qualità prezzo, vai tranquilla.

  • Ruben

    Ciao, grazie mille per l’articolo. Vorrei avere un consiglio, io e la mia ragazza il 10 agosto partiremo per 16gg tra Cambogia e Laos. Volevo fare un’assicurazione medica e, leggendo il tuo articolo, sono indeciso tra la Columbus o Coverwise. La Columbus costa quasi il doppio della Coverwise! Data la tua esperienza me ne consiglieresti una piuttosto che l’altra?
    Grazie mille

    • ilbackpacker

      Ciao Lorenzo! Columbus ha massimali più alti, per il resto sono simili, probabilmente coverwise è più che sufficiente specialmente se cerchi un’opzione economica.

  • Silvia

    Ciao, trovo che i tuoi articoli siano sempre molto interessanti. Io e il mio ragazzo andremo in Uzbekistan per 15gg ad Ottobre…tutto fai da noi! Abbiamo prenotato il volo a/r con la Turkish Airlines: si tratta di due voli non diretti che prevedono uno scalo ad Istanbul. Nel biglietto c’è scritto: “I voli sul biglietto devono essere utilizzati in sequenza. Se non sale a bordo di uno dei voli sul biglietto, i voli successivi saranno automaticamente cancellati, compresi i voli di ritorno”. Sai se esiste una assicurazione che copra le spese di acquisto di nuovi biglietti in caso succedano situazioni di questo tipo? Nel caso in cui la perdita di una coincidenza sia imputabile ad un ritardo/cancellazione della stessa compagnia ae