Viaggio in Guatemala fai da te

Il Guatemala è una delle destinazioni più popolari in centro America, probabilmente seconda solo al Messico (tecnicamente fa parte del nord America) e Costa Rica che sono destinazioni battute ormai da anni.

È un Paese ricco di cultura, architettura coloniale, vulcani, laghi, dense foreste e alcuni tra i siti maya più impressionanti della regione, Tikal su tutti. Può tranquillamente essere visitato in un un singolo viaggio o anche essere combinato con i vicini Messico e Belize.

Ho passato un mese girando per il Paese zaino in spalla e in questa guida troverai un sacco di consigli ed informazioni utili per organizzare al meglio il tuo viaggio.

Menu rapido

Il tempio del giaguaro a Tikal

Il tempio del giaguaro a Tikal.

Quando visitare il Guatemala

Il Guatemala ha in gran parte un ottimo clima. È infatti spesso definito “il Paese dell’eterna primavera”: gran parte del territorio nel centro ed est gode di temperature piacevoli durante il giorno e fresche la notte questo soprattutto grazie all’altitudine tra i 1300 e 1600 metri di molte città e regioni, tra cui Guatemala City, Antigua e il Lago Atitlan.

Discorso diverso va fatto per l’area nord e nord est del Paese, dove è caldo e umido praticamente tutto l’anno.

Per quanto riguarda le precipitazioni, ci sono due stagioni ben distinte:

La stagione delle piogge, che va da maggio a ottobre, dove comunque le piogge sono spesso e volentieri concentrate nell’arco di poche ore nel pomeriggio.

La stagione secca che va da novembre ad aprile è invece caratterizzati da giornate soleggiate e cieli azzurri.

Detto questo, io ho visitato il Paese a cavallo di agosto e settembre quindi vicino al picco della stagione delle piogge (settembre-ottobre) e devo dire che nonostante qualche acquazzone pomeridiano la situazione è sempre stata estremamente vivibile.

Semuc Champey vista dall'alto

Semuc Champey vista dall’alto.

Documenti e vaccinazioni per entrare in Guatemala

I possessori di passaporto italiano ricevono un visto turistico della durata di 90 giorni nel momento in cui entrano nel Paese.

N.b. Guatemala insieme a Nicaragua, Honduras ed El Salvador fa parte del CA-4, un accordo tra questi quattro Paesi che prevede un soggiorno massimo di 90 giorni. Se quindi per esempio passi 40 giorni in Nicaragua poi vai in Honduras per altri 20 giorni e in El Salvador per altri 20 prima di entrare in Guatemala, ti saranno dati solo 10 giorni di visto nel momento in cui entri in Guatemala.

È possibile rinnovare il visto per altri 90 giorni per l’intera regione semplicemente attraversando il confine verso Messico o Belize a nord e Costa Rica a Sud via terra oppure qualsiasi altro Paese in aereo anche in giornata facendo la cosiddetta “visa run”.

In alternativa è possibile rinnovare il visto per altri 90 giorni in un ufficio dell’immigrazione di uno dei quattro Paesi; questo processo può essere fatto una sola volta, il costo varia in base al Paese.

Il Guatemala ufficialmente richiede la vaccinazione contro la febbre gialla se si è stati di recente in un Paese a rischio (gran parte del sud America e dell’Africa centrale) negli ultimi 11 giorni. Questo controllo sembra essere discrezionale ma se provieni da uno di questi paesi fare la vaccinazione è consigliabile in modo da evitare problemi, Epatite A e Epatite B sono sempre consigliate.

Eruzione del vulcano Acatenango

Il vulcano Fuego visto dalle pendici del vulcano Acatenango.

Cosa fare e vedere in Guatemala

Come vedi nella mappa, le principali destinazioni turistiche sono tutte raggruppate a sud, il che rende gli spostamenti mai troppo lunghi eccetto per Flores a nord.

In questa guida i prezzi sono espressi nella moneta locale. La moneta ufficiale del Guatemala è chiamata “Quetzal guatemalteco” abbreviata con “GTQ” o semplicemente “Q”.

Il cambio, al momento della pubblicazione di questo articolo, è 1€ = 9GTQ. Per il cambio attuale ti consiglio di dare un’occhiata a questa pagina.

Cosa vedere in Guatemala

Guatemala City

Guatemala City è diventata la capitale del Paese dopo che la vicina Antigua andò quasi completamente distrutta dal terremoto del 1773. Con una popolazione di tre milioni di abitanti circa è ora la città più grande del centro America.

La città non ha particolare punti di interesse tanto che molti viaggiatori, una volta atterrati, salgono sul primo autobus diretto alla vicina Antigua. Io ci ho dovuto passare un paio di giorni per cercare di sistemare un problema con la mia carta di debito e devo dire che in effetti la città non è particolarmente interessante.

Se comunque ti avanza una mezza giornata fatti un giro in centro. Plaza de la constitución con il palazzo nazionale della cultura, la catedral metropolitana e il vicino mercado central non sono affatto male così come la vivace strada pedonale “sesta avenida”. In ogni caso una giornata credo sia più che sufficiente.

Dove dormire a Guatemala City?

El Poeta, ottimo ostello a due passi dal centro, ambiente pulito, staff estremamente cordiale e buona colazione inclusa, il tutto a meno di 5€ a notte. Ci sono anche un paio di camere private.

La cattedrale metropolitana di Guatemala City

La cattedrale metropolitana di Guatemala City.

Antigua

La città di Antigua Guatemala, oggi conosciuta semplicemente come Antigua – che letteralmente significa antica – prende questo nome in quanto vecchia capitale del Paese. La città è indubbiamente la principale destinazione turistica del Guatemale e una delle città coloniali meglio conservate dell’intero centro America.

Cosa fare e vedere ad Antigua

Ovviamente dovresti passare almeno una giornata a girare per le strade di questa bellissima città. Il centro storico è davvero compatto e si può facilmente girare a piedi, per completare la giornata consiglio di salire al Cerro de la Cruz che dista solo due chilometri dal centro: al termine di una breve salita si ha una bellissima vista sulla città con il vulcano sullo sfondo.

Consiglio inoltre di visitare il mercato locale anch’esso poco distante dal centro. Ora vediamo alcune attività da fare nei dintorni.

Vulcano Acatenango

Il vulcano Acatenango non è altro che il luogo ideale per osservare le frequenti eruzioni del vicino vulcano Fuego, particolarmente popolare è l’escursione di due giorni che permette di vedere le eruzioni di notte comodamente seduti al campo base, posizionato a pochi chilometri di distanza in linea d’aria. Uno spettacolo unico al mondo e senza dubbio una delle mie esperienze preferite durante il mio viaggio in centro America.

Il tour offerto da diverse compagnie è standard e inizia al mattino con trasporto da Antigua all’inizio del sentiero da dove comincia l’ascesa al campo base. Il percorso non è proprio una passeggiata in quanto sono quasi 1500 metri di dislivello ma qualsiasi persona in discreta forma non dovrebbe avere problemi.

Il sentiero che porta alla cima del vulcano Acatenango

La parte iniziale dell’ascesa.

Si passa la notte al campo base appena sotto la cima del vulcano Acatenango ammirando le frequenti piccolo eruzioni e i lapilli che una volta sceso il sole danno vita a uno spettacolo unico. Il vulcano è da anni particolarmente attivo ma può succedere ci siano dei periodi di poca attività, personalmente durante la notte ho assistito a decine di eruzioni.

La mattina seguente ci si sveglia presto e si sale fino alla cima del vulcano per ammirare l’alba prima di riscendere a valle. Il costo va dai 200 ai 300Q tutto incluso, alcune compagnie hanno l’attrezzatura pronta al campo base (tenda e sacchi a pelo) altre invece ti chiedono di portarle nello zaino. Anche la qualità del cibo varia molto, io sono andato con il tour offerto da questo ostello, ottimo cibo e tende già montate al campo base, tutto sommato lo consiglio.

N.b. Se hai la tua attrezzatura da campeggio sappi che potresti fare l’escursione per conto tuo. Raggiungere in autobus l’inizio del sentiero non è difficile e ti basterà pagare 50Q per accedere al parco, sulla cima del vulcano c’è pure un bivacco di recente costruzione.

alba sulla cima del vulcano Acatenango

Alba sulla cima del vulcano Acatenango con vista sul vulcano Agua.

Vulcano Pacaya

Si tratta di un’escursione meno impegnativa e per questo molto popolare, può tranquillamente essere fatta in giornata da Antigua. Il tour dura di solito mezza giornata, con ascesa alla base del cratere (non è più possibile salire fino in cima) della durata di 1-2 ore, a seconda del passo.

Praticamente tutte le agenzie di Antigua offrono il tour che è più economico del fai da te perché non è possibile salire senza una guida, che all’entrata costa 200Q più 50Q.

Da Antigua è inoltre possibile visitare nei dintorni alcune piantagioni di caffè, Finca Filadelfia è particolarmente popolare. Ci sono anche moltissime scuole di spagnolo e di cucina.

Dove dormire ad Antigua?

La competizione è altissima e ci sono parecchi ostelli e hotel a ottimi prezzi. Uno di questi, anche se un po’ fuori dal centro, è Villa Esthela.

Come raggiungere Antigua?

Dall’aeroporto di Guatemala city ci sono shuttle bus diretti che partono di frequente fino alle 20:00 al costo di 80Q, in bus sono solo 10Q ma il terminal degli autobus non è proprio vicino. Da Lago Atitlan credo ci sia qualche rara connessione diretta ma passando per Chimaltenango le connessioni sono frequenti.

Per le strade di Antigua in Guatemala

Per le strade di Antigua.

Lago Atitlan

Il lago Atitlan è un bellissimo lago circondato da montagne e ben tre vulcani, ci sono un sacco di villaggi lungo le sponde ognuno con un’atmosfera differente e attività diverse.

Io ho passato un paio di giorni a San Pedro, la destinazione più gettonata dai viaggiatori zaino in spalla, in ogni caso tutti i paesi si possono tranquillamente raggiungere con le numerose barche che fanno avanti e indietro.

A San Pedro, la maggior parte degli ostelli si trova lungo le rive del lago dove c’è anche una discreta vita notturna mentre più a nord, dove si trova il centro e il mercato del paese, l’atmosfera è più caratteristica, con meno turisti che girano per le strade.

In generale nel lago e dintorni è possibile fare trekking, scalare vulcani (San Pedro, Atitlan e Toliman), noleggiare un kayak e molte altre attività all’aperto.

Per farti un’idea del luogo, ti consiglio di dare un’occhiata a questa guida del lago atitlan e i suoi 7 villaggi.

San pedro vista dall'alto con il Lago Atitlan sullo sfondo

San Pedro vista dall’alto.

Come raggiungere il Lago Atitlan?

Da Panajachel, il paese più turistico e sviluppato lungo le rive del lago, partono bus diretti verso Guatemala City ogni ora circa e c’è anche una corsa giornaliera verso Antigua. Da Panajachel ci sono poi barche verso tutti gli altri villaggi. Questo è il modo migliore per raggiungere i paesi della riva est.

Se però sei diretto verso San Pedro/San Marcos, quindi la parte ovest del lago, partendo da da Antigua segui questo itinerario: bus Antigua-Chimaltenango, qui scendi e prendi un qualsiasi bus diretto verso Quetzaltenango, scendi al chilometro 148 (bivio verso San Pedro), da qui ci sono bus frequenti verso il paese. Da Quetzaltenango ci sono invece un paio di bus diretti ogni giorno verso San Pedro.

N.b. Questi sono consigli per muoversi con il trasporto pubblico, sappi però che ci sono anche shuttle turistici che coprono queste tratte e possono essere prenotati da qualsiasi agenzia/alloggio, ovviamente sono molto più cari.

Quetzaltenango

Quetzaltenango conosciuta anche come “Xela” è la secondo città più grande del Guatemala e una destinazione ancora poco battuta ma mi sento decisamente di consigliare. È un’ottima base per esplorare gli altipiani del Guatemala, alcuni vulcani, sorgenti termali e molto altro ancora.

Cosa fare e vedere a Quetzaltenango

Il centro storico è carino ma non spettacolare, vale comunque la pena fare un giro per la piazza principale soprattutto la sera quando si anima con bancarelle che vendono cibo di ogni tipo. Un’altra cosa che consiglio di visitare in città è il cimitero, insolitamente colorato e più in generale un luogo davvero interessante, da vedere.

Il colorato cimitero di Quetzaltenango

Il cimitero di Quetzaltenango.

Il vulcano Santa Maria

Il vulcano Santa Maria è il vulcano che domina la città e si può vedere chiaramente in lontananza in un giornata serena. Raggiungere la cima non solo ti darà delle ottime viste sulla città e i dintorni ma ti permetterà di ammirare anche suo fratello minore “Santiaguito”, un vulcano estremamente attivo che si trova a piedi del vulcano Santa Maria sul versante opposto rispetto alla città.

Ovviamente è possibile raggiungere la cima partecipando a un tour, io ho preferito il fai da te: costo dell’escursione meno di 1€! Consiglio di partire la mattina presto. Più tardi arrivi alla cima più è probabile che sia avvolta dalle nuvole.

Per questo l’ideale è prendere il bus delle 6:00 di fronte a Iglesia El Calvario diretto a Llano de Pinal, durata del viaggio 45 minuti circa, costo 2Q. Una volta arrivato a destinazione segui la strada che attraversa il villaggio fino alla fine del villaggio stesso in direzione del vulcano, qui inizia il sentiero, la prima parte può essere difficile da seguire in quanto ci sono un sacco di diramazioni. Scarica maps.me o chiedi aiuto a qualche locale nei campi e non dovresti avere nessun problema. Conta due/tre ore per salire e un’ora e mezza/due per scendere.

Il sentiero che porta alla cima del vulcano Santa Ana.

Il sentiero che porta alla cima del vulcano Santa Ana.

Terme Las Fuentes Georginas

Queste terme poco distanti dalla città, immerse nella foresta con una nebbiolina pressoché costante, sono un ottimo modo per recuperare da un escursione al vulcano Santa Maria o più in generale per passare una giornata di relax.

Anche in questo caso sono offerti dei tour, ma come sempre ho preferito il fai da te. Raggiungere le terme dal centro di Quetzaltenango è davvero facile, prendi il bus diretto a Zunil all’incrocio tra Avenida 9 e Calle 10, passano ogni 10 minuti circa, costo 5Q.

Una volta sceso dall’autobus probabilmente ci saranno già dei taxi e tuk tuk pronti a offrirti un passaggio per coprire i 10 km in salita che portano alle terme. Un tuk tuk dovrebbe costare 40-50Q mentre un taxi se condiviso 15Q, fare l’autostop è relativamente facile in quanto c’è una sola strada e le terme sono abbastanza popolari – opzione che ho scelto al ritorno ed è stato davvero facile.

Ad ogni modo una volta arrivato alle terme dovrai pagare l’entrata, che per gli stranieri è di 50Q, consiglio di portarti del cibo perché il ristorante in loco è caro. Cerca di evitare il week end e personalmente consiglio la vasca appena dopo l’entrata sulla sinistra, molto meno affollata di quella principale.

Le terme Fuentes Georginas nelle vicinanze di Quetzaltengo

La piscina principale alle terme Fuentes Georginas.

Vulcano Tajamulco

Parliamo del picco più alto del centro America: 4202 metri di altezza. È possibile salire in giornata partendo da Quetzaltenango (il sentiero inizia a 3000 e quindi sono “solo” 1200 metri di dislivello) ma anche prendendo il primo autobus da Quetzaltenango c’è comunque il rischio di arrivare alla cima quando le nuvole hanno già coperto la vista soprattutto durante la stagione delle piogge.

L’ideale sarebbe fare un’escursione di due giorni dove si dorme in un campo base appena sotto la cima e si sale a vedere l’alba il mattino seguente, potresti farlo anche in solitaria se hai una tenda (l’inizio del sentiero si raggiunge facilmente in bus) oppure ti puoi rivolgere a un’agenzia locale: 400-500Q per trasporto, cibo, attrezzatura e guida. Qui un’agenzia no profit nota.

Io volevo andarci in giornata ma durante la stagione delle piogge non aveva senso perché sarebbe stato sicuramente nuvoloso nella tarda mattinata e non volendo partecipare al tour ho rinunciato.

Vulcano Chicabal

L’ultimo vulcano della lista, questa volta con un lago all’interno del cratere. Si tratta di un’escursione breve che però è meglio cominciare la mattina presto, in quanto come sempre nella tardi mattinata arrivano le nuvole.

Il microbus parte all’angolo tra Avenida 15 e Calle 7 passano regolarmente a partire dalle 6:00, chiedi di scendere alla Laguna Chibal, 6Q scritta “Chile Verde”. Una volta sceso all’intersezione a San Martin, l’inizio del sentiero si trova poco distante, è tracciato su maps.me. L’entrata alla laguna costa 25Q.

Manifestazione per le strade di Quetzaltenango

Sfilata per le strade di Quetzaltenango.

Dove dormire a Quetzaltenango?

Casa Saibel è un bellissimo ostello a due passi dal centro in una bellissima casa coloniale, atmosfera rilassata. Anche il vicino Kasa Kiwi è davvero carino, l’atmosfera è più movimentata.

Come raggiungere Quetzaltenango?

Quetzaltenango ha collegamenti diretti praticamente verso molte altre possibili destinazioni a sud: Panajachel, San Marco, Antigua, Guatemala City se invece come me arrivi o vuoi proseguire verso Semuc Champey con il trasporto pubblico dai un’occhiata a questo post. Io ho seguito le istruzioni e non ci sono stati problemi. È un lungo viaggio, forse possibile in un giorno, io sono partito troppo tardi ed ho dovuto passare la notte ad Uspantan.

Se usi il trasporto pubblico sappi che il terminal di Quetzaltenango si trova abbastanza distante dal centro, in taxi sono 40Q ma se attraversi il mercato, che si trova a lato, sbuchi fuori su una strada con minibus verso il centro per 1-2Q.

N.b. Come sempre, verso tutte le principali destinazioni turistiche, ci sono shuttle molto più cari dei “chicken bus”.

Chichicastenango

Chichicastenango è famosa per avere il mercato più grande di tutto il centro America. Il mercato principale si tiene il giovedì e la domenica ma è comunque in parte sempre presente.

Molti lo visitano in giornata da Antigua o il Lago Atitlan, io personalmente non ci sono stato (di mercati ne avevo già visti abbastanza!) ma se sei interessato credo possa essere una bella esperienza.

Come raggiungere Chichicastenango?

In bus da Antigua passando per Chimaltenango è davvero facile, dal Lago Atitlan passa per los Encuentros.

Il mercato di Chichicastenango

Il mercato di Chichicastenango.

Lanquin e Semuc Champey

Lanquin non è altro che il crocevia per esplorare le vicine piscine di Semuc Champey, un vero e proprio spettacolo della natura.

Le piscine possono essere visitate in due modi. Con un tour dal costo di 130-150Q che include trasporto, guida e entrata a Semuch Champey e vicine grotte, oppure come ho fatto io prendendo i pick up che partono a cadenza regolare dalla piazza principale – 25Q per gli stranieri ma il prezzo è 15Q.

A titolo informativo, il tragitto è su un tratto di strada sterrato, tour economici e pick up in piazza fanno salire anche gente in piedi sul retro, ci sono delle sbarre tutto attorno ed è meno pericoloso di quello che sembra. In circa mezz’ora si arriva all’entrata del parco.

Se opti per il tour fai da te consiglio di cominciare con la salita che porta al mirador (20 minuti circa) da dove si ha una vista pazzesca, per poi scendere verso le piscine dove trascorrere il resto della giornata. L’entrata costa 50Q. È un luogo straordinario, da non perdere!

Le piscine naturali di Semuc Champey

Le piscine naturali di Semuc Champey.

Dove dormire a Lanquin?

Io ho dormito a Vista Verde e lo consiglio, si trova sulla cima di una collina con una vista fantastica e c’è pure una piscina. Nella collina di fronte si trova invece Zephyr Lodge, estremamente popolare, atmosfera più movimentata.

Entrambe le strutture hanno un ristorante in loco che non è proprio economico, il centro del paese dista 15 minuti a piedi.

Come raggiungere Lanquin?

L’unico collegamento frequente è con la vicina Coban. Da Coban ci sono minibus verso Flores (via Syaxche), Rio Dulce e Guatemala city. Come sempre ci sono anche shuttle turistici verso tutte le destinazioni ma ovviamente molto più cari.

Rio dulce

Rio Dulce è un ottimo luogo dove spezzare il viaggio verso la vicina Livingston ma anche Flores a nord. La piccola città non è nulla di che ma ci sono un paio di di luoghi interessanti nei dintorni.

Cosa fare e vedere a Rio Dulce

Castillo De San Felipe

Consiglio di visitare velocemente il forte “Castillo De San Felipe”, un forte costruito dagli spagnoli per difendersi dai pirati, niente di eccezionale ma è ben restaurato ed è all’interno di un parco ben curato.

I minibus partono dall’area vicino al mercato ogni mezz’ora circa, chiedi per il “castillo”, altrimenti potresti camminare, sono circa 3km dal centro. L’entrata costa 20Q.

Il forte di San Felipe a Rio Dulce.

Il forte di San Felipe.

Finca Paraiso

Finca Paraiso, dove si trova la “Cascada con agua caliente”, è un luogo davvero incredibile, si trova in mezzo alla giungla al termine di un breve sentiero, qui le acque termali nascono in cima ad una cascata che è quindi di acqua calda, mentre l’acqua del corso d’acqua sottostante è fredda.

Il mix di temperature è fantastico, si può pure risalire la cascata fino alla fonte d’acqua poco distante, è pieno di “fango argilloso” che alcuni si mettono addosso per pulire la pelle e un locale mi ha mostrato pure delle piccole grotte sotto la cascata stessa, davvero figo!

L’entrata cosa 10Q. Anche questi minibus partono frequentamente dallo stesso punto, costo 15Q, 45 minuti circa. Chiedi di scendere a Finca Paraiso.

Io ho visitato forte e cascata in giornata, se decidi di farlo anche tu, dopo aver visitato il forte puoi semplicemente aspettare il minibus qui senza tornare a Rio Dulce, mentre lo stavo aspettando un camionista gentile mi ha offerto un passaggio senza nemmeno fare l’autostop, ovviamente ho accettato e poi sono tornato in minibus.

La cascata di acqua calda di Finca Paraiso a Rio Dulce.

La cascada con agua caliente.

Rovine Quirigua

Personalmente non ci sono stato in quanto, a detta di tutt,i i siti maya più interessanti e impressionanti sono altri. Ma se sei un appassionato di archeologia non puoi perdertelo!

Per raggiungerlo basta prendere qualsiasi autobus diretto verso sud lungo la CA9, l’entrata delle rovine è lungo la strada, le rovine sono aperte ogni giorno dalle 7:30 alle 17:00, costo 80Q.

Barca verso Livingston e parco nazionale Rio Dulce

Questo è il “tour” che tutti cercano di vendere in città ma più che un tour del parco si tratta di un viaggio in barca sul fiume verso Livingston.

Alcuni lo descrivono come una delle esperienze più belle da fare in Guatemala, altri semplicemente come un viaggio in barca vista giungla, io non l’ho fatto in quanto Livingston non mi attirava ma se hai intenzione di visitare la città allora questa è l’unica forma di trasporto.

Il viaggio costa 125Q sola andata.

Dove dormire a Rio Dulce?

Sono arrivato tardi e ho passato la notte a Posada del Rio, 60Q a testa per una camera doppia. Ci sono però un paio di ostelli, lodge e hotel lungo il fiume e immersi nella giungla che sono davvero carini, si possono raggiungere solo in barca e normalmente hanno kayak per esplorare le aree vicine. Io ho passato una notte a Hotel Casa Perico, lo consiglio anche se il cibo in loco non è proprio economico.

Come raggiungere Rio Dulce?

Come dicevo sopra, da Livingston sono 125Q in barca. I bus da e verso Flores costano 65Q, 4 ore circa. Da e verso Semuc Champey il metodo più veloce è prendere un minibus diretto a Coban e poi scendere all’intersezione della strada che porta a Lanquin.

Livingston

Livingston è una città alquanto particolare, è infatti la città con la più alta concentrazione di Garifuna, un’etnia che discende dagli schiavi africani presente soprattutto lungo le coste di Belize, Guatemala, Honduras e Nicaragua.

Non ci sono personalmente stato, soprattutto per il costo della barca e il poco tempo a disposizione, ho così preferito andare direttamente a Flores da Rio Dulce. Livingston mi è stata descritta da molti come un luogo interessante e con una buona vita notturna, non aspettarti però spiagge spettacolari. Oltre all’atmosfera, l’unica vera attrazione nei paraggi sono le cascate Siete Altares, raggiungibili dalla città anche a piedi..

Sappi inoltre che molti passano per Livingston perché ci sono diverse imbarcazioni che fanno da spola per le isole Key Caulker in Belize, esplorando alcune isole deserte lungo il tragitto. L’itinerario è relativamente conosciuto quindi penso ci siano partenze abbastanza di frequente anche se consiglio di informarsi sul posto.

Livingstone Guatemala

Per le strade di Livingstone.

Come raggiungere Livingstone?

Oltre alle barche di cui ho appena parlato – che arrivano dalle Isole Key Caulker e le due partenze giornaliere da Rio Dulce, 9:00 e 14:00, 125Q – esiste una terza opzione, c’è una barca che parte da Punta Gorda in Belize ogni giorno alle 13:00, più una alle 10:30 solo martedì e venerdì e in senso opposto alle 7:00 e 15:00, 30$.

Flores

Per molti l’unica ragione per visitare questa città è la sua vicinanza alle rovine di Tikal ma anche la città stessa è davvero carina, l’area turistica è infatti costruita su una piccola isola in mezzo al lago Peten Izta, davvero pittoresca con un sacco di edifici coloniali e strade ciottolate.

Cosa fare e vedere a Flores

Oltre alle famose rovine di cui parlerò a breve, ti consiglio di passare almeno un paio d’ore a girare per la piccola isola e le sue strade, particolarmente vivibile la sera quando scende il sole.

La sera consiglio di mangiare lo street food delle bancarelle che si raggruppano lungo le rive del lago sul lato nord dell’isola, ampia scelta e prezzi stracciati.

Inoltre se hai una mezza giornata libera potresti prendere una barca verso l’altro lato del lago e salire al mirador del rey o anche a Jorge’s Rope Swing. Quest’ultimo particolarmente popolare tra i più giovani, ci sono piattaforme da cui saltare e un “corda-altalena”, atmosfera davvero rilassata a 5 minuti di barca da Flores, 15Q, l’entrata invece costa 10Q. Alcuni arrivano in Kayak.

Jorge's Rope Swing sul lago di Flores.

Il “taxi” in arrivo a Jorge’s rope swing.

Tikal

Le rovine maya di Tikal sono indubbiamente le più impressionanti del Paese e forse dell’intera regione. Il sito è molto grande e se vuoi visitare tutti i templi ti servono almeno un paio d’ore. Nonostante l’entrata sia cara considerando gli standard del luogo, se dovessi consigliare un solo sito maya tra tutti quelli che ho visto in centro America probabilmente la scelta ricadrebbe su Tikal.

Detto questo ci sono un paio di opzioni diverse per visitare le rovine in giornata partendo da Flores. Il sito si può raggiungere con il trasporto pubblico, ma io consiglio di affidarsi agli shuttle turistici, molto più rapidi e solo leggermente più cari.

L’entrata al sito costa 150Q, il prezzo dello shuttle andata e ritorno senza guida è di 60Q, con la guida 100Q. Particolarmente popolare è il tour per vedere l’alba all’interno del parco, in qual caso bisogna pagare altri 100Q, sovrattassa per entrare prima dell 6:00.

Io ho scelto il solo trasporto. L’unica cosa che ti consiglio è di visitare il sito la mattina il più presto possibile perché è meno affollato ed è anche meno caldo. Io ho preso il primo (dopo gli shuttle che fanno il tour all’alba) alle 4:30 con arrivo all’entrata verso le 6:00. Ci sono comunque parecchie partenze e per tornare, se non ricordo male, c’erano almeno 3 o 4 opzioni nel pomeriggio.

Le rovine di Tikal a Guatemala

Le rovine di Tikal.

El mirador

Sono stato molto indeciso se visitare questo sito o meno. Infatti per visitare queste rovine Maya che tra l’altro ospitano quelli che sono i templi più grandi finora scoperti (El Tigre e La Danta) bisogna completare un trekking nella giungla per un totale di 5 giorni.

Qualsiasi agenzie a Flores può organizzare l’escursione, i prezzi variano molto a secondo delle dimensioni del gruppo ma aspettati di pagare almeno 150-200 dollari. Il punto di partenza è il piccolo villaggio di Carmelita, se hai un gruppo relativamente grande potresti andare direttamente lì e affidarti a una guida locale senza passare per un’agenzia a Flores.

Bisogna camminare tanto e fa davvero caldo ma il sito deve davvero essere qualcosa di incredibile ancora distante dal turismo di massa. Io un pò per il costo, un po’ perché durante la stagione delle piogge non è consigliato visto che potresti camminare per ore nel fango, ho deciso di passare ma se mai tornerò in Guatemala mi sono ripromesso di farlo.

Dove dormire a Flores?

L’intera isola è tappezzata di ostelli e hotel, io ho dormito in quello più economico che sono riuscito a trovare: Hotel Mirador del Lago (è più un ostello che un hotel), comunque non è male e ha una bella terrazza vista lago e si possono usare i kayak gratuitamente, 50Q a notte.

Come raggiungere Flores?

Verso Coban (Semuc Champey) ci sono minibus (via Syaxche) mentre verso Rio Dulce ci sono bus diretti (4 ore, 65Q). La stazione degli autobus si trova a circa 15 minuti a piedi dall’isola, un tuc tuc non dovrebbe costare più di 5-10Q.

Ovviamente, come quasi in tutto il centro America, ci sono anche degli shuttle turistici che fanno avanti e indietro tra le varie destinazioni più gettonate e bus notturni di ottima qualità verso Guatemala City.

Le rovine di El Mirador viste dell'alto

Le rovine di El Mirador viste dell’alto.

Attraversare il confine Guatemala Belize

Ci sono collegamenti diretti da Flores a Belize City con diverse compagnie, 5-6 ore, 180Q circa. L’alternativa più economica è prendere il bus fino al paese di confine (Melchor De Mencos) 2 ore, 30Q, attraversare il confine a piedi e poi prendere un bus diretto a Belize City, 3 ore e mezza, 9B. Dalla capitale si possono poi raggiungere le isole Key Caulker in traghetto, l’intero tragitto può essere fatto in giornata a patto che si parta presto.

Alcuni decidono di passare la notte a San Ignacio vicino al confine per spezzare il viaggio e visitare le vicine grotte.

Attraversare il confine Guatemala Messico

Flores -> Palenque

Autobus da Flores a La Tecnica, 4 ore circa. L’autobus si ferma all’immigrazione prima di proseguire verso il molo dove ci sono barche che attraversano il fiume per 15Q.

Una volta arrivato dall’altro lato ti trovi ufficialmente in Messico, precisamente a Frontera Corozal. Prosegui a piedi verso l’immigrazione poco distante e fatti timbrare il passaporto! Se arrivi abbastanza presto puoi trovare minibus diretti a Palenque, altrimenti prendi un taxi verso questo incrocio dove ci sono minibus che arrivano da sud e vanno a Palenque di frequente.

Quetzaltenango -> San Cristóbal de las Casas

Io non ho fatto questa tratta ma puoi trovarla descritta in dettaglio qui.

Questi sono di gran lunga gli attraversamenti di confine più comuni, si ti interessa attraversare il confine verso Honduras o El Salvador dai un’occhiata alle rispettive guide.

Possibili itinerari in Guatemala

Di seguito elenco possibili itinerari di 2, 3 e 4 settimane, ovviamente prendi ciò che segue come ispirazione e modifica l’itinerario in base ai tuoi interessi/budget!

Itinerario di due settimane in Guatemala

Due settimane non sono moltissime ma sono più che sufficienti per vedere gli highlights del Guatemala.

Mappa itinerario viaggio di due settimane in Guatemala

Antigua (4 notti)

Giorno 1:

Se arrivi a Guatemala City e non è tardi ti consiglio di trasferirti subito ad Antigua.

Giorno 2:

Esplora la città, sali al Cerro de la Cruz.

Giorno 3-4:

Consiglio fortemente l’escursione al Vulcano Acatenango ma se non fa per te considera qualche altra attività, come per esempio il vulcano Pacaya.

Lago Atitlan (2 notti)

Giorno 5:

Trasferimento a uno dei paesi del lago Atitlan, pomeriggio di relax.

Giorno 6:

Goditi il lago e i suoi numerosi villaggi.

Quetzaltenango (3 notti)

Giorno 7:

Trasferimento a Quetzaltenango. Visita il cimitero nel pomeriggio.

Giorno 8:

Vulcano Santa Maria.

Giorno 9:

Terme Las Fuentes Georginas.

Semuc Champey (2 notte)

Giorno 10:

Trasferimento a Semuc Champey.

Giorno 11:

Tour a Semuc Champey.

Flores (2 notti)

Giorno 12:

Trasferimento a Flores.

Giorno 13:

Visita Tikal.

Giorno 14:

Rientro a Guatemala City.

Itinerario di tre settimane in Guatemala

Con tre settimane a disposizione consiglio comunque di seguire l’itinerario di viaggio appena descritto aggiungendo magari Rio Dulce/Livingston tra Semuc Champey e Flores o qualche altra attività lungo le varie tappe come potrebbe essere una visita in giornata al mercato di Chichicastenango partendo da Antigua o il lago Atitlan.

Mappa itinerario viaggio di tre settimane in Guatemala

Come spostarsi in Guatemala

Autobus in Guatemala

Come detto più volte in questa guida, ci sono numerosi shuttle turistici che coprono tutte le principali destinazioni più visitate del Paese ma l’opzione di gran lunga più economica e divertente sono i cosiddetti “chicken bus”.

Questi bus sono degli ex autobus scolastici che a volte possono essere estremamente affollati e non proprio comodi ma nella maggior parte dei casi non sono affatto male e soprattutto sono estremamente economici.

Di solito, oltre al conducente, è presente un “ajudante” addetto a raccogliere i soldi e mettere i bagagli troppo voluminosi sul tetto del bus. Io li consiglio ma per certe tratte, specialmente se hai problemi di tempo, forse è preferibile prendere uno shuttle.

Chicken Bus Guatemala

Chicken bus.

Taxi in Guatemala

In città alcuni taxi usano il tassametro ma non sono così comuni, assicurati quindi di stabilire la tariffa prima di salire a bordo in modo da evitare problemi magari chiedendo al tuo hotel/ostello qual è il prezzo corretto per una determinata tratta. Uber funziona sicuramente a Guatemala City.

Voli interni in Guatemala

Gli unici voli interni regolari e che vale la pena considerare sono quelli da Guatemala City a Flores e viceversa, operati da Avianca. Ovviamente gli autobus sono più economici.

Autostop in Guatemala

L’autostop è considerato sicuro ed è abbastanza comune specialmente nelle zone rurali. Ho fatto l’autostop tre volte durante il mio viaggio in Guatemala e due delle quali non è stato nemmeno volontario in quanto stavo aspettando il bus e la gente mi ha semplicemente offerto un passaggio. In generale non dovresti avere problemi ma come sempre usa il buon senso.

Viaggio in Guatemala costi

Quanto costa un viaggio in Guatemala? Davvero poco. Se viaggi utilizzando il trasporto pubblico, dormi in ostello (ma anche hotel economici)mangi dove mangia la gente del posto e non ti affidi troppo spesso a tour organizzati è possibile girare tranquillamente con 25-30€ al giorno di budget.

Per molti la spesa più significativa è probabilmente il volo dall’Italia e per questo ti invito a leggere la mia guida su come trovare voli economici.

Costo dell’alloggio in Guatemala

La maggior parte degli ostelli offre dormitori a partire da 50Q a notte e comunque mai più di 80Q, insomma 5-10€ a notte. Per camere private in ostello aspettati di pagare dai 100Q in su. Hotel economici a gestione familiare spesso sono un ottimo compromesso con camere decenti a partire da 200-250Q a notte.

Costo del cibo in Guatemala

Ottimi pasti per 10-15Q si possono trovare al mercato, in qualche “comedor” o semplicemente per strada. In ristoranti turistici o più di classe aspettati di pagare almeno 50Q.

Un piatto di tostadas

Un piatto di tostadas.

Costo del trasporto in Guatemala

I “chicken bus”, chiamati “camionetas” dalla gente del luogo, sono estremamente economici e in linea di massima costano 5-10Q per ora di viaggio, a volte possono costare anche meno.

Dall’altro canto i shuttle turistici sono molto più cari e possono costare anche 10 volte di più. Per esempio uno shuttle Guatemala City – Antigua costa circa 100Q contro i 10Q del chicken bus.

Viaggio in Guatemala sicurezza

Il Guatemala è sicuro? In linea di massima sì anche se come un po’ in tutti i Paesi dell’America latina esistono ancora problemi legati alla sicurezza soprattutto in alcune aree delle grandi città, come a Guatemala City.

Io mi sono sempre spostato con i mezzi pubblici e camminato spesso e volentieri per le città senza avere nessun tipo di problema, usa il buon senso, dai un’occhiata ai miei consigli e vedrai che il tuo viaggio andrà liscio come l’olio.

Stai organizzando un viaggio in Guatemala? Dai un’occhiata a questi post:

Le migliori carte di debito per viaggiare

Consigli per organizzare un viaggio low cost

Cosa mettere nello zaino

Quale zaino da viaggio scegliere

Per qualsiasi cosa non esitare a lasciare un commento!

Se hai trovato questo articolo utile allora considera l’idea di acquistare la tua assicurazione viaggio tramite uno dei link presenti in questo sito, facendolo supporti il mio lavoro senza alcun costo aggiuntivo per te. L’assicurazione che uso e consiglio è World Nomads.

Ti è piaciuto il post? Pinnalo!
Guida di viaggio per il Guatemala  



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

*