Viaggio a Panama fai da te

Credo che molte persone associno Panama al solo canale e all’alta finanza, ma la verità è che il Paese ha moltissimo altro da offrire ed è indubbiamente uno dei Paesi del centro America che sta emergendo proprio per quanto riguarda il turismo.

In pochi giorni è possibile passare da un oceano all’altro, visitare le montagne e la foresta pluviale, conoscere la cultura indigena e godere di una delle città più moderne del continente.

Inoltre, per molti viaggiatori zaino in spalla che intraprendono un viaggio attraverso il centro america, rappresenta il luogo ideale di partenza o di arrivo. In questa guida troverai un sacco di informazioni e consigli utili per organizzare al meglio il tuo viaggio.

Menu rapido

Spiaggia a Bocas del Toro

Isole Zapatillas, Bocas del Toro. Instagram!

Perché visitare Panama

  1. Il clima. A Panama è estate tutto l’anno! Ovviamente ci sono mesi in cui piove di più e l’umidità sale ma normalmente le piogge sono concentrate nell’arco di poche ore nel pomeriggio. Panama è sicuramente un Paese visitabile durante tutto l’anno.
  2. È un paradiso tropicale. Grazie alla sua posizione geografica, funge da corridoio biologico connettendo nord e sud America. Quasi completamente coperto dalla foresta pluviale, secondo il governo ospita la bellazza di 10,444 tipi di piante, 255 di mammiferi e 972 specie indigene di uccelli.
  3. Sicura e accessibile. Panama è uno dei Paesi più sicuri dell’America latina e anche uno dei più facilmente accessibili, il suo aeroporto è il più trafficato dell’America centrale nonché spesso il più economico su cui volare.

Quando visitare Panama

Trovandosi all’interno dei tropici, Panama ha il classico clima tropicale con due stagioni ben distinte.

La stagione secca che va dalla fine di dicembre alla fine di aprile. Durante questo periodo i cieli azzurri caratterizzano la maggior parte delle giornate, specialmente lungo la costa che si affaccia sul Pacifico. Queste periodo, che coincide anche con le vacanze natalizie, è il più caro dell’anno per quanto riguarda voli e hotel.

La stagione delle piogge, che va da maggio a dicembre, è più accentuata nelle regioni montagnose e sulla costa caraibica mentre lungo la costa del Pacifico le precipitazioni, seppur frequenti ed intense, raramente durano più di qualche ora.

Lungo la costa caraibica le due stagioni sono meno accentuate e può essere piovoso durante tutto l’anno. Qui, da dicembre a metà febbraio, gli alisei rendono il mare mosso e alcune isole lontane dalla costa diventano inaccessibili. I mesi più secchi invece sono quelli di marzo e ottobre.

In sostanza, il periodo migliore per andare a Panama sono i mesi di febbraio e marzo quando le precipitazioni sono scarse in tutto il Paese e i prezzi più bassi rispetto a dicembre e gennaio. Detto questo, io ci sono stato a giugno durante la stagione delle piogge e ho comunque avuto moltissime giornate di sole.

Cima del vulcano baru

Cima del vulcano Barù.

Documenti e vaccinazioni per entrare a Panama

I possessori di passaporto italiano ricevono un visto turistico della durata di 180 giorni nel momento in cui entrano nel Paese.

È possibile rinnovare il visto per altri 180 giorni semplicemente uscendo dal Paese anche solamente per un giorno, la cosiddetta “visa run”.

Questo è il sito ufficiale dell’immigrazione panamense.

N.b. Nel momento in cui si entra nel Paese ufficialmente è richiesta una prova di uscita entro i limiti del proprio visto. Questo non è un problema per tutti coloro che hanno un volo di ritorno o verso un altro Paese ma potrebbe esserlo per quelli che hanno un biglietto di sola andata e contano di uscire da Panama via terra o mare senza avere una data ben precisa o biglietti prenotati.

I controlli sono a discrezione dell’ufficiale di frontiera e per esempio a me non è stato chiesto nulla. Ho però conosciuto un paio di ragazzi ai quali è stata richiesta prova dell’uscita. Il mio consiglio è di affittare un biglietto (vero, servizio a pagamento) su siti web come Onewayfly e bestonwardticket oppure usare returnflights.net (gratuito) per stampare una finta prenotazione!

Panama ufficialmente richiede la vaccinazione contro la febbre gialla se si proviene da un Paese a rischio. Arrivando dal Brasile (paese a rischio) per mia esperienza il certificato non mi è stato chiesto dall’ufficiale dell’immigrazione ma bensì dall’operatore della compagnia aerea nel momento in cui ho fatto il check per il volo diretto a Panama. Anche questo controllo sembra essere discrezionale ma fare questa vaccinazione è consigliabile così come Epatite A e Epatite B.

Cosa fare e vedere a Panama

In questa guida i prezzi sono espressi nella moneta locale. La moneta ufficiale di Panama è chiamata “Balboa” ma è dal 1904 che il suo valore è pari a quello del dollaro americano.

Ecco perché a Panama viene usato il dollaro americano, in quanto solo le monete sono coniate dal governo panamense. Il cambio, al momento della pubblicazione di questo articolo, è 1€ = 1.17$. Per il cambio attuale ti consiglio di dare un’occhiata a questa pagina.

Mappa turistica di panama, cosa fare e cosa vedere a panama

Panama City

Panama City è la città più moderna non solo del Paese ma di tutto il centro America tanto che le è stato recentemente affibbiato il titolo di Dubai dell’America Latina. Sinceramente non una delle mie città preferite ma vale la pena fermarsi per un giorno o due.

Cosa fare e vedere a Panama city

Il canale di Panama

A mio parere non si può lasciare Panama City senza visitare il famoso canale. Il centro visitatori di Miraflores è moderno e ben strutturato, al suo interno ha una sala cinema dove viene proiettato un breve e interessante documentario sulla storia del canale, un museo e un piattaforma di osservazione da dove è possibile osservare le navi di passaggio da pochi metri di distanza. L’entrata include l’accesso a tutte le strutture appena citate e costa 15$, pagabili anche con la carta.

Il modo più economico per raggiungere il centro visitatori di Miraflores è prendere un bus dal terminal degli autobus Albrook diretto a “Esclusas Miraflores” (0.25$). Il centro visitatori si trova all’ultima fermata ed è impossibile mancarlo. La stazione degli autobus è anche ben collegata con la rete della metropolitana. In alternativa, un taxi dal centro dovrebbe costare circa 6 dollari. Consiglio fortemente di andare la mattina presto perché la maggior parte delle navi attraversa il canale prima delle 10:00.

Barca che passa attraverso il canale di panama

Il canale di Panama.

Amador Causeway

Amador Causeway connette alla terra ferma i tre isolotti che si trovano di fronte alla città. Da qui c’è un’ottima vista sulla città e sul Puente de las Americas. La causeway è popolare anche tra i locali che la usano per fare jogging, correre in bici o semplicemente camminare. È possibile noleggiare una bicicletta per 3.50$ all’ora circa. All’inizio della causeway è possibile visitare il Biomuseo, un nuovo museo dedicato alla biodiversità.

Casco Viejo e Ancon Hill

Casco Viejo è la parte vecchia della città dove ci sono numerosi edifici risalenti all’epoca coloniale e tutto sommato un bel quartiere da girare a pied,i anche se decisamente non ai livelli di altre città coloniali dell’America latina. Da Casco Viejo consiglio di salire alla vicina Ancon Hill, la camminata è breve, piacevole e quasi completamente all’ombra. Una volta arrivati in cima si ha da un lato una bellissima vista sulla città e dall’altro il porto – salendo ho pure visto delle scimmie!

Panama city vista dall'alto, Ancon Hill

Panama City vista da Ancon Hill.

Dove dormire a Panama city?

Zebulo Hostel ottimo ostello economico nella parte nuova della città a due passi dalla stazione della metro, aria condizionata nei dormitori, area comune bella e spaziosa, atmosfera rilassata, consigliato.

Come raggiungere Panama city?

Dall’aeroporto Tocumen il modo più economico per raggiungere il centro è ovviamente prendere un autobus, purtroppo però i bus della città funzionano solo con la carta prepagata (non venduta all’aeroporto o in autobus, giugno 2017). Potresti chiedere a qualcuno di pagare per te e dare contanti oppure come ho fatto io: una volta raggiunta la fermata dell’autobus (basta seguire i cartelli fuori dall’aeroporto) attraversa la rotonda che hai di fronte e prendi uno degli autobus che passa dall’altro lato della strada, sono autobus “privati” che possono essere pagati in contanti, in entrambi i casi il costo è di 1.25$ contro i 25$ – 30$ del taxi.

N.b. Dalla Colombia non è possibile attraversare il confine via terra, il modo più rapido ed economico è prendere un volo da Cartagena o Bogotà oppure come fanno in molti partecipare a un tour in barca passando per le Isole San Blas, quest’ultima è indubbiamente l’opzione più costosa. Qui trovi un ottimo articolo (in inglese) con tutte le opzioni per attraversare il confine oltre a quelle appena citate, alcune sono davvero avventurose!

Portobelo

Il piccolo paese di Portobelo è stato un porto di fondamentale importanza durante il periodo coloniale da dove gli spagnoli esportavano l’argento peruviano. È stato poi razziato dai pirati e successivamente passato sotto il controllo degli inglesi. Nel 1980 le rovine delle fortificazioni e il vicino forte di San Lorenzo sono diventate un sito Unesco.

Cosa fare e vedere a Portobelo

Portobelo è un paese dormiente decisamente poco turistico, non c’è molto da fare eccetto visitare le rovine del forte e magari noleggiare un kayak per l’area e le spiagge. L’atmosfera però è davvero rilassata e se cerchi un luogo dove staccare la spina qualche giorno probabilmente non è affatto male. Da Portobelo è inoltre possibile organizzare il tuo trasferimento in barca verso la Colombia passando per le isole San Blas, probabilmente si risparmia qualcosa rispetto ai prezzi offerti a Panama city oppure raggiungere Carti via terra da dove partono barche per Puerto Obaldia (sul confine con la Colombia).

Fuerte san rolando a Portobelo, panama.

Fuerte San Rolando, Portobelo.

Dove dormire a Portobelo?

Hostel Portobelo non è il massimo quanto si parla di struttura ma l’atmosfera è ottima e il propietario è più che disponibile a darti tutte le informazioni di cui hai bisogno per proseguire il tuo viaggio verso la Colombia e nel caso organizzarlo.

Come raggiungere Portobelo?

Dal terminal Albrook di Panama City prendi un bus diretto a Colon (45 minuti, 2.50$) e scendi al Sabanitas di fronte al supermercato Rey, da qui ci sono bus che passano ogni 20-30 minuti diretti a Portobelo (1 ora, 1.30$).

Isole San Blas

Le Isole San Blas sono alcune delle più spettacolari e incontaminate di tutto il centro america. Popolate e governate dagli indigeni Kuna, le isole sono indipendenti da Panama sotto certi aspetti.

Non ho personalmente visitato l’arcipelago in quanto troppo caro per il mio budget ma ho conosciuto un sacco di ragazzi che hanno fatto il classico tour in barca da Panama alla Colombia, passando per isole descrivendole come un vero e proprio paradiso. Ci sono un sacco di opzioni ma le due più comuni sono due:

Barca a vela o catamarano: Questa a detta di molti è l’opzione migliore, si dorme a bordo dell’imbarcazione, il prezzo si aggira intorno ai 500-550$ tutto incluso per un tour di 5 giorni. Consiglio di dare un’occhiata a SailColombiaPanama.com e ColombiaPanamaSailing.com e leggere le recensioni. Alcune barche sono considerate “party boat” mentre altre hanno un’atmosfera più rilassata.

Speed boat: Questa opzione è leggermente più economica, si viaggia a bordo di barche a motore dormendo sulle isole. Il costo è di 400$ dollari circa tutto incluso per un tour di 4 giorni. Al contrario delle barche a vela che arrivano direttamente a Cartagena, queste imbarcazioni si fermano a Sapzurro appena dentro il confine colombiano. La compagnia più popolare ad offrire questo servizio è San Blas Adventure.

Esiste la possibilità di visitare le isole in giornata ma visti comunque i costi non proprio modesti io sinceramente non credo valga la pena.

isole di san blas

Una delle tante isole dell’arcipelago.

El Valle de Antón

El Valle de Antón è un piccolo paese montuoso circondato dalla foresta lussureggiante. Il paese è posizionato all’interno del cratere di un antico vulcano, uno dei più grandi del continente americano.

Cosa fare e vedere a El Valle de Antón

Il piccolo paese, chiamato semplicemente El Valle dagli abitanti del luogo, non ha nessuna grande attrazione ma ci sono molte cascate (El Macho la più famosa) e sentieri nei dintorni, consiglio quello che porta in cima al Cerro Cara Iguana, un’ora circa dal centro del paese.

Ci sono anche un serpentario (4$), uno zoo “El Nispero” e un vivaio di orchidee dove sono conservate oltre 100 specie molte delle quali native di Panama, l’entrata costa 2$ e include un mini tour guidato di 20 minuti circa.

Il mercato di Valle de Anton a panama

Il mercato di Valle de Anton.

Dove dormire a El Valle de Antón?

Bodhi Hostel a 15$ a notte è leggermente caro per gli standard del paese ma la colazione è inclusa e la struttura è nuova e davvero ben fatta, ottimo ostello.

Come raggiungere El Valle de Antón?

Ci sono partenze frequenti dal terminal Albrook di Panama City, 4.75$, 3 ore circa.

Santa Catalina

Lunga la costa occidentale di Panama ci sono un sacco di paesi meta di surfisti come Playa Venao, Pedasi, e Santa Catalina, che è probabilmente il più popolare. Questo piccolo paesino, con una popolazione di sole 350 persone, è conosciuto per i suoi “surf breaks” ed è anche il luogo perfetto dal quale raggiungere la vicina Isola Coiba.

L’isola, che si trova all’interno dell’omonimo parco nazionale, è ricca – fuori e dentro l’acqua – di natura incontaminata. Qui troviamo alcuni dei migliori siti del Paese per fare snorkeling e immersioni.

Da Santa Catalina l’isola è raggiungibile in barca in un’ora circa, durante il tragitto è possibile avvistare delfini, tartarughe e anche balena (nella giusta stagione). Il prezzo si aggira intorno ai 50$ a persona (più 20$ per l’ingresso al parco nazionale) per un tour di un giorno che include il tempo per esplorare brevemente l’isola, stare in spiaggia e fare snorkeling.

Spiaggi a Santa Catalina

Spiaggia di Santa Catalina.

Dove dormire a Santa Catalina?

Ecolodge Deseo Bamboo ottimo ostello/lodge gestito da un signore italiano davvero ospitale.

Come raggiungere Santa Catalina?

Da Panama city prendi un bus diretto a Sona, 11$ e circa 5 ore di viaggio, 5-6 partenze giornaliere. Da Sona ci sono collegamenti abbastanza frequenti per Santa Catalina ($4.65), in ogni caso consiglio di partire la mattina presto per evitare di rimanere bloccati a Sona.

Da Boquete o Bocas del Toro prendi prima un bus per David, da lì prendi un bus per Santiago scendendo al terminal vicino a Los Tucanes, ristorante dal quale raggiungi il Terminal de Trasporte de Santiago (10 minuti a piedi oppure prendi un taxi) punto di partenza per i bus diretti a Sona.

N.b. Ci sono degli shuttle turistici diretti, prenotabili da qualsiasi ostello, che vanno a Boquete, una partenza al giorno (5 ore, 30$) e a Bocas del Toro (8 ore, 60$). Ovviamente il trasporto pubblico è molto più economico.

Boquete

Boquete è un paese davvero tranquillo circondato dalla foresta pluviale, si trova ai piedi del Vulcano Barú – la montagna più alta di Panama, 3475 metri. L’atmosfera rilassata, unita a un microclima piacevole durante tutto l’anno (si trova a 1200 metri sul livello del mare) hanno fatto sì che a partire dai primi anni duemila ci sia stata una forte immigrazione soprattutto da parte di americani in pensione, o semplicemente in cerca di un luogo tranquillo ed economico dove andare a vivere.

Cosa fare e vedere a Boquete

Boquete è una destinazione popolare per visitare le numerosi piantagioni di caffè presenti nell’area, fare trekking e le tante altre attività all’aperto: rafting, passeggiate a cavallo e zip-lining. Personalmente ho solo fatto qualche sentiero, sono salito al vulcano Barú e visitato le terme, ma volendo c’è davvero molto da fare.

Trekking a Boquete

Come già detto, ci sono numerosi sentieri nei dintorni, alcuni tra i più popolari sono quello alle Tres Cascadas, bel sentiero ben tracciato della durata di 3 ore circa che porta a vedere tre diverse cascate nella foresta. L’accesso al sentiero costa 7$ mentre il minibus che parte a lato della piazza principale costa 2.5$ solo andata, per tornare ti basterà aspettare il primo minibus di ritorno a Boquete, corse ogni mezz’ora circa.

Un altro sentiero da fare molto carino e di breve durate (2 ore circa andata e ritorno) è quello chiamato “pipeline trail”. Come dice il nome, segue un tubatura e si conclude a piedi dell’ennesima cascata, l’entrata costa 3$ e il sentiero è facile da seguire. Anche in questo caso ci sono minibus che servono la zona e arrivano dove inizia il sentiero, costo solo andata 2$.

Purtroppo non sono riuscito a fare il Quetzal Trail dove si dice ci siano buone possibilità di avvistare il bellissimo e raro Quetzal splendente. Ci sono stato durante la stagione delle piogge, periodo nel quale il sentiero è molto fangoso.

Ci sono molti altri sentieri nella zona più o meno lunghi, l’ostello in cui sono stato, ma penso quasi tutte le strutture, fornisce informazioni sui vari sentieri e orari dei minibus, nessuna guida richiesta.

quetzal_splendente

Quetzal splendente.

Terme Caldera

Non sono di certo le terme più belle in cui sia mai stato, ma sono senza dubbio le più autentiche. Il tour per visitarle dovrebbe costare circa 30-40$ ma possono essere raggiunte anche con il trasporto pubblico e facendo un breve tratto a piedi, cosa che ho ovviamente fatto.

I bus per Caldera partono ogni ora circa (conviene chiedere al tuo ostello/hotel) e costano 2$. Anche se l’autista intuirà dove sei diretto è sempre meglio dirglielo. Verrai lasciato all’inizio di una strada sterrata che dovrai seguire per 40 minuti circa, ci sono indicazioni qua e là ma per sicurezza puoi sempre scaricare maps.me. Una volta arrivato a destinazione ci sono un paio di piscine naturali dove immergersi nell’acqua e il fiume a due passi dove fare il bagno e abbassare la temperatura. Il tutto è davvero molto spartano, l’entrata costa 3$.

Vulcano Barú

Come già detto, il vulcano è la montagna più alta del Paese e la sua cima è l’unico luogo al mondo da dove in una giornata limpida è possibile vedere entrambi gli oceani. Si può salire in jeep, ma costa una follia (150$ a persona), oppure come ho fatto io a piedi. In entrambi i casi l’escursione viene fatta all’alba quando le probabilità di avere un cielo sereno, e quindi vedere entrambi gli oceani, sono più alte.

Per arrivare in cima al vulcano Barú c’è una navetta che parte dall’ostello Mamallena ogni notte verso le 23:30 e arriva all’entrata del parco verso mezzanotte circa, in alternativa si può prendere un taxi (più caro). Dall’entrata, dove si trova la stazione dei ranger, sono circa 13 km e 1700 metri di dislivello, non proprio una passeggiata leggera ma nemmeno qualcosa di impossibile. C’è una vera e propria strada sterrata che porta alla cima del vulcano e quindi estremamente facile da seguire, una guida non è assolutamente necessaria.

Consiglio di salire con calma perché camminando troppo velocemente si rischia di arrivare in cima quando è ancora totalmente buio, e a 3475 metri può fare abbastanza freddo. Controlla a che ora è l’alba e cerca di regolare il passo di conseguenza. L’ascesa in base al passo va dalle 4 alle 7 ore mentre per scendere noi ci abbiamo messo 3 ore a passo decisamente spedito. Una volta tornati all’entrata del parco ci sarà il ranger a riscuotere i soldi per l’accesso (5$) che con noi è stato anche gentile da chiamarci un taxi per tornare a Boquete.

Questa è stata senza dubbio l’esperienza più bella del mio viaggio a Panama, un’alba indimenticabile, consigliatissimo.

alba sul vulcano baru

Cima del Vulcano Barù.

Dove dormire a Boquete?

Soprattutto per pigrizia, io sono stato all’ostello Mamallena che si trova nella piazza principale a due passi dalla fermata dell’autobus che arriva da David, e alla stazione dei minibus. L’ostello è carino e lo consiglio ma La Jungla Experience leggermente fuori città mi è stato consigliato da numerosi viaggiatori così come Bambuda Castle un vero e proprio castello davvero lussuoso al prezzo di un ostello, vincitore del premio di miglior ostello di Panama su hostelworld.

Come raggiungere Boquete?

Con il trasporto pubblico bisogna sempre e comunque passare per David che ha bus diretti verso tutte le principali città di Panama, da qui ci sono connessioni frequenti ogni 45 minuti circa verso Boquete, un’ora circa, 1.75$.

Boquete è anche coperta dal servizio di shuttle turistici di cui ho parlato in precedenza, 30$ da Bocas del Toro e Santa Catalina. Ovviamente il trasporto pubblico è molto più economico.

The Lost and Found Hostel

Piccola parentesi, lungo la strada che da David porta ad Almirante (Bocas del Toro) c’è questo ostello che si trova letteralmente in mezzo al niente immerso nella foresta pluviale della riserva naturale Fortuna, con vista sul vulcano Barú. Purtroppo non ci sono stato ma ho sentito i racconti di molti viaggiatori e dando un’occhiata a foto e recensioni sembra davvero un posto spettacolare dove vengono organizzate un sacco di attività di gruppo, escursioni e giochi.

Per raggiungere l’ostello bisogna camminare per circa 15 minuti nella foresta ma c’è scritto che la famiglia proprietaria del piccolo negozio di frutta e verdura vicino all’inizio del sentiero può dare una mano con il bagaglio in cambio di pochi dollari. In ogni caso qui ti lascio il link. L’unica cosa che mi sento di aggiungere è che il cibo nel ristorante dell’ostello non è super economico quindi se hai un budget limitato magari considera l’idea di portare del cibo con te.

The Lost and Found Hostel

Ostello lost & found a Panama

Ostello Lost & Found.

Bocas del Toro

Questo arcipelago caraibico vicino al confine con il Costa Rica è senza dubbio una delle destinazioni più turistiche del Paese. Bocas Town, sull’isola principale, è di gran lunga l’insediamento più grande dell’arcipelago, qui ci sono un sacco di opzioni per dormire, supermercati, banche, negozi vari e pure un aeroporto.

Ma questa è solo una piccolissima parte dell’arcipelago in quanto ci sono altre isole facilmente accessibili in taxi boat come Isla Bastimentos dove c’è la famosa “playa rana roja” e Isla Solarte, quest’ultima quasi completamente disabitata eccetto qualche lodge, inclusa la famosa Bambuda Lodge Hostel vincitrice del premio come miglior ostello del Paese nel 2016 (da prenotare con largo anticipo!). In sostanza consiglio l’isola principale per svolgere attività/tour e se cerchi vita notturna Bastimentos e Solarte. Invece per un’atmosfera più rilassata, molti decidono di passare un pò di giorni da una parte e un po’ dall’altra.

Tour isole Zapatillas a Bocas del toro

Tour alle isole Zapatillas.

Cosa fare e vedere a Bocas del Toro

Ci sono molte attività da fare e le agenzie a Bocas Town offrono vari tour. Io ho partecipato a un ottimo tour pagato 20$ offerto dall’ostello in cui alloggiavo che includeva la baia dei delfini, dove è praticamente impossibile non avvistarli, le fantastiche isole Zapatillas (due atolli disabitati che rispecchiano perfettamente l’ideale di isole paradisiache), un’isola abitata da bradipi e dello snorkeling. Il tour è stato fantastico e lo consiglio fortemente, l’itinerario penso sia abbastanza standard e quindi offerto da molte agenzie/strutture.

Ho conseguito il mio brevetto da sub qualche mese dopo in Honduras e quindi non ho avuto il piacere di fare immersioni a Bocas del toro ma mi è stato detto che ne vale veramente la pena e i prezzi non sono affatto male, 70$ per due immersioni.

Un’altra attività popolare è raggiungere in barca (1$) l’isola Carenero di fronte a Bocas Town dove le spiagge sono più belle e adatta alla balneazione. Una volta qui consiglio di fare un salto all’Acqua Lounge Bar, un locale in riva al mare che include una piscina, trampolini, altalene ecc ecc.

Baia dei delfini bocas del toro

Baia dei delfini.

Dove dormire a Bocas del Toro?

Io ho alloggiato a Spanish by the Sea, che oltre ad essere un ostello è anche una scuola di spagnolo! Atmosfera rilassata, cucina ampia e spaziosa, insomma io ho fatto un soggiorno fantastico soprattutto grazie agli altri ragazzi studenti e non che si trovavano lì in quel momento. Ci sono sicuramente strutture più carine in riva al mare, ti consiglio di dare un’occhiata qui.

Come raggiungere Bocas del Toro?

Da Boquete o Santa Catalina devi prima raggiungere David. Da qui le partenze verso Almirante sono frequenti (8.30$, 4-5 ore) una volta arrivato al terminal di Almirante puoi camminare fino al porto (10-15 minuti a piedi) oppure prendere un taxi (1$). Dal porto ci sono barche che fanno da spola verso Bocas Town per 5$ solo andata.

Da Panama city c’è una compagnia che offre bus diretti anche di notte per circa 30$, i biglietti sono venduti da alcune agenzie sull’isola o al terminal Albrook di Panama City.

Da puerto Viejo in Costa Rica prendi il bus diretto a Sixaola (città di confine con Panama), una volta superato il confine puoi prendere il bus diretto a Changuinola (1$) e poi cambiare bus verso Almirante (1.50$). Ci sono anche molti taxi che aspettano al confine, se condiviso non è molto più caro dei due bus e nettamente più rapido.

N.B. Ci sono degli shuttle turistici diretti e prenotabili da qualsiasi ostello da e verso Boquete (30$) e Santa Catalina (8 ore, 60$), ovviamente il trasporto pubblico è molto più economico.

Possibili itinerari Panama

Di seguito elenco possibili itinerari di 10 giorni, 2 e 3 settimane, ovviamente non esiste l’itinerario perfetto dato un lasso di tempo, quindi considerando quanto letto finora, prendi ciò che segue come ispirazione e modifica l’itinerario in base ai tuoi interessi/budget!

Itinerario di 10 giorni a Panama

Dieci giorni non sono tanti per questo consiglio di concentrarsi solamente su 3 destinazioni in modo da poter sfruttare al massimo il tempo già ristretto senza continuare a spostarsi continuamente. Se il tuo budget te lo permette considera l’idea di visitare il più costoso arcipelago delle San Blas invece di Bocas del Toro.

Itinerario di due settimana per un viaggio a panama

Panama City (2 notti)

Giorno 1:

Riprenditi dal jet leg, esplora il centro città.

Giorno 2:

Visita il canale di Panama la mattina, Casco Viejo e Ancon Hill al pomeriggio.

Dove dormire: Zebulo Hostel

Boquete (4 notti)

Giorno 3:

Trasferimento a Boquete.

Giorno 4-5-6:

Come descritto nella sezione Cosa fare e vedere a Boquete ci sono un sacco di attività disponibili. Io tra le tante cose consiglio fortemente l’ascesa al Vulcano Barù ma nel caso non fossi interessato puoi scegliere dei trekking più brevi, visitare alcune piantagioni di caffè o qualsiasi cosa sia di tuo interesse.

Dove dormire: Bambuda Castle

Bocas del Toro (4 notti)

Giorno 7:

Trasferimento a Bocas del Toro.

Giorno 8-9-10:

Anche qui dipende molto dai tuoi interessi, qualcosa che a mio parare non puoi assolutamente perdere è un tour in barca che includa le bellissime isole Zapatillas. L’ultimo giorno prendi il bus notturno per Panama City.

Itinerario di 2 o 3 settimane a Panama

Con un paio di giorni in più a disposizione puoi decisamente considerare altre destinazioni oltre a quelle già citate nell’itinerario di due settimane. Come già detto se il tuo budget te lo permette potresti includere le San Blas magari passando per Portobelo, oppure fermandoti a Valle de Antón / Santa Catalina prima di raggiungere Boquete. Qualche giorno all’ostello Lost and Found prima di andare a Bocas del Toro.

Alcuni, avendo 2-3 settimane a disposizione, potrebbero pensare di includere anche il Costa Rica. Io sinceramente non sono un fan di queste forzature e lo sconsiglio in quanto si rischierebbe di passare un sacco di tempo in autobus senza davvero godere del proprio viaggio, ma ovviamente a te la scelta!

Come spostarsi a Panama

Autobus a Panama

Gli autobus sono di gran lunga il modo più economico e popolare per spostarsi all’interno del Paese. Lungo la Panamericana e le principali città, gli autobus sono comodi e moderni: spesso sono offerti due tipi, quello normale e quello express più veloce perché si ferma meno di frequente. Per brevi distanze sono tuttora usati i famosi “chicken buses” che per noi sono gli autobus americani scolastici che siamo abituati a vedere nei vecchi film! Meno comodi ma a volte sovraffollatti.

Per vedere gli orari degli autobus consiglio questo sito.

Alcune popolari destinazioni turistiche sono coperte da minibus che lavorano esclusivamente con i turisti. Sicuramente più rapidi, ti prelevano direttamente al tuo alloggio e non fanno tappe intermedie. Sono molto più costosi e coprono sicuramente le tratte Santa Catalina – Boquete e Boquete – Bocas del Toro.

A Panama, per qualche strana ragione, non è possibile comprare i biglietti degli autobus online ma le corse sono frequenti e basta presentarsi al terminal in anticipo per assicurarsi un posto, o al massimo aspettare la corsa successiva.

Per partenze da Panama City puoi sempre andare al terminal il giorno precedente per assicurarti un posto per il giorno successivo. In metro il viaggio è rapido ed economico oppure comprare i biglietti online su panamabusticket.com, il servizio costa 7$ e in poche parole mandano qualcuno al terminal per comprare i biglietti che ti saranno consegnati al terminal (non l’ho provato ma sembra essere affidabile, c’è scritto che vengono mandate istruzioni per email su come recuperare il biglietto prima della partenza).

N.b. Al terminal Albrook c’è una tassa di 0,10 $ di transito da pagare prima di salire in autobus. Può essere pagare solamente tramite la carta del trasporto pubblico che però per qualche strana ragione deve essere quella comprata al terminal e non quella comprata alla stazione della metro che funziona in qualsiasi altra occasione (bus compresi). Io ho gentilmente chiesto a qualcun altro di pagarla offrendo i contanti.

Chicken bus a Panama

Chicken Bus.

Taxi a Panama

I taxi non utilizzano il tassametro e consiglio fortemente di negoziare il prezzo prima di salire a bordo in modo da evitare sorprese. Magari chiedi al tuo ostello/hotel il prezzo giusto per una determinata tratta. A Panama City usa Uber, più economico ed efficiente rispetto ai taxi normali.

Aerei interni a Panama

AirPanama offre parecchi voli interni verso David, Bocas del Toro e altre destinazioni all’interno del Paese, tuttavia gli autobus sono di gran lunga più economici. CopaAirlines offre solamente voli Panama City – David.

Autostop a Panama

L’autostop sembra funzionare più facilmente in zone rurali rispetto a quelle trafficate dove è consigliabile aspettare alle stazioni di rifornimento parlando direttamente con gli autisti di camion.

Viaggio a Panama costi

Quanto costa un viaggio a Panama? Panama dopo il Costa Rica è probabilmente il Paese più caro del centro America ma comunque economico per i nostri standard. La buona notizia è che spesso offre i voli più economici della regione, un volo dall’Italia verso Panama City costa in media sui 500€ andata e ritorno. Ti invito a leggere la mia guida su come trovare le migliori offerte ed utilizzare i vari motori di ricerca voli.

Costo del trasporto a Panama

Trasporto su strada è davvero economico specialmente lungo le strade principali dove in media si paga 1-2$ per ora di viaggio. I voli interni invece sono davvero cari, la tratta Panama City – David costa circa 100$ contro i 15$ del bus.

Costo dell’alloggio a Panama

Un letto in un dormitorio costa in media tra i 10 e i 15 dollari mentre per una doppia aspettati di pagare circa 30$. Gli ostelli spesso includono anche la colazione. Per una stanza di un hotel economico aspettati di pagare 20$ circa se invece vuoi qualcosa di più lussuoso almeno 40$.

Ostello Castello Bambuda.

Ostello Castello Bambuda.

Costo del cibo a Panama

Mangiare in ristorante improvvisati i tipici piatti che includono quasi sempre pollo, riso e fagioli costa davvero poco, 2-4$. Per un ristorante un po’ più serio aspettati di pagare almeno 10$.

Per concludere, sebbene Panama sia tra i Paesi più cari dell’America centrale, un budget di 30-40 euro al giorno dovrebbe essere più che sufficiente per la maggior parte dei viaggiatori fai da te, a patto che si dorma in ostello o comunque in sistemazioni economiche e si cucini qualche pasto. A mio parere l’unica cosa che può influire profondamente sul budget di un viaggio a Panama è un tour alle isole San Blas.

Viaggio a Panama sicurezza

Panama è sicura? Sì! Come già detto all’inizio di questa guida, Panama è uno dei Paesi più sicuri dell’America latina. Fatta eccezione per alcuni quartieri di Panama City, non dovresti avere nessun tipo di problema, le zone rurali sono estremamente sicure e qui le persone sono amichevoli e curiose. Ricordati di fare un’assicurazione viaggio per coprire gli imprevisti che possono capitare ovunque e vedrai che andrà tutto bene.

In ogni caso ti consiglio di dare un’occhiata al mio articolo con trucchi e accorgimenti per viaggiare sicuri.

Stai pianificando un viaggio a Panama? Dai un’occhiata a questi post:

Consigli per organizzare un viaggio low cost

Lista delle cose da portare in viaggio

Quale zaino da viaggio scegliere

Quale assicurazione viaggio scegliere

Per qualsiasi cosa non esitare a lasciare un commento!

Ti è piaciuto il post? Pinnalo!
guida e consigli di viaggio a panama

Se hai trovato questo articolo utile allora considera l’idea di acquistare la tua assicurazione viaggio tramite uno dei link presenti in questo sito, facendolo supporti il mio lavoro senza alcun costo aggiuntivo per te. L’assicurazione che uso e consiglio è World Nomads.





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

*