Partire da soli per un viaggio – 20 consigli utili

Vuoi partire per un viaggio da solo? Fantastico. Secondo me viaggiare, e soprattutto farlo da soli, è la massima espressione di libertà. Puoi fare tutto quello che vuoi, quando e come vuoi: viaggiare da soli significa ritrovare se stessi.

Soprattutto se si tratta del tuo primo viaggio da solo, le paure possono essere tante. È sicuro viaggiare da soli? Mi sentirò solo? Sono abbastanza coraggioso per farlo? Queste sono solo alcune delle domande che probabilmente ti passano per la testa.

Come in tutte le cose l’esperienza aiuta, e dopo aver visitato 23 Paesi in 4 continenti diversi viaggiando da solo per la maggior parte del tempo, credo di averne accumulata un bel po’. Di seguito trovi tutti i miei migliori consigli per partire da solo per un viaggio zaino in spalla, ma più in generale per ogni tipo di viaggio.

In viaggio da soli.

Prima di partire per un viaggio da soli

1. Risparmia

Se stai pensando di partire per un viaggio da solo allora cerca di risparmiare il più possibile prima di partire. È meglio rinunciare a qualche cena fuori e avere i soldi per togliersi qualche sfizio in viaggio. O semplicemente viaggiare più a lungo piuttosto di ritrovarsi completamente al verde una volta tornati, o peggio ancora finirli mentre si è in viaggio.

2. Stabilisci un budget

Se il dove e il come sono importanti per te (quale Paese, che stile di viaggio) allora cerca di capire quanti soldi sono necessari per un viaggio del genere. Se invece come me, viaggiare è più importante del dove o come, allora pianifica il tuo viaggio esclusivamente a seconda della quantità di soldi che hai a disposizione.

I migliori conti per viaggiare.

3. Scegli una destinazione

C’è chi sogna da tempo di visitare un Paese lontano, altri invece vogliono semplicemente viaggiare per conoscere culture e Paesi lontani senza avere una meta precisa, in ogni caso qualunque sia il motivo che ti spinge a viaggiare, cerca di scegliere una destinazione in relazione al tuo budget. Io personalmente tendo a salire sul primo volo economico che trovo.

4. Pianifica il tuo viaggio

Organizza il tuo viaggio raccogliendo tutte le informazioni possibili su luoghi da visitare e attività da fare creando un itinerario. Avere un itinerario di massima ti darà una sensazione di sicurezza ma evita di prenotare ogni cosa con troppo anticipo, sii spontaneo e cerca di essere il più flessibile possibile.

5. Viaggia leggero

Chiunque abbia viaggiato per periodi più o meno lunghi sa che viaggiare leggeri è fondamentale. Questo è di gran lunga il miglior consiglio che ti possa dare per il tuo primo viaggio da solo ma più in generale per qualsiasi viaggio.

Ti consiglio di leggere la mia guida su come viaggiare leggeri.

6. Porta con te un libro

Per molti esiste la paura di annoiarsi quando si viaggia da soli, porta con te un buon libro, scarica un gioco offline sul tuo smartphone o qualsiasi cosa ti intrattenga per sopperire a quei momenti di solitudine che probabilmente prima o poi arriveranno.

In viaggio da soli leggere è importante.

 7. Scegli un’ assicurazione viaggio

Evita di farlo solo nel caso di viaggi all’interno dell’Unione Europea, come spiegato qui. Essendo cittadino Italiano, qualunque sia il Paese europeo nel quale ti trovi, godi degli stessi diritti dei cittadini di quel posto.

Per viaggi al di fuori dell’Unione Europea ti consiglio fortemente di scegliere un’assicurazione viaggio che copra perlomeno le spese mediche. Per approfondire l’argomento e vedere quali sono le migliori al momento, ti consiglio di leggere questo articolo. Mentre per tutti gli altri aspetti che riguardano la sicurezza in viaggio ti consiglio questo articolo.

Una volta arrivato a destinazione

7. Rilassati

Prenditi del tempo per ambientarti, conosci la città e smaltisci il jet lag nel caso di lunghi viaggi. Rilassati.

8. Non aver paura di chiedere aiuto

Se non sei sicuro sulla direzione, su quale autobus prendere o per qualsiasi cosa, non aver paura di chiedere a un passante. Non sapere cosa fare o dove andare, oltre a essere una bruttissima sensazione, può attirare l’attenzione delle persone sbagliate.

Nonostante spesso possa esistere una barriera linguistica, non avere paura, sorridi, sii gentile e vedrai che in qualche modo riuscirai a comunicare.

9. Sorridi

Sorridi sempre e comunque. Sorridere è la lingua universale per eccellenza. Sorridere significa essere disposti ad avere una conversazione, essere gentili e amichevoli. Un semplice sorriso può aprire mille porte.

10. Impara alcune parole nella lingua del posto

“Grazie” e “ciao” spesso sono più che sufficienti. La gente adora vedere le persone sforzarsi di parlare la loro lingua e questo significa avere un interlocutore più disposto all’interazione, qualsiasi sia la ragione.

11. Scegli il giusto alloggio

Scegli un alloggio adatto a chi viaggia da solo. Ostelli, alloggi in famiglia, piccoli hotel a gestione familiare e bed and breakfast sono tutti luoghi dove è notevolmente più facile interagire con altri ospiti e sentirsi meno soli.

Personalmente credo che gli ostelli siano di gran lunga la soluzione migliore per chi viaggia da solo, economici e nati per essere un luogo di scambio e condivisione sono di per sé un viaggio all’interno del viaggio, e sempre più spesso offrono camere private a chi proprio non è disposto a condividere la propria stanza. Come scegliere un buon ostello? Dai un’occhiata qui.

Viaggiare da soli e conoscere un sacco di gente.

12. Partecipa a tour e attività di gruppo

Partecipare a tour e attività organizzate è un ottimo modo per fare amicizia e conoscere persone con le quali potresti passare il resto della giornata o magari il resto del tuo viaggio. Spesso gli ostelli organizzano delle attività gratuite per far socializzare i propri ospiti, partecipa! Un’altra iniziativa molto comune sono i free walking tour che sono essenzialmente dei tour guidati a piedi di una città.

13. Sii curioso ed esplora

Se ti ritrovi sullo stesso autobus con qualche altro viaggiatore diretto verso qualsiasi luogo poco turistico, o magari stai semplicemente visitando un museo e incontri qualcuno, le speranze che abbiate gli stessi interessi sono alte e volte semplicemente salutando si può dare inizio a una conversazione.

14. Fai l’italiano

Se come me, spesso ti ritrovi a cucinare in ostello per risparmiare mentre stai viaggiando, allora cucina delle dosi abbondanti della tua pasta preferita e offrila agli altri. Non c’è niente di meglio che socializzare davanti a un buon piatto di pasta. Mentre mi trovavo a Perth in Australia ho conosciuto dei ragazzi italiani che vivevano in ostello e preparavano la pizza per tutti quasi ogni settimana, inutile dire che erano ben voluti da chiunque!

15. Cammina

Camminare è gratis, fa bene alla saluta ed è il modo migliore per conoscere un città e la sua cultura. A volte una passeggiata da solo è tutto quello che ti serve. Lasciati immergere nell’atmosfera della città, visita i mercati locali, osserva le persone, siediti nella piazza principale, guarda le vetrine, perditi.

16. Andare a cena fuori da soli

Se esci per mangiare fuori e alloggi in ostello allora considera l’idea di chiedere a tuoi compagni di stanza, o semplicemente a qualcuno che si trova nell’area comune, se si vuole unire. Le probabilità che qualcuno accetti sono alte e mal che vada sarà un ottimo modo per iniziare una conversazione.

Nel caso il piano non fosse un successo e ti ritrovassi a uscire da solo, allora considera opzione alternative come potrebbe essere del cibo di strada o da asporto, oppure compra qualcosa al supermercato da mangiare seduto in qualche parco o piazza; in questo modo non ti sentirai lo “sfigato” che mangia al ristorante da solo.

Se invece ti ritrovi al ristorante a mangiare da solo allora tieniti occupato, programma il giorno successivo, dai una sfoltita alla foto scattate durante il giorno, scrivi un diario di viaggio o inizia a scrivere le cartoline da spedire a casa.

Mentre sei a mangiare da solo occupa il tuo tempo programmando il giorno sucessivo.

17. Usa il trasporto pubblico

A volte usare il trasporto pubblico non è la soluzione più pratica ma è quasi sempre la più economica. Salire sulla metropolitana di Città del Messico o su qualche chicken bus in Centro America sono esperienze indimenticabili che ti aiuteranno a comprendere a fondo la cultura del luogo.

Nel caso di località poco turistiche potresti avere delle interessanti “conversazioni” con il tuo vicino di posto, assistere a scene altrettanto interessanti e più in generale vivere un’esperienza completamente diversa da quella che avresti a bordo di qualche autobus turistico.

18. Non aver paura di rimanere solo

L’idea di rimanere da solo per la maggior parte del tempo può essere inquietante ma non pensarci troppo, potresti finire col amare la tua compagnia e nel caso sentissi il bisogno di socializzare, puoi sempre sederti al tavolo con qualcun’ altro nella tua stessa situazione.

Molti dimenticano che specialmente in ostello, la maggior parte delle persone sta viaggiando da sole. Ti capiterà di avere la sensazione che un certo gruppo di persone si conosca da una vita, ma più probabilmente si saranno conosciuti tutti il giorno prima! Vedrai che allora saranno più che disposti a socializzare anche con te. E poi, se qualche sera ti ritroverai da solo a guardare un film non ci sarà nessun problema. Anche se fossi a casa non usciresti ogni sera, giusto?!

19. Non dimenticare di fare foto

Immortala il momento, ma non esagerare! Famiglia e amici non vedono l’ora di vedere le tue foto e sentire le tue storie, ma non farti prendere la mano e ricordati di vivere il momento. Un giorno tra qualche anno riguarderai quelle foto, i ricordi riaffioreranno e sarai grato di averle scattate.

20. Lasciati andare

Anche se ti sentirai solo, scoraggiato, frustrato, non perdere di vista tutte le cose positive che un’esperienza del genere porta con sé. Dal cambiare idea ogni 10 minuti senza dover rendere conto a nessuno, al mangiare come, quando e cosa vuoi, scoprirai che i vantaggi del viaggiare da soli sono moltissimi, e assaporerai il vantaggio principale: libertà allo stato puro.

Viaggiare con famiglia e amici è ovviamente piacevole ma questo non vuol dire che viaggiare da soli non sia altrettanto divertente. Non lasciare che le tue paure e insicurezze ti fermino dal partire per quella che potrebbe essere una delle esperienze più belle della tua vita. Grazie alla tecnologia qualunque cosa della quale potresti aver bisogno e qualunque persona di cui potresti sentirne la mancanza è probabilmente a portata di smartphone!

Ti è piaciuto il post? Pinnalo!
Partire da soli per un viaggio | 20 consigli



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

*