Come funzionano gli ostelli – Domande frequenti

Che tu stia viaggiando a lungo termine o per un week end, gli ostelli sono un fantastico modo per risparmiare e fare nuove amicizie.

Questa guida nasce con l’idea di sfatare alcuni miti legati agli ostelli e rispondere alle domande più frequenti.

Spero di convincere anche i più scettici a provare questo tipo di alloggio che a volte può essere una valida alternativa ai più costosi hotel, senza per forza dover scendere a chissà quali compromessi.

Iniziamo!

Le basi

Cos’è un ostello?

Un ostello è un modo economico e sicuro per alloggiare ovunque nel mondo.

Ciò che contraddistingue gli ostelli sono i dormitori (spesso con letti a castello) , i bagni in comune e il fatto di essere estremamente economici.

Tutte le aree sono condivise – a eccezione del tuo letto! – cosa che li rende dei luoghi altamente sociali dove fare nuove amicizie è all’ordine del giorno.

N.B. Sempre più ostelli hanno anche camere private adatte a coppie, famiglie e gruppi di amici.

Tipi di ostello:

Party hostel: Come dice la parola stessa, questi sono ostelli che fanno della vita notturna il loro pezzo forte, spesso hanno un bar all’interno della struttura, organizzano giochi alcolici ecc. ecc. Sono ovviamente dei luoghi rumorosi e le persone ubriache tendono a essere poco rispettose del sonno altrui, ma se cerchi un po’ di “azione” un party hostel potrebbe fare al caso tuo!

Budget hostel: Questi sono i miei preferiti. Spesso sono gestiti da gente del luogo e non fanno parte di grandi catene. Hanno tutto quello di cui hai bisogno ma niente di più. Un’atmosfera decisamente più calma e rilassata rispetto ai precedenti.

Boutique hostel: Questa sembra essere la nuova tendenza. Sono ostelli lussuosi che non hanno nulla da invidiare a molti hotel: colazioni al top, sale cinema e tutta una serie di servizi che non ti aspetteresti da un ostello. Non mi credi? Dai un’occhiata a questo articolo. Aspetto negativo? Ovviamente il costo.

Working hostel: è un ostello con la funzione di ricercare lavoro per chi vi abita. É una categoria di ostelli molto diffusa in Australia e Nuova Zelanda. Le persone di solito ci soggiornano per un lungo periodo e il clima che si viene a creare è quello di una comunità, dove è facile condividere spazi, pasti ed esperienze di vita.

Ostello ad Ho Chi Minh in Vietnam.Ostello a Ho Chi Minh, Vietnam

C’è un limite di età?

Alcuni ostelli richiedono un’età minima di 16-18 anni, specialmente nel caso sia presente un bar. Altri, invece, un’età massima di 30-35 anni; questi ultimi sono di solito i cosiddetti “party hostel” che vogliono garantire un’atmosfera giovanile e festaiola.

Nella maggior parte dei casi, però, non esistono limiti di età. Se hai qualche dubbio controlla la descrizione della struttura / informazioni generali dove se presente sarà sicuramente specificato oppure contatta direttamente l’ostello.

Ostelli per famiglie?

Nonostante gli ostelli nascano come sistemazioni per giovani, in linea di massima gli ostelli non fanno discriminazioni. In alcuni ostelli mi è capitato di incontrare delle famiglie intere – con bambini al seguito!

Di certo a una famiglia non consiglierei il dormitorio ma una camera privata, specialmente se con bambini piccoli.

Quanto costa un ostello?

I prezzi variano in base al Paese in cui ti trovi: dai 2-3€ a notte di alcuni Paesi nel Sud Est Asiatico e Sud America, ai 20-30€ a notte di città come Londra.

I prezzi sono assolutamente indicativi e dipendono da molti fattori, ad esempio la stagionalità, la posizione e il tipo di ostello.

Per avere un’idea precisa, consulta siti come Hostelworld, Booking e Agoda.

Servizi in ostello

Cosa forniscono gli ostelli?

Dipende dall’ostello, di certo un letto dove dormire, un bagno, lenzuola e coperte (lasciate a casa il sacco lenzuolo/sacco a pelo e non fate gli schizzinosi). Spesso forniscono anche aree comuni, cucina, wifi, servizio di lavanderia, attività, un banco escursioni per i tour, un bar, armadietti ecc. ecc.

ostello base a Magnetic island in Australia.Ostello Base a Magnetic island, Australia.  

I bagni sono in comune?

Se decidi di stare in un dormitorio la risposta è sì, mentre alcune camere private sono fornite di bagno.

C’è da dire che negli ostelli – quelli come si deve – i bagni vengono puliti più volte al giorno e quindi risultano essere molto puliti. In ogni caso, porta delle ciabatte/infradito per fare la doccia.

Ovviamente, le docce, così come i bagni, sono in comune.

N.B. I bagni possono essere misti, ma la cosa dipende esclusivamente dalla struttura.

Dormitori misti. Che significa?

Nei dormitori misti può capitare che maschi e femmine debbano condividere la stessa stanza da letto. Questo tipo di camerate è il più diffuso. E’ comunque facile trovare dormitori esclusivamente femminili, o maschili, e in rari casi ostelli interi solo per ragazze.

Dormire con degli sconosciuti non fa così paura!

La colazione è inclusa in ostello?

Dipende dall’ostello. In alcune strutture c’è la possibilità di averla pagandola a parte.

Quando compresa si tratta spesso di una colazione basica.

Sicurezza in ostello

Furti in ostello?

Al contrario di quello che molte persone credono, i furti in ostello non sono per niente comuni, specialmente se viene usato il buon senso.

La grande maggioranza degli ostelli mette a disposizione degli armadietti, per cui assicurati di portare con te un lucchetto a combinazione – così da evitare di preoccuparsi per la chiave – e vedrai che non succederà nulla!

Negli ostelli si possono lasciare le valigie?

Nel 99% dei casi è possibile lasciare le valigie all’interno di un’apposita stanza. Se per esempio si arriva prima dell’orario di check in o se c’è bisogno di un posto dove lasciarle momentaneamente dopo il check out.

In entrambi i casi, mentre si aspetta viene normalmente garantito l’accesso alle aree comuni.

Regole degli ostelli

La maggior parte degli ostelli ha delle regole più o meno rigide: il silenzio dopo una certa ora, il divieto di bere le proprie bevande alcoliche nel caso ci sia un bar all’interno, ecc ecc.

Normalmente queste regole vengono fatte presenti al momento del check in o si possono trovare nella sezione descrizione della struttura / informazioni generali dei vari siti di prenotazione.

Cosa portare in ostello

Se hai il sonno leggero porta dei tappi per le orecchie e una mascherina. Per la tua sicurezza porta un lucchetto (con la combinazione!), mentre una torcia frontale potrebbe essere utile soprattutto di notte per evitare di accendere la luce e disturbare gli altri.

L’asciugamano non sempre viene fornito, portane uno per sicurezza (possibilmente in microfibra) e un paio di ciabatte per fare la doccia.

Qui trovi una lista completa delle cose da portare in viaggio.

Ostello Casa Elemento e amaca più grande del mondo a Minca in Colombia.

Ostello Casa Elemento, Colombia.

Vita in ostello

In generale l’atmosfera è davvero rilassata e amichevole, specialmente in ostelli piccoli ti sentirai come se fossi parte di una famiglia, dove perfetti sconosciuti si comportano come se fossero amici da sempre.

Prima volta in ostello?

C’è una prima volta per tutto, scegli un buon ostello e vedrai che questi luoghi, snobbati da molti, possono offrire un livello di comfort e pulizia più alto di molti hotel.

Ciò che li rende davvero unici è senza dubbio l’aspetto sociale che non è nemmeno paragonabile all’atmosfera di un hotel. Cerca di non essere eccessivamente riservato e vedrai che la maggior parte delle persone è più che disposta a chiacchierare e fare nuove amicizie, anche nel caso fosse presente una barriera linguistica.

20 consigli utili per viaggiare da soli.

Come sopravvivere in ostello?

Sopravvivere è più facile di quanto pensi. Scegli un buon ostello, lascia a casa i pregiudizi e vedrai che gli ostelli non sono affatto male!

 

Ti è piaciuto il post? Pinnalo!

Come scegliere un ostello? Domande frequenti sugli ostelli | cos'è un ostello?



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

*