Viaggio in Vietnam fai da te

Il Vietnam è stato l’ultimo Paese che ho visitato durante il mio lungo viaggio nel sud est Asiatico e senza dubbio quello che più mi è rimasto nel cuore, l’accoglienza delle persone, i paesaggi surreali che mutano profondamente da nord a sud, i templi e infine una cucina a dir poco deliziosa.

Ho passato un mese in Vietnam zaino in spalla attraversandolo da nord a sud a cavallo di una moto, è stata un’avventura incredibile e in questa guida troverai consigli e informazioni utili per organizzare al meglio il tuo viaggio… non necessariamente in moto!

Menu rapido

Kayaking nella baia di Halong

L’unico accesso a questa laguna nella Baia di Halong.

Quando visitare il Vietnam

Il Vietnam è un Paese con molti climi diversi che variano profondamente da nord a sud e a seconda dell’altitudine, ma ci sono alcuni mesi all’anno che sono possono essere considerati ideali per visitare interamente.

I mesi da settembre a dicembre (autunno) e da marzo ad aprile (primavera) sono infatti il periodo migliore per andare in Vietnam ed evitare le piogge monsoniche che caratterizzano il resto dell’anno.

Ecco una panoramica del clima a seconda delle regioni:

Sud del Vietnam: la stagione secca va da dicembre ad aprile-maggio e la stagione delle piogge va da maggio a novembre. In ogni caso le piogge sono spesso e volentieri concentrate nell’arco di poche ore durante il pomeriggio e non dovrebbe scoraggiare la visita.

Centro del Vietnam: la stagione la stagione delle piogge inizia verso novembre e finisce generalmente a dicembre – gennaio, anche se in alcune città più a nord, come Hue, può durare fino a febbraio. Agosto – novembre è invece, lungo la costa, periodo di tifoni. In sostanza il periodo migliore per visitare la regione va da febbraio a luglio.

Nord del Vietnam: Il periodo migliore per visitarlo va da ottobre a dicembre, con giornate soleggiate e temperature piacevoli. Dopo inizia a fare “freddo” , inizia la stagione secca che si estende fino ad aprile – maggio. La stagione delle piogge va indicativamente da maggio a settembre.

bambini vietnamiti nei dintorni di Phong Nha

Bambini interessati alle nostre moto nei pressi di Phong Nha.

Documenti e vaccinazioni per entrare in Vietnam

I possessori di passaporto italiano che arrivano in aereo (via terra è sempre necessario richiedere il visto) possono visitare il Paese senza bisogno di richiedere il visto fino ad un massimo di 15 giorni, l’esenzione dal visto per soggiorni massimi di 15 giorni è valida per un ingresso singolo e non è quindi consentito uscire dal Paese e rientrare senza visto, a meno che non siano trascorsi 30 giorni.

Per soggiorni superiori ai 15 giorni, o ingressi via terra, è sempre necessario richiedere il visto in anticipo, fino a 30 giorni è possibile fare richiesta online sul sito ufficiale senza nessun costo aggiuntivo, per soggiorni fino a 90 giorni è invece necessario rivolgersi ad agenzie o siti terzi – come per esempio vietnam-evisa – che applicano una commissione in base alla durata del visto e velocità della consegna.

In tutti i casi, per soggiorni superiori ai 15 giorni, una volta arrivati in aeroporto va pagata una tassa di 25$ per visti a ingresso singolo (non si può uscire e rientrare nel Paese durante la durate del visto) e 50$ per visti ad entrata multipla (è possibile uscire e rientrare nel Paese durante la durate del visto). Questa tassa va pagata in contanti, preferibilmente dollari americani ma per esperienza personale vengono accettate anche altre valute (io l’ho pagato in bath).

Ovviamente il visto può essere ottenuto anche tramite il Consolato della RS Vietnam di Torino o all’Ambasciata di Roma.

N.b. Le condizioni del visto sono cambiate di frequente negli ultimi anni quindi ti consiglio di verificare quanto detto finora.

Il Vietnam non richiede vaccinazione obbligatorie ma Epatite A e Epatite B sono sempre consigliate.

strade remote del vietnam

La rigogliosa foresta del Vietnam.

Cosa fare e vedere in Vietnam

In questa guida i prezzi sono espressi nella moneta locale. La moneta ufficiale del Vietnam è chiamata “Dong vietnamita” abbreviata con “VND” o semplicemente “D”.

Il cambio, al momento della pubblicazione di questo articolo, è 1€ = 26.000 VND. Per il cambio attuale ti consiglio di dare un’occhiata a questa pagina.

N.b. Nelle mie guide di viaggio cerco sempre di includere informazioni dettagliate su come raggiungere le varie destinazioni usando il trasporto pubblico in base alla mia esperienza personale. In Vietnam ho però girato esclusivamente in moto (trovi informazioni a riguardo nella sezione “come spostarsi”) e per questo le informazioni potrebbero non essere estremamente dettagliate.

Cosa vedere in Vietnam

Hanoi

La capitale del Vietnam, nonché seconda città del Paese in termini di popolazione dopo Ho Chi Minh City, è una città davvero affascinante che unisce l’antico al moderno, l’architettura orientale a quella francese risalente al periodo coloniale, una città fatta di contrasti che vale sicuramente la pena visitare.

Cosa fare e vedere a Hanoi

Hanoi è caotica e frenetica, rappresenta benissimo la tipica città del sud est asiatico dove scooter e moto sfrecciano all’impazzata in quello che sembra essere un caos organizzato. Questo già di per sé è un’esperienza davvero interessante per chi non hai mai provato niente del genere.

Oltre a camminare per le strade della città e assaporare la cultura del posto, soprattutto all’interno del quartiere antico, consiglio di visitare il tempio della letteratura. Fondato nel 1070, divenne sei anni dopo la prima università del Paese. L’intera struttura e il cortile interno valgono indubbiamente la visita, 30.000D.

Un altro sito da visitare è il tempio Bach Mah,il tempio più antico della città e per concludere il lago Hoan Kiem con la piccola isola al centro che ospita il tempio Ngoc Son. Per concludere, cammina lungo la “strada del treno”, una via davvero stretta attraversata dalle rotaie che trovi in questa posizione.

Dove dormire a Hanoi?

Ci sono decine di ottime strutture davvero economiche nel quartiere antico di Hanoi. L’ostello dove ho soggiornato non è più aperto oppure ha cambiato nome.

La strada del treno a Hanoi

La “strada del treno”.

Sapa

Localizzata a 1500 metri sul livello del mare, tra le montagne del Vietnam del nord, Sapa è una città davvero pittoresca, circondata da paesaggi mozzafiato, le iconiche terrazze di riso e un numerose minoranze etniche che mantengono ancora cultura e tradizioni del passato.

Purtroppo non ho personalmente visitato la regione in quanto le previsioni meteo erano a dir poco pessime per parecchi giorni, quindi ti rimando a questo interessante articolo. In ogni caso, soprattutto se sei un’amante della natura e del trekking o solamente interessato a conoscere più da vicino alcune di queste tribù ti consiglio fortemente di visitare la regione.

Come raggiungere Sapa?

Il modo più popolare per raggiungere Sapa è partendo da Hanoi, è possibile viaggiare in autobus o treno, in entrambi i casi esiste la possibilità di viaggiare di notte (8 ore circa), il bus è leggermente più economico del treno.

Terrazze di riso a Sapa

Terrazze di riso a Sapa.

Baia Halong

La baia di Halong è senza dubbio il luogo più iconico dell’intero Vietnam, è prima di tutto un sito Unesco ed è inoltre considerata da alcuni l’ottava meraviglia del mondo moderno. La baia è qualcosa di surreale e ne consiglio fortemente la visita.

Un modo davvero popolare per visitare la baia è tramite delle crociere organizzate, ne esistono di tutti i tipi, più o meno lussuose e più o meno lunghe, purtroppo non ho informazioni a riguardo in quanto, come sempre, ho preferito l’approccio low cost.

In ogni caso qualsiasi agenzia, ostello o hotel di Hanoi è in grado di organizzare il tutto, compreso il trasferimento da Hanoi a Halong.

Baia di Halong fai da te

Se invece preferisci l’approccio fai da te o semplicemente qualcosa di più economico ti consiglio una delle seguenti opzioni. Raggiungi la città di Halong in autonomia (informazioni più sotto), passa la notte in città e il mattino seguente dirigiti al molo Bay Chai sull’isola di Tuan Chau, poco distante dal centro città (posizione).

Qui è possibile trovare diverse offerte e gente davvero insistente pronta a venderti biglietti per i vari tour, ti consiglio di ignorarli ed entrare dentro lo stabile dove ci sono diversi sportelli e comprare lì il tuo biglietto. Il classico percorso è la “rotta 1” e il costo è di 80.000 VND, da quello che ho capito questo è il tour ufficiale del governo e infatti la barca era piena di locali.

Questo tour dura 4 ore, si naviga attraverso le isole della baia, poi un breve giro in Kayak e la visita di una grotta, prima di tornare al molo di Bay Chai.

I villaggi galleggianti nella baia di Halong

Villaggi galleggianti nella baia di Halong.

Isola di Cat Ba

È casa dell’entello di Cat Ba, una specie di scimmie in via di estinzione. L’isola è a mio parere una base migliori per esplorare la baia, è infatti molto meno caotica rispetto alla città di Halong e, vista la posizione geografica, permette di esplorare la parte sud che è di gran lunga meno frequentata dalla numerose barche e crociere che invadono invece la zona nord.

Itinerario baia Halong e isola Cat Ba

Il mio consiglio è quello di prendere il traghetto diretto all’isola di Cat Ba, che parte dallo stesso molo sull’isola di Tuan Chau da dove partono i tour giornalieri, facendo ciò si attraversa la baia fino ad arrivare alla parte nord dell’isola da dove, in corrispondenza dell’arrivo del traghetto, ci sono minibus che portano alla città principale dell’isola che si trova nella parte sud. Gli orari sono i seguenti:

Cat Ba – Tuan Chau traghetto un’ora circa 80.000 VND a piedi, 100.000 VND con la moto.

  • Tuan Chau – Cat Ba 7:30 9:00 11:30 1:30 3:00
  • Cat Ba – Tuan Chau 9:00 11:30 1:00 3:00 4:00

Il minibus impiega mezz’ora circa a percorrere l’isola da nord a sud, 25.000 VND.

Dalla piccola città è possibile unirsi a tour in barca che portano a aree meno trafficate della baia, nel mio caso abbiamo esplorato alcune grotte e baie accessibili solo in kayak e altre destinazioni più popolari come l’isola delle scimmie e i villaggi galleggianti. Il tour è durato quasi una giornata intera, il pranzo era incluso e ho pagato poco più di 10$, l’ho preferito di gran lunga al tour della parte nord della baia.

Sull’isola è inoltre possibile partecipare ad altre attività, una su tutte l’arrampicata che può essere praticata sia sulla terraferma che su alcune pareti a picco sul mare, uno dei due ragazzi con cui viaggiavo al momento, un austriaco appassionato di arrampicata, era rimasto letteralmente estasiato da alcune delle arrampicate proposte.

N.b. Come vedi dalla mappa è possibile raggiungere l’isola di Cat Ba senza passare per la città di Halong che consiglio soprattutto se hai i tempi stretti. Sinceramente non ho molte informazioni a riguardo in quanto mi sono spostato in moto ma qui trovi un sacco di informazioni.

fare kayak nella baia di halong

Kayaking nella Baia di Halong.

Come raggiungere la Baia di Halong?

Da Hanoi i bus locali partono dalla stazione Lương Yên oppure in minibus da Gia Lam, 120.000 VND circa, 4-5 ore. Se vuoi salire direttamente sul traghetto che porta all’isola di Cat Ba cerca di partire prima delle 10:00 in modo da riuscire a prendere il traghetto delle 15:00.

Ninh Binh

Capitale dell’omonima provincia, la città di per sé non ha quasi niente da offrire a livello turistico ed è famosa soprattutto per il vicino villaggio di Tam Coc e la aree circostanti.

Cosa fare a vedere a Ninh Binh

Tam Coc

Il villaggio di Tam Coc si trova solo a 6 km a sud di Ninh Binh, circondato da campi di riso e picchi di roccia calcarea che gli hanno fatto guadagnare il nome di “baia di Halong della terraferma”. Qui è possibile salire a bordo di una barca che scende lungo il fiume e attraversa questo paesaggio surreale, esplorando grotte scavate dal fiume stesso.

L’entrata costa 120.000 VND mentre il giro in barca costa 150.000 VND, se possibile cerca di arrivare la mattina presto o nel tardo pomeriggio quando i turisti in arrivo da Hanoi devono ancora arrivare o se ne sono già andati. Essendo a soli 6 km dalla città è possibile raggiungere il sito in bicicletta, alcuni ostelli le mettono a disposizione gratuitamente.

Tam Coc.

Il picco Hang Mua

Questo picco si trova 4 km più a nord di Tam Coc è può tranquillamente essere visitato durante la stessa giornata. Ci sono 450 scaline al termine dei quali si gode di una vista pazzesca a 360 gradi sull’intera regione, con il delta del fiume da un lato e le montagne dall’altro. L’entrata include il parcheggio e costa 100 VND.

Trang An Grottoes

Questo sito si trova a 7 km da Ninh Binh e anche in questo caso può essere facilmente raggiunto in bici dalla città. La zona è molto simila a Tam Coc solo con più grotte da attraversare. Non è personalmente visitato il sito ma mi è stato descritto come un’alternativa meno turistica a Tam Coc.

Il giro in barca dura circa tre ore con alcune fermate a templi lungo il percorso, 200.000 VND per l’entrata e il giro in barca.

Come raggiungere Ninh Binh?

Ci sono partenze ogni 15 minuti circa dal terminal Giap Bat di Hanoi, 3 ore circa, 70.000 – 90.000 VND.

Da o per Hue più a sud ci sono bus notturni e treni notturni, 10 ore circa.

Dove dormire a Ninh Binh?

Ninh Binh City Backpackers ottimo ostello, dormitori spaziosi, buon prezzo e colazione inclusa.

Phong Nha-Ke Bang

Il parco nazionale Phong Nha che prende il nome dall’omonimo villaggio è stato senza dubbio il mio luogo preferito durante il mio viaggio in Vietnam.

All’interno del parco nazionale si trovano moltissime grotte davvero spettacolari tra cui la più grande al mondo scoperta solo nel 2009 e quella che potrebbe essere la seconda più grande al mondo scoperta solamente nel 2016!

campagna nei dintorni di phong Nha

Nei dintorni di Phong Nha.

Cosa fare e vedere a Phong Nha-Ke Bang

Come appena detto, all’interno del parco istituito nel 2010 sono presenti numerose grotte tra cui la grotta di Son Doong, la più grande al mondo per la quale servono 3000$ per un’escursione di 5 giorni, qui trovi maggiori informazioni, qui invece l’articolo su focus. Ovviamente, visto il mio budget esiguo, non ho potuto partecipare a quella che sembra essere un’avventura straordinaria ma ci sono almeno altre due grotte che vale sicuramente la pena visitare a prezzi decisamente più abbordabili.

Thien Duong (Paradise Cave)

Se hai poco tempo a disposizione, questa è probabilmente la grotta da visitare. La grotta è stata aperta al pubblico solo nel 2010 ed è presto diventata l’attrazione numero uno del parco, all’interno ci sono una serie di passerelle in legno e scalinate ben strutturate ben illuminate per rendere la visita agevole.

L’ingresso costa 250.000 VND, la grotta si trova a circa 30 minuti dal villaggio di Phong Nha, io ho raggiunto l’ingresso in moto e sinceramente dubito sia possibile farlo con il trasporto pubblico ma qualsiasi agenzia del luogo per qualche euro può organizzare il trasporto.

La paradise cave

All’interno della Paradise Cave.

Hang Toi (Dark Cave)

Questa è la “grotta avventura”, la grotta, non essendo illuminata, si visita con delle torce, all’interno si trova una camera completamente piena di fango dove praticamente si galleggia senza sprofondare. L’ingresso è tramite una zipline e all’uscita si copre un tratto di strada in kayak prima di arrivare a una specie di parco avventura dove ci sono altre zipline.

L’ingresso alla grotta più il tour guidato costa 350.000 VND, se hai un mezzo tuo basta presentarsi all’entrata, pagare ed entrerai con il primo gruppo disponibile. In caso contrario è possibile organizzare il tutto da Phong Nha.

Phong Nha e Tien Son:

Queste sono le due grotte adiacenti al villaggio di Phong Nha, sono considerate le meno spettacolari tra quelle turistiche ma comunque degne di nota.

Le due grotte sono una vicina all’altra, l’ingresso alla grotta di Phong Nha costa 150.000 VND mentre Tien Son costa 80.000 VND. Le grotte possono essere raggiunte solo in barca, il prezzo dovrebbe essere di 350.000 VND ma può essere diviso fino a 14 persone. Non ho personalmente visitato queste grotte quindi non sono esattamente certo ne valga la pena.

Per concludere, specialmente se hai un tuo mezzo (volendo potresti noleggiare uno scooter/moto in paese) vale sicuramente la pena passare una mezza giornata a girare per le campagne che circondano il villaggio, poco più a nord c’è anche una pista di atterraggio che dopo la fine della guerra è stata convertita a strada, davvero interessante.

La Dark Cave.

Come raggiungere Phong Nha?

Ci sono bus turistici che collegano giornalmente Phong Nha a Hue, Hoi An e Hanoi.

Dove dormire a Phong Nha?

Lungo la strada principale ci sono letteralmente decine di ostelli e hotel tra cui scegliere. Io con i miei due compagni di viaggio ho preso una stanza tripla in hotel per poco più di 3€ in ogni caso le opzioni non mancano di certo.

Hue

Hue, che si trova nel centro del Vietnam, è stata la capitale dell’impero dal 1802 al 1945. Purtroppo i bombardamenti durante la guerra del Vietnam l’hanno profondamente danneggiata ma preserve ancora il suo fascino.

Cosa fare e vedere a Hue

In città e nei suoi dintorni ci sono numerosi siti storici ma la maggior parte dei viaggiatori si concentra principalmente sulla cittadella imperiale e le tombe degli imperatori.

La cittadella imperiale di Hue

L’antico centro del potere, nonché residenza dell’imperatore, è indubbiamente l’attrazione principale di Hue e consiste in una serie di templi, fossati, cancelli, mura, musei.

La cittadella purtroppo è stata fortemente danneggiata durante la guerra tra francesi e la coalizione indipendentista Viet Minh nel 1947 e successivamente bombardata dagli americani nel 1968, certe strutture sono state completamente rase al suolo, altre sono ancora in ottime condizioni. In ogni caso il processo di restauro sta lentamente facendo progressi.

Concedi almeno mezza giornata per esplorare in tranquillità l’intera cittadella, ingresso costa 55.000 VND e il sito è aperto dalle 6:30 alle 17:00.

la città imperiale di Hue

All’interno della città imperiale di Hue.

Le tombe degli imperatori

Questa è la seconda grande attrazione di Hue, le tombe sono sparpagliate lungo il fiume a sud della città e sono accessibili in taxi, in bici o in moto/scooter dalla città oppure in barca scendendo lungo il fiume.

Le tombe sono sei, alcune meglio conservate altre meno, vederle tutte in giornata è praticamente impossibile e molti si limitano a vedere le tre principali e meglio conservate che sono Tuc Duc, Minh Mang e Khai Dinh. L’entrata per queste tre tombe costa 100.000 VND mentre per le altre meno popolari il costo è di 40.000 VND. L’ingresso a Gia Long è gratuito.

Se hai intenzione di visitare le tre principali ti consiglio di farlo la mattina presto o il tardo pomeriggio quando i tour organizzati se ne sono già andati o devono ancora arrivare.

Come raggiungere Hue?

Hoi An si trova circa 4 ore a sud di Hanoi e può essere raggiunta sia in treno che in autobus. Ci sono inoltre bus diretti verso le principali città del paese incluse Hanoi e Ho Chi Minh.

Dove dormire a Hue?

Khe Sanh Homestay ottima sistemazione, prezzo eccezionale e colazione inclusa.

Hoi An

Hoi An è particolarmente famosa per essere un luogo estremamente economico dove farsi fare un vestito su misura. Molti viaggiatori – io compreso – finiscono col lasciare la città con un bel vestito nello zaino.

Cosa fare e vedere a Hoi An

Nonostante la città sia estremamente turistica, mantiene il suo fascino e camminare soprattutto la sera lungo il fiume con luci e lanterne accese è davvero suggestivo.

Il centro storico di Hoi An

La maggior parte delle attrazioni all’interno del centro storico richiedono un biglietto (120.000 VND) che permette l’accesso a numerosi siti e musei all’interno del centro. Sebbene non sia caro, la maggior parte dei siti non è di certo eccezionale e il ponte giapponese (il monumento simbolo della città) può essere attraversato senza biglietto, che viene invece richiesto solo per visitare l’annessa pagoda.

Per le strade di Hoi An

Hoi An di notte.

Le spiagge di Hoi An

La spiaggia di An Bang che si trova a 3km dal centro e quella di Cua Dai che si trova a circa 4km dal centro, sono considerate alcune delle spiagge più belle del Paese. In tutta sincerità non sono niente di eccezionale ma passare un paio d’ore di relax in spiaggia al termine di un breve giro in bicicletta (molti ostelli le mettono a disposizione) o in moto non è affatta una brutta idea.

Le rovine di Mi Son

Premetto che non ho personalmente visitato le rovine ma sono senza dubbio una destinazione popolare per escursioni in giornata partendo da Hoi An. Si trovano a circa un’ora dalla città e si tratta di un tempio Indù abbandonato da anni e fortemente danneggiato durante la guerra in Vietnam. Nonostante questo sembra essere un sito di assoluto interesse.

Le colline di Bà Nà e Da Nang

Anche in questo caso non parlo per esperienza personale ma la città di Da Nang, che si trova poco più a nord ed la terza città per numero di abitanti dopo Hanoi e Ho Chi Minh, sembra essere una destinazioni relativamente popolare che offre alcuni siti di interesse, soprattutto templi e musei.

È inoltre il punto di partenza ideale per visitare le vicine colline di Bà Nà, una specia di paese resort immerso nelle montagne a circa 45 minuti dalla città. Qui è possibile salire a bordo di una delle funivie più lunghe e moderne al mondo, visitare il parco divertimenti e il famoso ponte sospeso da delle mani giganti. Il biglietto per tutte le attrazioni è unico e costa 700.000 VND.

Il ponte sospeso a Bà Nà.

Dove dormire a Hoi An?

Hoa Binh Hostel ottimo ostello a due passi dal centro con numerose camere private e una buona colazione a buffet inclusa nel prezzo.

Come raggiungere Hoi An?

Bus pubblici da e verso Hue almeno due volte al giorno. Sono disponibili anche bus notturno verso Dalat a sud.

Nha Trang

Nha Trang è una destinazione balneare estremamente popolare specialmente tra i turisti russi tanto che è davvero comune vedere insegne scritte in russo. La città è fortemente sviluppata con grossi edifici e grattacieli ovunque, la spiaggia è decente ma di certo non eccezionale, io sinceramente non ne sono rimasto per niente entusiasta.

La vita notturna è ottima e ci sono decine di bar e locali dove uscire la sera spendendo davvero poco, il locale più famoso tra i viaggiatori è sicuramente il “Why not” bar. In sostanza se non sei alla ricerca di un luogo dove fare un po’ di festa con una spiaggia non proprio spettacolare puoi tranquillamente passare oltre.

L’unica cosa che mi è veramente piaciuta è l’ostello in cui sono stato e le vicine cascate Ba Ho che si trovano appena fuori la città e possono essere tranquillamente raggiunte in moto (probabilmente vengono anche offerti tour oppure prendi semplicemente un taxi). Le cascate sono carine e c’è una serie di piscine naturali dove è possibile fare il bagno.

Le cascate di Ba Ho

Le cascate di Ba Ho.

Come raggiungere Nha Trang?

A sud ci sono bus diretti verso Dalat, 4 ore, 130.000 VND e 200.000 verso Ho Chi Minh. Verso Hoi An a nord sono 16 ore.

Dove dormire a Nha Trang?

Mojzo Dorm ostello fantastico, staff estremamente gentile e disponibile, ambienti puliti, colazione inclusa e una bellissima terrazza sul tetto. Vengono inoltre organizzate cene con cibo tradizionale assieme agli altri ospiti. Se decidi di passare per Nha Trang dormi qui!

Dalat

Dalat si trova a 1500 metri sul livello del mare ed è stata per anni il luogo dove i ricchi francesi avevano le proprie ville per sfuggire al caldo soffocante della non molto distante Ho Chi Minh. Ora è diventata un’attrazione turistica grazie alle montagne, foreste e più in generale la natura incontaminata che la circonda.

Cosa fare e vedere a Dalat

Il centro città è relativamente piccolo e ha anche un aspetto abbastanza trasandato ma l’atmosfera rilassata e le attività legate soprattutto all’outdoor la rendono un’ottima tappa.

Canyoning

Canyoning è sicuramente l’attività più popolare da fare a Dalat, una vera e propria avventura che consiste nello scendere lungo una serie di cascate in corda doppia, salti, scivoli naturali, tratti a piedi e a nuoto, in sostanza una giornata davvero divertente e avventurosa che consiglio a chiunque! Io stesso non avevo mai provato niente del genere e nonostante la prima cascata possa fare impressione poi diventa davvero facile e naturale.

L’attività è regolata dal governo e in base alla mia esperienza gli standard di sicurezza sono alti e le guide professionali, io sono un completo ignorante in merito ma il mio amico austriaco, esperto di arrampicata, mi ha confermato che anche l’attrezzatura usata era di primissima qualità.

Canyoning a Dalat.

Cascata Pongour

La cascata si trova a circa 30 km fuori dalla città e senza un mezzo proprio credo sia necessario unirsi a un tour, in ogni caso vale sicuramente la visita. Si tratta di una delle cascate più grandi del Vietnam e soprattutto durante la stagione delle piogge è davvero spettacolare.

Altre cascate degne di note vicino a Dalat sono la cascata Prenn che si trova circa 10 km fuori città (entrata 30.000 VND) e la cascata dell’elefante che si trova a circa 30km ( entrata 10.000 VND). Anche per queste cascate non so se sia possibile arrivare con il trasporto pubblico.

Monastero Thien Vien Truc Lam

Il monastero Thien Vien Truc Lam sembra essere un altro sito interessante che però non ho personalmente visitato, si raggiunge al termine di un passaggio in funivia e la vista una volta arrivati in cima dovrebbe essere ottima.

Per concludere, se ti avanza qualche ora nel pomeriggio, ti consiglio di visitare la cosiddetta “crazy house” o “casa pazza” che si trova non distante dal centro in questo punto, si tratta di una struttura davvero particolare e interessante da vedere, l’ingresso costa 50.000 VND.

Infine la sera esci a bere qualcosa al “maze bar” che trovi in questo punto si tratta a tutti gli effetti di un bar con un labirinto all’interno composto da numerosi corridoi, stanze, scale a chiocciola e molto altro ancora che lo rendono unico, da vedere!

Cascata Pongour.

Come raggiungere Dalat?

Da Ho Chi Minh sono circa 6 ore di autobus, 210.000 VND. Da Nha Trang e Mui Ne sono 4 ore circa 120.000 VND.

Dove dormire a Dalat?

Tiny Tigers assolutamente consigliato! La famiglia che gestisce l’ostello è fantastica, l’ambiente è pulito e davvero familiare. Ogni sera viene organizzata una cena con tutti gli ospiti dell’ostello, perfetta per socializzare se si viaggia da soli, inoltre il prezzo è a dir poco onesto, consigliatissimo!

Mui Ne

Mui ne è probabilmente la seconda destinazione balneare più popolare del Paese dopo Nha Trang ma in questo caso si tratta di una città molto meno sviluppata e dalle dimensioni nettamente ridotte.

Cosa fare e vedere a Mui Ne

Ho passato la maggior parte del mio tempo a Mui Ne a qualche chilometro fuori dal centro del paese che però per quel poco che ho visto non sembra di certo entusiasmante, anche la spiaggia non è esattamente caraibica ma più che sufficiente per passare qualche giornata di relax al mare.

Le dune rosse

Le famose dune rosse si trovano appena fuori il paese e praticamente lungo tutta la strada costiera, non sono niente di eccezionale ma vale sicuramente la pena la visita se ti trovi a Mui Ne in quanto possono essere tranquillamente raggiunte anche a piedi. I bambini del luogo noleggiano degli slittini improvvisati/borse di plastica per scendere lungo le dune, se decidi di farlo fai attenzione a quelli che si offrono di tenerti lo zaino/borsa, spesso spariscono nel nulla.

Le dune bianche

Le dune bianche si trovano invece a una ventina di chilometri a nord di Mui Ne e sono meglio raggiungibili in scooter/moto oppure unendosi a un tour. La strada costiera è davvero carina e vale la pena noleggiare un mezzo per visitare anche qualche villaggio nelle vicinanze, questo è il punto di accesso alle dune.

Ad ogni modo si tratta di un’area molto estesa dove si può camminare o salire a bordo di uno dei tanti dune buggy pronti a scorrazzare turisti su e giù per le dune, particolarmente popolare è il tour al tramonto. Se decidi di andare in autonomia evita le ore calde del giorno, infine sono solo dune di sabbia ma è sicuramente un bel modo per passare un paio d’ore. L’ingresso è gratuito.

Questi sono le due “attrazioni” principali di Mui Ne, per il resto non c’è molto altro da fare se non rilassarsi in spiaggia.

Le dune di Mui Ne

Le dune bianche di Mui Ne.

Dove dormire a Mui Ne?

Long Son Mui Ne Backpacker Paradise, un ibrido tra ostello e resort, costruito in riva al mare è davvero carino, l’unica pecca è che si trova abbastanza distante dal paese e si è quindi “costretti” a mangiare in loco. Tutto sommato lo consiglio, ogni sera vengono organizzate attività per socializzare con gli altri ospiti.

Come raggiungere Mui Ne?

Ci sono bus frequenti per Ho Chi Minh a sud e Nha Trang a nord, 5 ore circa mentre verso Dalat sono più o meno 4 ore.

Ho Chi Minh City

Ho Chi Minh, conosciuta sotto il nome di Saigon fino al 1975, è la città più grande e popolata del Paese. Durante i miei pochi giorni di soggiorno sinceramente non mi ha impressionato più di tanto, l’ho trovata estremamente caotica e decisamente poco bella da vedere ma se sei interessato alla guerra del Vietnam qui troverai un sacco di siti interessanti.

Cosa fare e vedere a Ho Chi Minh

Sinceramente ho visitato solo i tunnel di Cu Chi ma anche il museo dei resti bellici e il palazzo della riunificazione sono delle visite consigliate.

Per quanto riguarda i Cu Chi Tunnels, nonostante io preferisca spesso e volentieri l’approccio fai de te, in questo caso consiglio di unirsi a un tour, sono estremamente economici, si viene prelevati direttamenti in hotel/ostello ed è inclusa una guida che aiuta sicuramente a comprendere meglio quello che accadeva durante la guerra.

Non aspettarti niente di che ma la visita è indubbiamente interessante e informativa. Detto questo, io non dedicherei troppo tempo a Ho Chi Minh city, a mio parere il Vietnam ha molto di meglio da offrire.

I tunnel di Cu Chi a Ho Chi Minh

I tunnel di Cu Chi.

Dove dormire a Ho Chi Minh?

Purtroppo ho dimenticato il nome dell’ostello in cui sono stato ma la competizione è talmente alta che trovare un buon ostello economico non dovrebbe essere affatto difficile.

Come raggiungere Ho Chi Minh?

Ho Chi Minh può essere raggiunta con facilità da qualsiasi città del Paese. Ci sono inoltre bus diretti verso Phnom Penh, capitale della vicina Cambogia.

Delta del Mekong

Il delta del fiume Mekong è un’altra importante attrazione turistica, sebbene in molti decidano di visitarlo in giornata partendo da Ho Chi Minh o combinando la visita con il trasferimento a Phnom Penh in Cambogia, io consiglio di visitarlo in autonomia nell’arco di almeno due giorni.

Il pezzo forte della visita al delta del Mekong sono i mercati galleggianti, l’ideale è raggiungere la città di Can Tho in autonomia e da qui organizzare la tua visita al delta del Mekong, è possibile scendere direttamente lungo il fiume e contrattare con i barcaioli.

Ad ogni modo ti rimando a questa pagina dove trovi un sacco di spunti interessanti.

Mercato galleggiante sul Delta del Mekong.

Itinerari consigliati in Vietnam

Di seguito elenco possibili itinerari di 2, 3 e 4 settimane, ovviamente non esiste l’itinerario perfetto dato un lasso di tempo, quindi prendi ciò che segue come ispirazione e modifica l’itinerario in base ai tuoi interessi/budget considerando quanto letto finora!

N.b. In base al periodo dell’anno potresti considerare l’idea di concentrarti esclusivamente sul sud o il nord del Paese a causa della stagione delle piogge che sostanzialmente si alterna tra nord e sud in base alle stagioni.

Inoltre, in linea di massima un itinerario per un viaggio in Vietnam inizia ad Hanoi e si conclude a Ho Chi Minh o viceversa, se non si tratta di un viaggio itinerante nel sud est asiatico dove potresti semplicemente proseguire il tuo viaggio via terra, nel 99.9% dei casi conviene assolutamente comprare un biglietto di andata e ritorno su Hanoi o Ho Chi Minh per poi prenotare un volo interno (davvero economico) per tornare a prendere il volo di ritorno verso l’Italia o qualsiasi sia il tuo punto di partenza.

Itinerario di due settimane in Vietnam

Due settimane non sono moltissime ma sono sufficienti per vedere gli highlights che il Paese ha da offrire, specialmente mettendoci dentro qualche bus notturno in modo da risparmiare tempo. Si può completare in classico itinerario da nord a sud saltando qualche tappa ma a mio parere l’ideale sarebbe comunque avere almeno tre settimane a disposizione.

Itinerario di due settimane in Vietnam

Hanoi (2 notti)

Giorno 1-2:

Passa i primi due giorni a smaltire il jet lag e a esplorare il quartiere antico della città, visita il tempio della letteratura, il tempio Bach Mah e il lago Hoan Kiem.

Baia di Halong (2 notti)

Giorno 3:

Io ho preferito il tour in barca dall’isola di Cat Ba piuttosto che dalla città di Halong per questo consiglio il trasferimento diretto da Hanoi a Cat Ba in questa giornata.

Giorno 4:

Tour in barca della baia di Halong dall’isola di Cat Ba.

Ninh Binh (2 notti)

Giorno 5:

Trasferimento a Ninh Binh. Forse è possibile organizzare il trasferimento la sera precedente dopo il tour in barca e quindi risparmiare un giorno ma non ne sono certo.

Giorno 6:

Esplora in bici Tam Coc o Trang An, la seconda è probabilmente meno turistica, a te la scelta. La sera trasferimento a Phong Nha, potresti prendere un treno notturno da Ninh Binh a Dong Hoi e poi un bus locale verso Phong Nha.

Phong Nha (1 notte)

Giorno 7:

Visite le grotte Thien Duong (Paradise Cave) e Hang Toi (Dark Cave) in autonomia noleggiando uno scooter oppure unendoti a un tour. Oppure solamente Thien Duong.

Hue (2 notti)

Giorno 8:

La mattina trasferimento a Hue. Il bus turistico è probabilmente l’opzione più pratica altrimenti torna a Dong Hoi con il bus locale da dove ci sono poi treni diretti a Hue. In ogni caso cerca di partire la mattina presto e visita la cittadella imperiale nel pomeriggio.

Giorno 9:

Visita le tombe imperiali di Hue.

Hoi An (2 notte)

Giorno 10:

Trasferimento a Hoi An la mattina, passa il resto della giornata a esplorare la città.

Giorno 11:

Visita le rovine di Mi Son oppure passa una giornata in spiaggia. La sera prendi il bus notturno per Dalat.

Da Lat (2 notti)

Giorno 12:

Potresti visitare le numerose cascate che si trovano nei dintorni di Dalat o il Monastero Thien Vien Truc Lam.

Giorno 13:

Giornata dedicata al canyoning. Bus notturno per Ho Chi Minh.

Ho Chi Minh City (1 notte)

Giorno 14:

Se hai tempo visita i tunnel di Cu Chi oppure il museo dei resti bellici. Volo di rientro.

Itinerario di tre settimane in Vietnam

Con tre settimane a disposizione io manterrei bene o male le stesse tappe appena elencate nell’itinerario di due settimane cercando magari di includere altre attività descritte nella sezione cosa fare e vedere. Sono attività che, avendo solo due settimane a disposizione, non avresti abbastanza tempo per fare, per esempio l’escursione al delta del Mekong.

Se invece vuoi aggiungere qualche destinazione, il mio consiglio è di considerare Sapa se sei interessato al trekking/culture indigene, Mui Ne se vuoi farti qualche giorno di mare oppure Nha Trang se cerchi qualche nottata all’insegna del divertimento.

Itinerario di tre settimane in Vietnam

Itinerario di un mese in Vietnam

Quattro settimane sono sufficienti per toccare tutte le destinazioni elencate in questa guida, senza per forza dover saltare da un posto all’altro ogni secondo giorno. A grandi linee segui questo itinerario e riempi le giornate con le attività che più preferisci prendendo spunto dalla sezione cosa fare e vedere.

Hanoi (2 notti)

Sapa (3 notti)

Baia di Halong / Isola di Cat Ba (3 notti)

Ninh Binh (2 notti)

Phong Nha (2 notti)

Hue (2 notti)

Hoi An (3 notti)

Nha Trang (2 notti)

Da Lat (3 notti)

Mui Ne (3 notti)

Ho Chi Minh City (2 notti)

Delta del Mekong (2 notti)

Come spostarsi in Vietnam

Premetto che mi sono spostato esclusivamente in moto quindi ciò che segue è frutto di quanto sentito da altri viaggiatori e dalle ricerche fatte ai fini di scrivere questa guida.

Autobus in Vietnam

Gli autobus sono senza dubbio il modo più comune ed economico per spostarsi. Ancora più economico e flessibile è affidarsi ai bus locali, quest’ultimi difficilmente hanno siti internet o orari online, per avere informazioni spulcia qualche forum su internet, chiedi al tuo alloggio o recati direttamente al terminal degli autobus.

Alcune compagnie più “lussuose” come Hoang Long o Cat Ba Express danno la possibilità di comprare biglietti e consultare gli orari online.

Molti decidono di optare per i bus “hop on hop off” anche chiamati “open tour buses” , sono sostanzialmente bus turistici dove si compra un pacchetto con una determinata compagnia che include una determinata tratta. Per esempio Hanoi – Hue – Hoi An per tipo 20$ con possibilità di viaggiare nel giorno e ora che più preferisci. Se si ha un itinerario ben definito vale sicuramente la pena considerare questa opzione, spesso queste agenzie forniscono anche un servizio di porta a porta dal tuo alloggio.

In ogni caso evita di comprare questo tipo di biglietti online prima del tuo arrivo, una volta arrivato a Ho Chi Minh o Hanoi fatti un giro per le numerose agenzie del luogo, i prezzi sono nettamente più vantaggiosi. Per farti un’idea puoi dare un’occhiata a questa pagina.

Per concludere, per lunghe tratte sono spesso disponibili i cosiddetti “sleeper bus” che sono dei veri e propri bus con cuccetta.

Sleeper bus.

Treni in Vietnam

I treni sono probabilmente il secondo mezzo più comune dopo gli autobus, la rete ferroviaria risale al periodo coloniale e per questo non è esattamente la più efficiente. Lungo la costa offre un servizio prima di tutto economico, anche se più caro rispetto alla maggior parte degli autobus, in molti casi decisamente più comodo e sicuramente scenografico, con viste mozzafiato.

Anche in questo caso per viaggi lunghi esiste la possibilità di avere una cuccetta. Questo è il sito ufficiale della compagnia nazionale di treni dove è anche possibile comprare i biglietti. Ho letto che durante l’alta stagione occorre prenotare con almeno qualche giorno di anticipo.

Vietnam in moto

Questa è una scelta estremamente popolare per molti viaggiatori, io compreso mi sono lasciato convincere dai miei compagni di viaggio a comprare una moto anche se non ne avevo mai guidata una! Si è rivelato uno dei mesi più belli di quelli passati in viaggio.

Da notare che il mio primo giorno su una moto a marce è stato nel traffico di Hanoi sotto la pioggia!

Il modello più popolare è indubbiamente un’ Honda Win replica prodotta in Indonesia (non esattamente la moto più affidabile di questo mondo). 9 backpacker su 10 la guidano e si è creato un vero e proprio business attorno a questo fenomeno, sia a Ho Chi Minh che a Hanoi ci sono infatti numerosi negozi che comprano e rivendono le moto ai viaggiatori di turno.

Se hai intenzione di comprarne una il mio consiglio è di farlo direttamente da altri viaggiatori, ci sono spesso annunci negli ostelli, su Facebook o anche su craiglist, l’ideale è comprarla da qualcuno che deve lasciare il Paese a breve e preferisce svenderla a qualche altro viaggiatore piuttosto di svenderla ancora di più a uno dei negozi a cui facevo riferimento prima. In linea di massima una di queste moto costa tra i 150 e i 250 dollari, io ho pagato la mia 190$ dollari (il ragazzo voleva 230$) e l’ho rivenduta per 160$.

Assicurati inoltre che la moto in questione venga venduta con la “green card” che è sostanzialmente l’equivalente del nostro libretto, sarebbe inoltre bene controllare che i numeri coincidano con quelli del telaio.

Queste moto sono state maltrattate per anni e hanno fanno avanti e indietro tra Hanoi e Ho Chi Minh dio sa quante volte, io sono stato estremamente fortunato con la mia ma i miei due compagni di viaggio hanno avuto parecchi problemi, uno dei due ha pure dovuto rimpiazzare l’intero motore (gli è costato poco più di 50€), in ogni caso non disperare, anche il più piccolo villaggio ha in linea di massima un meccanico pronto a fare miracoli per pochi euro.

È una vera e propria avventura che mi sento di consigliare a chiunque, avere un mezzo proprio mi ha permesso di esplorare il Paese con estrema libertà, abbiamo passato più di qualche notte in paesi dove il turismo è ancora qualcosa di nuovo ed è stata un’esperienza indimenticabile. Se però hai solo due settimane a disposizione o non hai esattamente uno spirito avventuroso forse è meglio evitare o magari noleggiare un veicolo ogni qualvolta ne senti il bisogno.

Da un punto di vista legale, la Farnesina dice che la patente internazionale rilasciata in Italia è riconosciuta dal governo vietnamita solo se si è in possesso di un visto di almeno 3 mesi, da altre parti ho letto che è sempre valida quindi ti invito a fare le tue ricerche, in ogni caso la polizia spesso e volentieri tende a “multare” gli stranieri con estrema facilità, io fortunatamente non ho avuto problemi ma alcuni ragazzi olandesi che ho conosciuto si sono semplicemente messi a fare un video ai due poliziotti mentre li stavano “multando” e sono stati subito lasciati andare, nella pratica forse è meglio pagare pochi euro ed evitare problemi.

Se hai qualche altra domanda a riguardo lasciami un commento, sono più che felice di rispondere!

I miei compagni di viaggio in Vietnam.

Voli interni in Vietnam

I voli interni possono essere estremamente economici soprattutto se acquistati con un po’ di anticipo. Gli aeroporti principali sono ovviamente quello di Ho Chi Minh e Hanoi che sono connessi tra di loro da numerosi voli ogni giorno. Per questa tratta volare è indubbiamente la scelta migliore, in tutti gli altri casi, se si ha un budget limitato vale sicuramente la pena valutare bus e treni

Altri aeroporti da tenere in considerazione sono: Da Nang, Hai Phong, Can Tho, Hue, Nha Trang, Da Lat, Phu Quoc. Le tre compagnie che operano voli interni sono: Vietnam Airlines, VietJetAir e Jetstar Pacific, le ultime due sono le low cost.

Taxi in Vietnam

Taxi e mototaxi sono estremamente comuni in tutto il Paese e sono davvero economici. Assicurati però di stabilire il prezzo prima di salire a bordo e ricorda che nel 99% dei casi il prezzo proposto è gonfiato alla grande, contratta e magari chiedi al tuo alloggio il prezzo corretto per una determinata tratta. Ad Hanoi e Ho Chi Minh è possibile usare Uber o GrabTaxi.

Viaggio in Vietnam costi

Quanto costa un viaggio in Vietnam? Poco, pochissimo. Viaggiando low cost si può tranquillamente vivere con un budget di circa 20-25€ al giorno, ho viaggiato abbastanza e il Vietnam è indubbiamente il Paese più economico che io abbia visitato finora.

Cibo

Un Banh Mi che è praticamente il classico panino vietnamita che per molti potrebbe tranquillamente essere un pasto, nella versione con la tipica salsiccia e verdure (Banh mi cha) viene venduto normalmente a 10.000 – 15.000 VND (50 centesimi circa!) per pasti caldi in un ristorante locale resta comunque difficile spendere più di 30.000 VND, una porzione di Pho costa normalmente 20.000 VND. Per ristoranti di medio livello aspettati di pagare tra 50.000 e 100.000 VND.

Classico carrello che vende Banh Mi.

Trasporto

Anche il trasporto è decisamente economico con autobus che difficilmente costano più di 1-2€ per ora di viaggio e treni che sono solo leggermente più cari. Anche i voli interni possono essere davvero economici con la tratta Hanoi – Ho Chi Minh, due ore di aereo, che difficilmente costa più di 50€ se prenotata con un po’ di anticipo.

Alloggio

La maggior parte degli ostelli costa intorno ai 100.000 VND a notte e spesso questo prezzo include pure la colazione. Viaggiando in moto mi sono spesso ritrovato a dormire in paesi e città non esattamente turistici dove non c’erano ostelli ma solo hotel e anche in questo caso i prezzi erano molto simili agli ostelli a volte pure più economici.

Per hotel in luoghi turistici i prezzi sono comunque estremamente abbordabili.

Viaggio in Vietnam sicurezza

Il Vietnam è un Paese sicuro?

Decisamente sì, un po’ come tutto il sud asiatico, anche il Vietnam è considerato un Paese sicuro dove il livello di criminalità è davvero contenuto.

Detto questo, soprattutto nelle grandi città come Hanoi e Ho Chi Minh, episodi come borseggi e furti in generale nei confronti dei turisti non sono di certo episodi rari ma con un po’ di accortezza e buon senso non si dovrebbe avere alcun tipo di problema.

I miei consigli per viaggiare sicuri ovunque nel mondo

Qualcosa per la quale bisogna porre particolare attenzione sono invece le truffe, il Vietnam è infatti a detta di tutti uno dei Paesi dove si verifica il maggior numero di truffe nei confronti dei turisti, molto di più rispetto ad altri Paesi del sud est asiatico.

Ovviamente questo non dovrebbe assolutamente scoraggiarti dal visitarlo ma cerca di rimanere sempre in allerta: menù esclusivi per i turisti con prezzi gonfiati, tassisti non esattamente corretti, poliziotti corrotti e altre pratiche scorrette purtroppo sono episodi comuni.

Impuntati, negozia il più possibile e non esitare a girarti dall’altra parte e andartene!

Stai organizzando un viaggio in Vietnam? Dai un’occhiata a questi post:

Le migliori carte per viaggiare

Cosa mettere nello zaino

Quale zaino da viaggio scegliere

Per qualsiasi cosa non esitare a lasciare un commento!

Se hai trovato questo articolo utile allora considera l’idea di acquistare la tua assicurazione viaggio tramite uno dei link presenti in questo sito, facendolo supporti il mio lavoro senza alcun costo aggiuntivo per te. L’assicurazione che uso e consiglio è World Nomads.

Ti è piaciuto il post? Pinnalo!
Come organizzare un viaggio fai da te in Vietnam  



24 commenti
  • melissa

    Ciao! Sto seriamente pensando di partire per il Vietnam quest’estate e mi stuzzica l’idea di farlo in moto… unica domanda…non so ancora quanto tempo starò credo tra le 2 e 3 settimane però partendo da Hanoi e arrivando a Ho Chi Minh in moto poi per tornare indietro? La mia idea sarebbe quella di rivendere la moto arrivata a sud. Cosa mi consigli? Grazie!

    • ilbackpacker

      Ciao Melissa! Il Vietnam in moto è semplicemente un figata 😉 Detto questo, ti sconsiglio di fare il viaggio due volte specialmente con due/tre settimane a disposizione, passeresti praticamente tutto il tempo in moto, compra la moto a Hanoi e vendila a Ho Chi Minh o viceversa. I voli interni tra le due città sono davvero economici quindi non dovrebbe essere assolutamente un problema tornare al punto di partenza e verosimilmente risparmiare molto sul volo di andata e ritorno ipotizzando sia quella la tua scelta. Se hai qualsiasi altra domanda chiedi pure 🙂

  • Rita

    Grazie davvero. Io e mia sorella siamo in viaggio per il Vietnam ed i tuoi consigli sono davvero utili ed interessanti. Grazie 😊

    • ilbackpacker

      Grazie mille a te per aver lasciato il commento 🙂 Buon viaggio 😀

  • Marco

    Ciao Stiamo organizzando un viaggio in Vietnam di 16 giorni per quest’estate, siamo una coppia con una bambina di 6 anni, il giro più o meno è pianificato. L’idea è quella di fare il nord poi andare ad hue, hoi an e poi il delta del Mekong. Vorremmo fare anche un po’ di Mare, dove ci consiglieresti tra le cham Island, con do e puh quoc? Grazie in anticipo Marco

    • ilbackpacker

      Ciao Marco! Purtroppo non ho visitato nessuna delle destinazioni di mare da te citate quindi non saprei.

  • Michele

    Ciao, vorrei organizzare le 2 settimane di natale/capodanno in giro per il vietnam. Mi consigli quel periodo? Conosci per caso una località particolare per passare l’ultimo dell’anno? oppure sai qual’è la zona più predisposta per divertirsi tra bar e locali?
    Grazie mille in anticipo

    • ilbackpacker

      Ciao Michele! Come periodo, meteo parlando non è affatto male, di tutti i luoghi che ho visitato Nah Trang è sicuramente quello con la più alta concentrazione di bar e locali ma sinceramente visto il periodo, sono sicuro che in qualsiasi località turistica troverai qualcosa di interessante da fare!

  • Federico

    Ciao, a fine ottobre vorrei visitare il Vietnam una decina di giorni, partendo da Hanoi cosa mi consigli? Cioè si potrebbe visitare Hanoi e la parte nord dell’ isola e poi fare qualche giorno di spiaggia più a sud? Oppure non è stagione x il mare?

  • Francesco Bruni

    Ciao, mi piacerebbe organizzare un viaggio fra febbraio e marzo di una 15ina di giorni e per spostarmi però dovrei optare per una macchina anziché la moto, hai notizie su rent a car con consegna diversa dal ritiro? Tipo prenderla ad Hanoi e reatituirla ad Ho Chi min City?

    • ilbackpacker

      Mi dispiace ma non ho alcuna esperienza con il noleggio auto i. Vietnam. Ti consiglio di contattare le agenzie più grosse tramite email e sentire cosa ti dicono.

  • Federico

    Ciao, il tuo blog è fantastico. A gennaio vorrei partire per il Vietnam in maniera fai da te e low cost. Secondo è fattibile in 3 settimane: arrivo a bangkok, via terra fino siem rap, visita templi, poi sempre via terra fino isola di phu quoc, poi ho chi min, poi aereo(preferirei treno o autobus ma dipende tempistiche) fino hoi an, quindi hue, cat ba, halong, sapa, hanoi e quindi tornare italia….. mi farebbe piacere scmbiare 2 parole in merito, perchè la roba da vedere è tanta e il tempo ristretto…. chiedo consiglio se eliminare qualcosa etc. grazie

    • ilbackpacker

      Ciao e grazie per i complimenti! I tempi sono probabilmente un po’ stretti per visitare tutti i luoghi da te elencati ma è senza dubbio fattibile, in ogni caso, senza stressarti più di tanto ti consiglio di cambiare l’itinerario in corso d’opera nel caso dovessi averne bisogno, se per esempio ti restano pochi giorni una volta arrivato ad Halong, vai direttamente ad Hanoi saltando Sapa e così via.

  • Daniele

    Ciao, mi unisco agli altri per i complimenti al blog.
    Volevo andare ad agosto 14 giorni in vietnam. Volevo visitare Hanoi,fare un paio di giorni a Sapa per le risaie, andare ad Hoi an e Hue e alla fine andare ad Ho Chi Min per fare il delta del Mekong. Il mare non mi interessa, ho voglia di vedere paesaggi, usanze comuni e storia.. Hai qualche consiglio?

    • ilbackpacker

      Ciao! Nessun consiglio in particolare, le destinazioni da te citate formano già un buon itinerario per due settimane, grazie per i complimenti e buon viaggio!

  • renato

    ciao . Il prossimo febbraio / marzo vorremmo percorrere il Vietnam da Hanoi a Saigon in bicicletta so che la distanza è di circa 2000 KM e noi avendo solo 15 giorni vorremmo fare qualche tratto trasportando la nostra bici su mezzi pubblici , quindi vorrei sapere su quali mezzi posso trasportare anche la bicicletta . grazie

    • ilbackpacker

      Ciao! Non dovreste avere problemi a portarla in autobus ma non avendo esperienza a riguardo non posso esserne certo. Buon viaggio! 🙂

  • Giorgia

    Ciao, ho appena preso il volo per Hanoi per fine novembre e adesso devo iniziare a capire cosa voglio vedere e come gestirla…ma senza programmare troppo. Ho due settimane, so che sono poche ma leggendo il tuo blog un’idea me la sono fatta..
    Domanda: com’è il sud in questo periodo? o meglio vorrei farmi almeno 2 giorni di mare perché non lo vedo da anni, tu che dici? e ci terrei anche a visitare i tunnel (che penso siano solo a sud?!?)
    Di sicuro tutta una settimana la voglio dedicare al nord e ai villaggi attorno a Sapa. A dire la verità più leggo e mi informo e più mi servirebbero 3 mesi per fare tutto..ma devo fare delle scelte. che mi consigli?

    • ilbackpacker

      Ciao! Come scritto nel post :”Sud del Vietnam: la stagione secca va da dicembre ad aprile-maggio e la stagione delle piogge va da maggio a novembre. In ogni caso le piogge sono spesso e volentieri concentrate nell’arco di poche ore durante il pomeriggio e non dovrebbe scoraggiare la visita.” in sostanza, in quel periodo è decisamente possibile trovare pioggia e il mare quello bello si trova a sud quindi potrebbe essere leggermente presto per goderne a pieno ma ovviamente dipende dall’annata e da quanto tu sia disposta a “rischiare”, per stare sul sicuro credo sia preferibile rimanere a nord.

  • Diego

    Ciao ! Sto organizzando un viaggio in Vietnam a Dicembre e abbiamo questo dubbio. Da Hanoi vorremmo spostarci a Cat Ba per dormire e la mattina seguente fare il tour di 5 ore da Cat Ba per Monkey Island, i villaggi galleggianti, ecc… . Una volta rientrati a Cat Ba nel pomeriggio vorremmo spostarci a Ninh Binh per la notte in modo da fare le escursioni in mattino dopo a Tam Coc.
    Vorremmo un consiglio se secondo te questo itinerario funziona. Puoi indicarmi dove trovare gli orari delle partenze dei giri da Cat Ba? Si possono prenotare direttamente sull’isola o ci consigli di fare tutto prima?
    Grazie mille in anticipo

    • ilbackpacker

      Ciao! L’itinerario, come tempistiche, dovrebbe funzionare anche se fare il trasferimento a Ninh Binh dopo aver fatto il tour forse è po’ forzato e non sono certo ci siano bus/transfer nel tardo pomeriggio. Per quanto riguarda le partenze per il tour, ti sconsiglio di prenotare online ma semplicemente prenotare qualcosa sul posto la sera prima, non avrete nessun problema a trovare partenze per il giorno successivo, i tour solitamente iniziano la mattina e terminano nel tardo pomeriggio.

  • Federica

    Ciao.
    intanto grazie della tua precisione. I tuoi spunti sono sempre preziosi.
    Noi siamo due ragazze che partiremo 4 mesi per il sud est asiatico. Prima tappa Saigon!
    Dici che in due con zaini al seguito si viaggia in una moto o ne servono due?
    grazie 🙂

    • ilbackpacker

      Ciao Federica! Certe moto hanno il supporto laterale proprio per portare qualche bagaglio extra ed ho visto più di qualche coppia girare in due ma di certo sarebbe più comodo avere una moto a testa soprattutto per i tratti di montagna dove si arranca anche da soli 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

*